Deb
Lv 4
Deb ha chiesto in Arte e culturaLibri ed autori · 1 decennio fa

Cosa pensate del mio pezzo?

allora, mi potreste commentare questo pezzo e dire se ho scritto bene oppure no? Se per caso non vi piace spiegate il perchè e mettete le correzzioni. Accetto tutto, siate sinceri!!:

Dopo aver girato per un po’ i negozi si fermarono davanti a un bar, il dolce e invitante odore di brioche appena sfornate stuzzicò l’appetito di Amanda e di Cheryl mentre il gatto rimaneva indifferente.

<< Entriamo?>> propose la cugina. Amanda annuì senza pensarci.

L’interno del locale era confortevole, la temperatura era tiepida e piacevole, i muri erano rivestiti di un spesso strato di legno scuro, il pavimento, invece, era coperto da una rasa moquette bianca che se intonava con le pareti nere. Sul soffitto girava velocemente come il battito della ali di un uccello un ventilatore.

Le voci dei clienti erano soffocate dal ritmo di una canzone pop. Le due cugine si avvicinarono al bancone.

<< Sei sicura che in questo locale ammettano gli animali?>> domandò Amanda.

Cheryl rise<< Beh, fuori c’è scritto “ vietato ai cani” ma non dice di gatti, perciò siamo più che giustificate>> poi tirò fuori il borsellino dalla tasca.<< Allora, cosa vuoi?>>

La bambina fissò la bacheca: conteneva brioche, pizze, salatini e molto altro.

<< Un pezzo di pizza>>.

Cheryl si avvicinò al bancone. Amanda sentì la porta del retro aprirsi ma non riteneva molto importante guarda chi entrava, sicuramente era uno dei tanti clienti che frequentava il bar.

La cugina comprò una brioche e un pezzo di pizza.

<< Amanda, Cheryl!>> le chiamò una voce familiare. Le due si girarono. Dean era vicino alla porta d’entrata e le stava salutando.

<< Ciao Dean>> risposero in coro. Lui si avvicinò a loro. Amanda notò che si era tagliato in capelli, ora non li aveva più lunghi e mossi ma corti e ordinati.

<< Che fai da queste parti?>> domandò la cugina. Il bambino indicò il bancone.<< Sono venuto a comprare alcune brioche per mia sorella>>.

<< Ah, anche noi siamo venute qui per comprare qualcosa!>>.

Dean abbassò la testa e scrutò Silver, poi sorrise. Si abbassò per accarezzargli il pelo, il gatto si lasciò fare intuendo la sua natura buona e incominciò a fare delle maldestre fusa che assomigliavano a quelle che emetteva un gatto vero.

<<È il vostro gatto?>> chiese mentre coccolava la testa del felino. Amanda annuì.

<<È veramente bello! Ma come mai lo portate con il guinzaglio? Di solito i gatti rimangono a casa…>>

<< Beh, lui non è un gatto come gli altri. È un autentico fenomeno non controllato della natura!>> spiegò ridendo la bambina, azzannando un pezzo di pizza.

<< Scusate se devo staccarmi dal discorso ma devo prima prendere i dolci. Però aspettatemi fuori!>>.

3 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    1 decennio fa
    Risposta preferita

    mmm...carino, si, normale, insomma può piacere come non può, a me piace...

    sai, cambia i nomi, xchè non so se ci hai fatto caso ma nei racconti le persone hanno sempre nomi strani, o, troppo stranieri...

    poi, correggi alcuni pezzi dove c'è il gatto, cambia un pò le cose, come alla 3 riga, "il gatto rimaneva indifferente" opss...scusa ora devo andare...*baci* ciao...

  • Anonimo
    1 decennio fa

    correggo la tua domanda,correzioni una zeta!! :-P

  • 1 decennio fa

    a me piace, i nomi sono difficili da ricordare.... mi ricorda un manga di cui non ricordo il nome. è bello, ma leggere solo un pezzo del racconto lo rende insensato... se sapessi cosa succede prima o dopo sarebbe bello... cmq a me piace, per me è scritto bene! BUON NATALE!

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.