? ha chiesto in Scuola ed educazioneCompiti · 1 decennio fa

l'uomo primitivo e i suoi strumenti?

raga ho da fare una ricerca sull'uomo primitivo e i suoi strumenti aiutatemi mi serve entro giovedì 7 gennaio

1 risposta

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Migliore risposta

    LA STORIA DELL’UOMO

    I BISOGNI DELL’UOMO PRIMITIVO

    ALIMENTARSI il cibo di questo periodo è costituito da: BACCHE,

    RADICI, FRUTTI, PESCI, CACCIAGIONE, MIELE,

    UOVA.

    La pesca la caccia venivano praticate con semplici

    strumenti di legno, di osso, di pietra.

    RIPARARSI Vivevano dentro a delle caverne, dopo aver scacciato

    gli animali. Queste grotte venivano riscaldate e

    illuminate dal fuoco.

    COPRIRSI Si vestivano con PELLI D’ANIMALI.

    CURARSI Si curavano con le ERBE MEDICINALI.

    STARE INSIEME Vivevano in piccoli gruppi formati principalmente

    dalle famiglie.

    CREDERE I primi uomini primitivi praticavano RITI MAGICI.

    IL PALEOLITICO

    E’ il primo periodo della preistoria, il periodo PIU’ ANTICO della storia dell’uomo. E’ caratterizzato dall’uso degli strumenti di pietra che l’uomo primitivo ha imparato a scheggiare.

    L’ETA’ DELLA PIETRA SCHEGGIATA

    L’uomo lavorava le pietre per costruirsi degli attrezzi: LA LAMA, IL RASCHIATOIO, IL PUNTERUOLO, LA RASPA, LA LANCIA, GLI ARPIONI.

    Questi strumenti gli servivano per la caccia, la pesca, per conciare le pelli. La pietra più usata per fabbricare armi ed attrezzi fu la SELCE, perché si scheggiava facilmente e i suoi bordi rimanevano molto taglienti.

    LA CACCIA

    La principale dell’uomo primitivo fu LA CACCIA. Egli si nutriva con tutto ciò che l’ambiente gli offriva (lumache, rane, radici, frutti), compresi gli animali di grossa taglia. Per cacciare si RIUNIVANO IN GRUPPI perché la caccia era molto pericolosa, l’uomo primitivo, inoltre, utilizzava armi molto rozze: LANCE; COLTELLI e ARCHI.

    Ecco alcuni disegni che sono stati ritrovati nelle pareti di una grotta, che rappresentano scene di caccia e una donna che raccoglie il miele.

    IL FUOCO

    Una grande scoperta per l’uomo fu il FOUCO.

    Il fuoco gli serviva per:

    * SCALDARSI

    * CUOCERE IL CIBO

    * DIFENDERSI DAGLI ANIMALI

    * ILLUMINARE LA GROTTA

    Per accendere il fuoco l’uomo o sfregava due legnetti o percuoteva due pietre.

    IL NEOLITICO

    Il secondo periodo della preistoria si chiama NEOLITICO che significa NUOVA ETA’ DELLA PIETRA, infatti la lavorazione degli oggetti di pietra diventa sempre più curata, adesso oltre a scheggiarli, gli uomini primitivi hanno imparato a levigarli.

    L’ALLEVAMENTO

    L’uomo fa dei piccoli progressi, un po’ alla volta impara a controllare i branchi di animali e ad allevarli.

    Anche se ha imparato ad allevare gli animali, l’uomo primitivo continua ad andare a caccia.

    Esistono ancora oggi, alcuni degli animali che cacciava: CERVI, STAMBECCHI, CAPRIOLI, CINGHIALI.

    NASCE L’AGRICOLTURA

    Nel Neolitico l’uomo primitivo fece un’importante scoperta: scoprì che era possibile raccogliere il SEME di alcune piante, lasciarlo cadere sulla terra per averne poi altre nuove.

    All’inizio l’uomo seminava di tutto e dove gli capitava, ma, un po’ alla volta, imparò a scegliere i semi e a preparare il terreno.

    Dopo aver imparato a coltivare i campi, si costruì anche degli strumenti che gli permettessero la raccolta e la macinatura del grano. Questi arnesi erano ancora costruiti di legno e di pietra.

    LA CERAMICA

    Un’altra importante scoperta dell’uomo del Neolitico fu l’USO DELL’ARGILLA per la costruzione di recipienti.

    L’ARGILLA è una terra rossa che mescolata con l’acqua diventa una pasta che si può modellare fino ad ottenere l’oggetto desiderato.

    Poi, l’oggetto, veniva messo a cuocere in un focolare all’aperto. Una volta cotto, diventava robusto ed era utilizzato in vari modi.

    UNA NUOVA SCOPERTA, L’UOMO IMPARA A LAVORARE I METALLI: INIZIA L’ETA’ DEL BRONZO.

    Per millenni gli uomini costruirono i loro strumenti solo con PIETRE, LEGNO e con OSSA.

    Gli uomini primitivi nell’ETA’ DEL BRONZO imparano ad usare un metallo: IL RAME.

    Si trovarono però di fronte ad un problema: gli attrezzi costruiti con il rame non erano molto resistenti.

    Con il passare del tempo scoprirono che unendo IL RAME ALLO STAGNO (un altro metallo) OTTENEVANO IL BRONZO, UN METALLO MOLTO RESISTENTE.

    Passarono ancora molti altri anni e gli uomini impararono a lavorare un altro metallo resistentissimo: IL FERRO.

    IL VILLAGGIO

    Gli uomini nel Neolitico hanno fatto numerose ed importanti scoperte: hanno imparato a coltivare i campi, ad allevare gli animali, a costruire i recipienti con l’argilla.

    Le loro condizioni di vita gradatamente migliorarono.

    In qu

    • Accedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.