Silvia Girasole ha chiesto in Arte e culturaStoria · 1 decennio fa

Mi aiutereste ad effettuare due esercizi di storia?

1) Quali tra queste affermazioni sono esatte?

Il concetto di "società di massa" presuppone che:

[A] i cittadini vivano in agglomerati urbani

[B] i rapporti tra individui siano più frequenti e numerosi e, allo stesso tempo, anonimi e impersonali.

[C] il sistema delle relazioni sociali faccia capo alle istituzioni religiose, locali e di mestiere

[D] la società viva in un regime di autoconsumo

[E] la società viva secondo le regole dell'economia di mercato

[F] i comportamenti e le mentalità siano svincolati dagli schemi tradizionali

2) Specifica nello schema in basso le posizioni assunte dai diversi soggetti e forze politiche italiane in materia di interventismo.

- SALANDRA : ...............

- PARTITI DELLA SINISTRA DEMOCRATICA : ..............

- NAZIONALISTI : ...................

- GIOLITTI : ..............

- PONTEFICE : ...............

- SOCIALISTI : .................

vi ringrazio in anticipo.

vorrei sottoscrivere che la mia non è una NON VOGLIA di studiare, ma siccome ho la febbre a 37/38 non riesco a fare tutto. avrei bisogno di una mano, domani ho compito e febbre o non febbre vado a scuola.

se mi aiutate bene, sennò niente.

Grazie ancora e BUONA SERATA.

bacini.

2 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Migliore risposta

    sulla B non ho dubbi, sulla A ci metterei un ...probabilmente sì.

    salandra era interventista, giolitti uno dei principali fautori del neutralismo e con lui, per motivazioni diverse (erano internazionalisti) i socialisti, i partiti della sinistra furono inizialmente neutralisti, ma dopo la conquista del belgio da parte della germania iniziarono a modificare la loro posizione.

    per quanto riguarda il papa ti incollo una cosetta sintetica presa dal web perchè non mi ricordavo na mazza.

    L’atteggiamento della Chiesa cattolica di fronte alla prima guerra mondiale deve essere analizzato secondo diverse prospettive. Se da un lato sono numerosi e ben conosciuti gli interventi del pontefice Benedetto XV per invitare le potenze belligeranti a cessare quella che fu da lui definita una “inutile strage”, dall’altro si deve tener conto della posizione degli episcopati e del clero dei paesi in guerra, inclini ad una visione “nazionalistica”. Vi fu quindi un atteggiamento duplice da parte dei governi, che intendevano servirsi della religione per meglio motivare i soldati, ma che nello stesso tempo diffidavano delle iniziative “disfattiste” del Vaticano. Un caso particolarmente interessante fu quello dell’Italia: il governo reintrodusse i cappellani militari nell’esercito, ma volle che nel Patto di Londra vi fosse una clausola per escludere la Santa Sede dalla partecipazione alla Conferenza della Pace, per timore che si volesse approfittare dell’occasione per portare all’attenzione internazionale la Questione Romana.

  • Anonimo
    1 decennio fa

    1 direi la C

    2 - SALANDRA : ...............nn so

    - PARTITI DELLA SINISTRA DEMOCRATICA : ..............non interventisti

    - NAZIONALISTI : ...................interventisti

    - GIOLITTI : ..............non interventista

    - PONTEFICE : ...............nn interventista

    - SOCIALISTI : .................non interventista

    Fonte/i: nn ti fidare delle mie risposte perkè io sn un po babbo in ste cose. cmq posta piu spesso ste domande sono interessanti! SE SBAGLIO CORREGGETEMI PLEASE !!
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.