Anonimo
Anonimo ha chiesto in Matematica e scienzeIngegneria · 1 decennio fa

Rispetto a quale piano si misura l'altezza dell'utensile in tornitura?

Aggiornamento:

Hai ragione nn sono stato molto chiaro. Il problema è che ho preso questa domanda da un libro per cui io stesso non capisco bene cosa intenda per altezza: potrebbe anche darsi che per altezza intenda la lunghezza dello stelo fino ad un determinato piano (magari quello passante per il raccordo della punta dell'utensile) altrimenti deve essere quella che dici te GiulioF

2 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    Al piano parallelo alle guide del tornio e passante per il centro di rotazione del mandrino, corrispondente, se tutto è centrato, alla punta della contropunta. se è bassa e sfaccia, ai piccoli diametri non tornisce più la zona centrale, se è alta il ferro lavora troppo alto e spacca non presentando il taglio dell'utensile.

    Per fare velocemente i tornitori dei tempi che furono si preparavano una piccola dima di ottone con una base da appoggiare sulle guide (o sul carro) e una punta orizzontale all'altezza dell'asse mandrino, e regolavano l'altezza del ferro "battendo sulla punta della dima".

  • MDF
    Lv 5
    1 decennio fa

    non so se ho capito bene la domanda, comunque l'utensile, prima di eseguire le operazioni, deve essere centrato: questa operazione consiste nel portare la "punta" dell'utensile in corrispondenza dell'asse del pezzo in lavorazione, e lo si fa agendo prima accostandosi lateralmente e poi aggiustando l'altezza dell'utensile sulla torretta portautensile.

    Vista da questo punto di vista l'altezza, misurata rispetto al piano passante per l'asse del pezzo in rotazione e parallela al terreno, deve essere nulla.

    Altrimenti spiegati meglio, perchè il tornio lavora sugli altri due assi, l'altezza (intesa come nella direzione verticale ascendente da terra) non può e non deve lavorare!

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.