promotion image of download ymail app
Promoted
kaleila ha chiesto in Politica e governoGoverno · 1 decennio fa

Bonaiuti: "c'è giustizia ad personam"?

(ANSA) - ROMA, 29 DIC - 'Ma quali leggi ad personam! Siamo di fronte a una giustizia ad personam nei confronti di Silvio Berlusconi', afferma Paolo Bonaiuti.

In un'intervista a Radio Monte Carlo, il sottosegretario alla Presidenza cita, a conferma della sua tesi, i '789 pm e giudici che lo hanno indagato e coinvolto in 2.500 udienze' per concludere che 'questa non e' una giustizia giusta ma e' una giustizia ad uso politico'.

Mi sembra che cambiando l'ordine dei fattori, il prodotto non cambia..

Berlusconi, cercando di sottrarsi alla giustizia, non fa altro che cercarla di modellarla ad personam.

Nemmeno il giochino di parole gli riesce bene! ;)

Trovo grottesco come si difensa a spada tratta una persona, perorando le sue cause in modo totalmente acritico dimostrando più fedeltà per la persona di Berlusconi che i valori che il partito dovrebbe detenere ed incarnare nella persona del Presidente.

In questi anni di Governo Berlusconi c'è stata una sorta di "migrazione" dell'adesione dagli ideali alle persone?

12 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    Kaleila io a te ti stimo moltissimo. E lo sai.

    Intanto ti stimo per la tua perfezione nell'uso buono della lingua, piuttosto inusitato (calma censori, il termine non è offensivo, cercate sul dizionario prima di denunciarmi al Moloc) in questo originale altrove.

    Le tue tesi sono condivisibili, ma pur sempre restano all'interno del girone della Casta e dei suoi seguaci di destra (sic!) e di sinistra (doppio sic!).

    Bisogna andare avanti oltre la palude (altrimenti detta "marrazzo". N.d.a.)

    Il popolo che vota Berlusconi è più avanti rispetto a lui, a Buonaiuti e a tutti i parlamentari selezionati col bilancino e in lista elettorale in quanto paganti di tasca propria.

    I finanziamenti pubblici al partiti sono roba in più da spendere come si immagina....

    Il popolo che vota a sinistra è sempre più in via di diserzione, e vota la Lega come male minore.

    Anche al Centro e al Sud.

    Il popolo di Di Pietro e Grillo insegue favole belle e pazze, da disperati di Fort Alamo.

    Io credo che in qualche modo si dovrebbe essere un po' più geniali e lasciare perdere gradualmente i tetri e tetragoni teatrini pieni di muffe e fuori uscire a riveder le stelle.

    Vogliamoci più bene fra noi, stimiamoci di più, basta col divide et impera e buttiamoli tutti quanti insieme nella spazzatura, come fanno a Genova l'ultimo dell'anno.

    Non è impossibile e neppure difficile, il primo atto virtuoso è Basta votare!

    Che meraviglia se alle prossime regionali andasse meno del 50 per cento a votare!

    Basta poco, che ce vo'?

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    Non ci sono leggi ad personam? E queste che sono?

    -1) "Fuori sacco", il «Decreto salvaladri», luglio 1994. Ministro Biondi. il Cavaliere a Palazzo Chigi da tre mesi e germoglia già il seme della legislazione ad personam. Da quell'esatto momento - mentre gli italiani sono distratti dalla semifinale Mundial, Palazzo Chigi partorisce il primo decreto che risparmierebbe il carcere ai corruttori. Il decretino Biondi non vide mai luce, si sa. Quell'estate '94 i mondiali finirono, gli italiani si svegliarono e sull'onda dell' indignazione il premier ritirò la prima delle norme vergogna.

    -2) Pochi mesi dalle elezioni del 2001 ed il 28 settembre prende corpo la legge delega per la riforma del falso in bilancio, ridotto a poca cosa, «una legge di cui si vergognerebbero persino gli elettori di una repubblica delle banane» scrive allora "L'Economist".

    -3) Il 3 ottobre tocca alle rogatorie internazionali, Dell'Utri-Guzzanti-Jannuzz

    i con una sola norma ne stoppano 7.000 già richieste alla Svizzera e a mezzo mondo dai giudici di Mani pulite (che indagano su Berlusconi e Previti) e i pool antimafia e antiterrorismo. Inutilizzabili.

    -4) Gennaio 2002, è l'ora di mettere a tacere il conflitto di interessi con una legge ad hoc varata dalla Camera. Non basta la mera proprietà di aziende per configurarlo, le sanzioni non esistono e Berlusconi è salvo.

    -5) Gaetano Pecorella dà il nome alla legge che cancella la possibilità di appello per le procure contro chi è assolto in primo grado, sarà poi cancellata dalla Consulta nel 2007.

    -6) I processi ma anche l'impero di Silvio Berlusconi. Che le sue società si siano avvalse del primo scudo fiscale del decreto Tremonti 2001, resta solo un sospetto alimentato dalle 64 società off-shore del «comparto estero» Fininvest.

    -7) Ha a che fare con l' impero anche il decreto Salva Rete4 del dicembre 2003, proprio quando la terza rete Mediaset stava per decollare forzatamente verso il satellite, la legge Gasparri del 2004 che ridisegna su misura il sistema tv

    -8) Il Tremonti bis del 2003 che detassa le plusvalenze.

    -9) Il decreto che nel 2004 copre col segreto di Stato i lavori faraonici nella residenza presidenziale di Villa Certosa. La renderanno invulnerabile agli attacchi terroristici, ma non alle incursioni dei fotografi.

    -10) Quell'anno passerà col voto di fiducia anche la sanatoria sui reati ambientali e sulle coste, a scanso di sorprese. Ma assillo del premier, allora come oggi, restano toghe e procure. E poco importa se con la «blocca processi» del 2008 stavano per esserne cancellati 100 mila (denuncia Anm) e altrettanti con la riforma ora in cantiere.

    -11) È storia vecchia. Melchiorre Cirami battezza nel 2002 il «legittimo sospetto» nel tentativo di spostare processi Imi-Sir, Lodo-Mondadori e Sme.

    -12) Eudardo Cirielli, ex An, prima firma la norma che taglia le prescrizioni nel 2005

    -13) Poi si pente: la legge diventerà ex Cirielli e andranno in prescrizione 35 mila procedimenti.

    -14) La stretta sulle intercettazioni (ve n' è traccia nel lodo Schifani del 2003).

    -15) Il sogno inconfessabile resta l'immunità totale che l'attuale presidente del Senato trasformò invano in legge nel 2008 insieme al fedelissimo siciliano Angelino Alfano. Su entrambi, il timbro della sconfitta: l'incostituzionalità.

    -16) Il tentativo, stoppato, di abbreviare i termini di prescrizione del 20%.

    -17) Infine (è storia di ieri) la porcata delle porcate: la durata massima 2+2+2 per i reati di Berlusconi. Se passa la legge, ridiventerà candido come un giglio.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    1 decennio fa

    io mi kiedo, ma tutti questi sudici leccakulo vedi Bondi, Bonaiuti, Capezzone, Cicchitto,etc

    k si annullano completamente in difesa di berlusconi, quando troveranno un po' di tempo per loro???

    cmq penso k la domanda sia retorica...e' ormai un fatto di cronaca k le leggi del nostro governo siano ad personam

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    Bonaiuti non stava facendo altro che impartire, ai babbalei sintonizzati con Radio Monte Carlo, l'informazione da memorizzare e ripetere a mò di litania.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    1 decennio fa

    Bonaiuti come Capezzolone hanno la bocca piena di sterco berlusconiano, che ci vuoi fare? Qualcuno li ha votati con o senza brogli ...ed ora sono lì a disturbare le nostre orecchie con discorsi senza senso.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    1 decennio fa

    mmm..

    se non c'è giustizia ad personam, possiamo dire che questa legge sarà utile anche a XIlvio.

    ecco, io direi queste parole a Bonaiuti. chissà come mi risponde. :)

    cmq, l'ultima volta che hanno cambiato una legge riguardante processi o roba simile, hanno fatto l'indulto. -.-

    mica male!! votata due terzi del parlamento! wow!! erano uniti e andavano d'accordo. olè!! speriamo che stavolta NON vadano d'accordo.

    :P

    @flavio

    è politica. difficilmente avvengono "cambi di bandiera". però è apprezzabile che Fini, ogni tanto, alzi la testa. Bondi, Bonaiuti.. fondamentalmente sono li grazie a Berlusconi, sono ex forza italia (bondi è anche ex comunista tra le altre cose..). non hanno un giro di voti ampio. per cui..ehm.. soccombono. :))

    soprattutto capezzone, era con i radicali, ha litigato con Pannella ed è stato "accolto" nel gruppo del PDL. come potrebbe alzare la voce?

    non si annullano perchè già di per se', da soli, non valgono nulla. -.-

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    In questi anni di Governo Berlusconi c'è stata una sorta di "migrazione" dell'adesione dagli ideali alle persone?

    si, poichè gli ideali pagano meno delle persone.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    il re è sempre circondato da schiavi...

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • ILRECA
    Lv 5
    1 decennio fa

    non posso rispondere ad un'affermazione di Bonaiuti sarei davvero cattivo e andrei fuori da ogni linea guida di answer... ma credo che chi ha avuto il coraggio di votare quetsa ciurma debba riflettere profondamente lontano dalle tv e chiedere umilmente scusa!

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    detto da Bonaiuti c'è da crederci allora..................

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    ti metto una canzone di Venditti.....

    il titolo spiega tutto

    http://www.youtube.com/watch?v=Ogs6KFzn6Gs

    Youtube thumbnail

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.