Recensione sul libro "il mastino dei Baskerville" aiuto x lunedì =)?

grazie 10 punti

Aggiornamento:

potete anke mettere una stellina? grz!!

1 risposta

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    Il libro si apre con l’immagine di Sherlock Holmes seduto al tavolo per la prima colazione nel suo studio, dove con Watson cerca di capire chi sia l’ospite che la sera prima ha dimenticato sul tappeto un bastone da passeggio. Scoprono poi che il bastone appartiene al dott. James Mortimer, arrivato dal Devonshire. Questi è venuto a chiedere consiglio ad Holmes riguardo le strane circostanze della morte di un suo caro amico, Charles Baskerville: egli, la sera in cui è morto, sostava appena fuori dal cancello della sua tenuta, Baskerville Hall, ma qualcosa l’aveva spinto a correre verso la brughiera dove, dopo qualche metro era caduto, morto di paura, con il viso distorto da una smorfia di terrore. Poco lontano dal cadavere erano state trovate le tracce di un enorme mastino. James Mortimer era dubbioso riguardo questi fatti perché conosceva la paura che il defunto aveva della brughiera, a causa di un’antica leggenda secondo la quale il suo antenato,Hugo Baskerville, era stato sbranato da un mastino infernale per i suoi peccati.

    Il dott. Mortimer ha il compito di condurre l’ultimo erede, Henry Baskerville, a Baskerville Hall e, sebbene sia un uomo di scienza, ha dei dubbi riguardo la leggenda, e per questo chiede consiglio a Holmes; quest’ultimo manda Watson nel Devonshire con il compito di fornirgli giornalmente informazioni sulla situazione.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.