promotion image of download ymail app
Promoted
Anonimo
Anonimo ha chiesto in Scuola ed educazioneCompiti · 1 decennio fa

aiutooooooooooooooooooooo?

raga mi aiutate non so la 3 e 4 fase del motore a scoppio a 4 tempi per favore un riassuntiuno solo di ste 2 fasi che il 7 o i compito in classe

1 risposta

Classificazione
  • ?
    Lv 4
    1 decennio fa
    Risposta preferita

    ASPIRAZIONE:

    Nei motori ad accensione comandata le valvole di aspirazione si aprono per consentire l'ingresso della carica, che nei motori ad iniezione diretta è solo comburente (tipicamente aria) mentre per i motori ad iniezione indiretta o a carburatori consiste nella miscela preformata di combustibile-comburente. Il pistone scende dal punto morto superiore (PMS) al punto morto inferiore (PMI), durante questo tragitto la biella compie 1 corsa e la manovella ruota di 180°. Scendendo creano una forte depressione nella camera di combustione; grazie a questa depressione e all'inserimento di carburante da parte di un iniettore, la camera si riempie della quantità di carburante calcolata dalla centralina elettronica sulla base della pressione sul pedale dell'acceleratore.

    Per i motori diesel si ha solo l'aspirazione d'aria e l'iniezione diretta.

    COMPRESSIONE:

    Le valvole di aspirazione si chiudono e il pistone risale dal PMI al PMS, comprimendo l'aria o la miscela all'interno della camera di combustione spendendo lavoro.

    Nei motori diesel viene compressa aria e le pressioni raggiunte al termine di questa fase sono maggiori rispetto a quelle dei motori ad accensione comandata. L'elevata temperatura incendia il combustibile iniettato alla fine della fase di compressione.

    ESPANSIONE:

    Sfruttamento dell'energia sviluppata dalla combustione

    Motori ad accensione comandata

    Nei motori ad accensione comandata la combusitione avviene grazie all'innesco generato dalla scintilla che scocca tra gli elettrodi di una o più candele.La scintilla scocca nell' istante desiderato (grazie al segnale dei sensori di fase) dopo la compressione e poco prima che sia raggiunto il PMS . È importante sottolineare come in questa fase all'interno della camera di combustione non avvenga uno scoppio (come si usa erroneamente dire), bensì una combustione.La combustione prosegue rapidissima grazie all'avanzamento del fronte di fiamma e deve completarsi senza dare luogo ad un'esplosione (che causerebbe il così detto battito in testa) perché in tal caso le sollecitazioni , superando abbondantemente i parametri progettuali ,porterebbero rapidamente alla rottura meccanica. Questa fase è la sola "attiva" di tutto il ciclo poichè è l'unica fase dove si produce lavoro utile (il pistone viene spinto verso il PMI dall' energia prodotta dalla combustione). Le altre tre fasi sono dette "passive". L'energia necessaria in queste fasi viene fornita dal volano motore che immagazzina sotto forma di energia cinetica una parte dell'energia prodotta nella fase attiva per poi restituirla nelle altre tre fasi.

    Motori ad accensione per compressione

    Nei motori ad accensione per compressione (diesel ), la combustione del combustibile iniettato alla fine della fase di compressione avviene a causa del raggiungimento della temperatura di autoaccensione del commbustibile,tale aumento di temperatura è conseguenza del forte aumento di pressione generato dalla compressione

    La combustione genera un elevato aumento di entalpia,il fluido motore utilizza il "suo contenuo entalpico" per compiere il lavoro di espansione spingendo il pistone fino al PMI.

    SCARICO:

    La/e valvola/e di scarico si aprono prima che il pistone arrivi al PMI questa fase si chiama "Scarico libero", sceso al PMI risale spinto dal movimento degli altri pistoni o per effetto delle masse volaniche nei motori monocilindrici "Scarico forzato", espellendo i gas provocati dalla combustione attraverso l'apertura delle valvole di scarico, che fanno evacuare il gas combusto dal cilindro, preparandolo ad un nuovo ciclo, mentre i residui della combustione vengono immessi nel collettore di scarico, collegato all'impianto di scarico, costituito dalla marmitta catalitica, dal silenziatore e in alcuni casi , come nel motore diesel, anche dal filtro attivo antiparticolato, filtrando i gas e scaricandoli nell'aria. Le dimensioni di quest'ultimi componenti sono proporzionali alla cilindrata del motore.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.