cents ha chiesto in Animali da compagniaPesci · 1 decennio fa

il mio primo acquario ( 30 litri )?

ciao ragazzi , oggi ho comprato il mio primo acquario, da 30 litri.

per adesso ho termoriscaldatore , filtro , termometro , poi ho comprato anche il biocondizionatore e l'attivatore batterico. al momento il mio acquario all'interno è spoglio , ma visto che posseggo una pianta ( precisamente un MICROSORIUM ) che tenevo nella mia vecchia vaschetta x i pesci rossi , secondo voi posso metterla nel mio acquario o poichè stava nella vaschetta c'è rischio che provochi qualcosa di dannoso al mio nuovo acquario? inoltre quello che mi ha venduto l'acquario ha detto che devo aspettare almeno 1 settimana prima di mettere i pesci , secondo voi è troppo poco? come mi suggerite di arredare il mio acquario e quali pesci , ricordando che sono alle prime armi , è meglio mettere ? scusate se ho fatto troppe domande , ma ho bisogno di sapere davvero molte cose , grazie mille.

3 risposte

Classificazione
  • Matteo
    Lv 6
    1 decennio fa
    Risposta preferita

    benissimo la microsorium nel nuovo acquario, non corri nessun rischio a spostarla...anzi, a temperatura più alta svilupperà foreste in poco tempo, specie se l'acqua in cui è inserita ha un ph neutro o appena appena acido.

    chi ti ha venduto l'acquario sbaglia, devi aspettare almeno un mese prima di inserire qualunque tipo di pesce, crostaceo, gasteropode...in queste situazioni, ci si guadagna e basta dall'avere pazienza.

    considerando che sei un principiante, come fauna potresti inserire un trio di guppy (un maschio e due femmine) oppure in alternativa di molly (es. molly marbled o molly dalmata, facili da crescere, piuttosto che i black molly), di platy (corallo, red wag...quello che vuoi), di xiphoporus (nome comune portaspada), insomma, di una qualche razza di poecilidi nel rispetto del rapporto un maschio due femmine e del numero massimo di 3 esemplari.

    l'acquario che hai preso no è molto adatto ad un principiante, sarebbe stato meglio un 80-100 litri, un litraggio maggiore perdona di più gli errori del neofita e, contrariamente a quanto si può pensare, non sottrae più di tempo di uno piccolo. in ogni caso, i poecilidi sono pesci resistenti e molto adattabili. ph 7 acqua di durezza media, temperatura 23-24-25 gradi sono valori ottimali per la crescita di questi pesci (dei guppy ti posso dire che a ph 8 si riproducono tanto quanto a ph 7).

    puoi completare il tutto con 1-2 ampullarie e un branchetto di caridine (japonica o red cherry, entrambe resistenti e prolifiche), tipo 5-6 esemplari.

    per la flora sta a te decidere:

    -allestisci un fondale di ghiaia oppure lasci il fondo nudo (più facile da sifonare); in questo caso, devi puntare su piante che non necessitano di substrato fertiel, es. anubias nana, microsorium, riccia fluitans, muschi. il ceratophyllum demersum è un'alga resistente e dalla crescita veloce, cresce ancorata a terra o galleggiante, supporta il lavoro del filtro assorbendo nitriti e dà rifugio agli avannotti (i poecilidi sono ovovivipari) e cibo (per le microalghe che ci crescono sopra) alle caridine. riccia e ceratophyllum ossigenano l'acqua ottimamente.

    -allestisci un fondale fertile; segui queste indicazioni: http://acquariando.blogspot.com/2006/07/allestimen...

    in questo caso, oltre alle piante di cui sopra, puoi puntare su acoro nano, vallisneria, criptocorine, ecc.

    se vuoi riprodurre il biotopo d'origine dei poecilidi: fondo di ghiaia grossa alternato a grossi ciottoli, una piccola radice per acquariofilia, su cui fare attecchire della vescicularia; altre piante dell'habitat sono l'echinodorus tenellus (rimane basso), vallisneria, cabomba, hygrophila polysperma.

    altre raccomandazioni: tratta l'acqua con biocondizionatore prima dell'inserimento dei pesci e fai lo stesso per tutti i successivi rabbocchi; oltre a trattarla con il biocondizionatore, lascia decantare per un giorno l'acqua per il rabbocco. sostituisci il 10% dell'acqua ogni settimana oppure il 20% ogni due.

    somministra mangime per pesci tropicali con spirulina due-tre volte al giorno nella qunatità che viene consumata in cinque minuti. le caridine sono alghivore e detritivore ma qualche pastiglia di alghe non è disdegnata. le ampullarie si cibano letteralmente di qualunque cosa.

    potresti inserire anche un ancistrus dolichopterus, ma con attenzione: considera sempre l'equazione 1 cm di pesce (coda esclusa)=un litro di acqua. per il nutrimento controlla la mia risposta a: http://it.answers.yahoo.com/question/index?qid=200...

    nel giro di poco, specie se la vasca ha anfratti o le alghe formano nascondigli, i guppy soprattutto ti riempiranno di avannotti ( i commercianti in genere accettano gli eccessi di produzione e danno in cambio mangime). per un'alimentazione di elite per gli avannotti, ci sono i naupli di artemia e le cisti decorticate di artemia salina e microgranulati specifici (cfr www.abcguppyshow.com).

    come inizio anche del mangime spezzato fine può andare bene, ma gli avannotti crescono un pelo meno ed i colori sono meno definiti. altro? spero di essere stato esauriente

    Fonte/i: riproduco guppy show (e platy, molly, scalari, gymnocorymbus ecc. ecc.)
  • 1 decennio fa

    La risposta di chi mi ha preceduto è eccellente, io vorrei solo porre l' accento che 36 giorni sono la "formula magica" per l' attivazione del filtro, quindi non immettere pesci prima di tale periodo, non ti fidare. Come dico spesso a chi inizia è che la regola DORO del negoziante e "far morire i primi pesci e far ritornare il cliente a comprarne nuovi con relativi inutili prodotti salvavita".Purtroppo è una regola fissa. Anche sulle boccette degli attivatori batterici c'è scritto che pochi giorni sono sufficienti, ma non ti fidare, tu vuoi bene ai tuoi pesci, vero?? Allora pazienza e vacci pensante con le piante, ti aiuteranno ad ossigenare l'acqua ed a tenerla pulita. Se non vuoi inserire uno strato fertile per non ridurre troppo i litri d'acqua in vasca fai come me che in un 30 litri ho: 2-3 steli di Vallisneria (diventeranno un bosco in breve tempo), una microsorum, una cryptocoyine una anubias nell'ordine descritto, cominciando dal retro della vasca. Se ti piace inserisci qualche sasso e una radice piaceranno ai tuoi pesci. Quanto a questi ultimi diffida di chi denigra i guppy: sono allegri, colorati e divertenti, nuotano sempre e vitalizzano un acquario. A me interessava avere una coppia di Colisa Lalia, ma ho preferito i guppy perchè volevo inserire più pesci. La formula magica 1 maschio + 3 femmine nel mio acquario da 30 lt funziona a meraviglia (ho anche aggiunto un octocynclus che fa un lavoro di pulizia incredibile pur essendo piccolissimo). Attrezzati per i test da fare all'acqua, saranno loro che ti faranno capire se hai imbroccato la strada giusta nella gestione dell'acquario. Quanto ai cambi d'acqua io, per sicurezza, non vado mai oltre la settimana, cambiando circa un 20% alla volta. I 10 punti sono per chi mi ha preceduto non per me che ho solo puntualizzato alcune cose. Auguri!

  • 1 decennio fa

    l"unico consiglio che ti posso dare io visto che sono una neofita , se l"acquario non l"hai ancora allestito portalo indietro e comprane uno un pò piu grande , piu grande è e meno problemi ti da ...... e una volta allestito aspetta un mese prima di inserire i primi pesci , è un consiglio vivissimo se non vuoi rischiare un picco di nitriti e moria di pesci ....... io li avevo inseriti dopo una settimana .... e non ti dico il casino ce ho combinato in giro x casa con vaschette varie , con trasloco dei poveri pesci per non rischiare di farli morire .....

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.