?
Lv 6
? ha chiesto in Società e cultureReligione e spiritualità · 1 decennio fa

Perchè nel cattolicesimo 3 maghi astrologi vengono venerati e l'astrologia viene condannata?

Oggi è l'epifania, il giorno dell'arrivo dei Re Magi, che secondo la tradizione lessero nelle stelle l'arrivo di Gesù Cristo e furono guidati da una stella alla capanna di Betlemme. Appena un paio di giorni fa il Papa ha ribadito la condanna dela chiesa all'astrologia. Non vi sembra un controsenso? La mia domanda non è nata per fare polemica ma per ottenere una risposta, possibilmente razionale a una domanda che mi è venuta in mente oggi.

Ringrazio anticipatamente tutti quelli che risponderanno e invito di non traformare la mia curiosità in una guerra religiosa tra fazioni di fanatici Atei, fanatici Cattolici o fanatici di qualsivoglia credo religioso!

Aggiornamento:

non mi sembra...leggere un evento futuro nelle stelle è ora come allora astrologia...e nelle stelle i magi hanno letto secondo la tradizione la nascita di Gesù Cristo...Questo secondo la tradizione che ci è stata tramandata nei secoli. L'astronomia, alla Margherita Hack per intenderci, è lo studio delle stelle privo di qualunque intento divinatorio!

8 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    I Magi guidati dalla stella

    Quei Magi non erano che astrologi provenienti dall’Oriente. (Matt. 2:1, 2, NM; NE) Anche se oggi l’astrologia va di moda, è qualcosa che la Bibbia disapprova energicamente

    Avrebbe Dio condotto dal neonato Gesù persone le cui pratiche condannava?

    Matteo 2:1-16 mostra che la stella condusse gli astrologi prima da Erode e poi da Gesù, e che di conseguenza Erode cercò di far uccidere Gesù. Non viene detto che qualcun altro oltre agli astrologi abbia visto la “stella”. Dopo la loro partenza, l’angelo di Geova avvertì Giuseppe di fuggire in Egitto per proteggere il bambino. La “stella” era un segno da Dio o veniva da qualcuno che cercava di far uccidere il Figlio di Dio?

    Si noti che il racconto biblico non dice che i Magi trovassero il piccolo Gesù in una mangiatoia, come lo rappresenta l’iconografia natalizia tradizionale. Quando gli astrologi arrivarono, Gesù e i genitori vivevano in una casa. In quanto all’età che Gesù allora aveva, si tenga presente che Erode, in base a ciò che aveva udito dagli astrologi, decretò che fossero uccisi a Betleem e dintorni tutti i bambini dai due anni in giù. — Matt. 2:1, 11, 16.

    Lo scambio di doni come parte della festa; favole su Babbo Natale, ecc.

    L’abitudine di scambiarsi doni a Natale non si basa su ciò che fecero i Magi. Come indicato sopra, questi non arrivarono al tempo della nascita di Gesù. Per di più non si scambiarono i doni fra loro, ma li offrirono al bambino Gesù, secondo l’usanza dell’epoca nel visitare personaggi autorevoli.

  • ?
    Lv 7
    1 decennio fa

    L'astrologia viene condannata, ma al tempo stesso le è stato messo un bel vestito: quello della mitizzazione degli eventi.

    I Re Magi hanno un'origine astronomica con valenza astrologica nei tempi antichi (astronomia e religione erano un'unica scienza: l'astrologia)

    La data del 25 Dicembre e' da sempre stata associata c.on la "rinascita del Sole", come ad esempio nella festa del "Natale del Sole Invitto" (dies natalis solis invicti) che veniva festeggiato nell'antica Roma prima dell'avvento del Cristianesimo. Già in questa occasione i Romani festeggiavano scambiandosi doni.

    Si festeggiava la rinascita del Sole, poichè l'astro, il giorno del Solstizio d'inverno (21 Dicembre), raggiunge il suo punto piu' basso nel corso dell'anno, con conseguente diminuzione delle ore di luce e calore. I successivi tre giorni il Sole sembra rimanere in una fase di stasi: non continua ad abbassarsi ma non comincia neanche a salire: in questi tre giorni il sole ai nostri antenati sembrava "morire", per poi "risorgere" il 25 Dicembre, giorno della "rinascita del sole", in cui riprende la sua l'ascesa nel cielo che culminera' col solstizio d'estate (21 Giugno) con il costante aumento delle ore di luce e di calore.

    Entrando nello specifico: trattandosi di divinità solari, i 12 apostoli rappresentano le 12 Costellazioni dello Zodiaco nelle quali il Sole si muove apparentemente nel corso dell'anno, i 3 Re rappresentano le 3 stelle della cintura di Orione che seguono Sirio (la "Stella cometa") verso Est, la direzione in cui il sole sorge, e la Vergine rappresenta la Costellazione della Vergine, che il 24 Dicembre sorge intorno alla mezzanotte (o meglio, sorgeva: per via della "Precessione degli Equinozi), dando l'impressione che la Vergine "partorisca" il Bambino (Sole). Non a caso moltissimi messia delle piu' svariate religioni sono nati da una Vergine, il cui nome inizia con una M: la M e' anche il simbolo del segno della Vergine dai tempi piu' antichi.

    http://www.chiarelettere.gruppi.ilcannoc…

    Fino al XVII secolo col termine astrologia si indicava anche l'astronomia, nonostante sia chiaro fin dal I secolo che si tratta di due discipline distinte.

    Successivamente, con la separazione delle due scienze, la Chiesa ha messo al bando (ma solo ufficialmente) l'astrologia mantenendo rapporti solo con la Scienza intesa come la intendiamo oggi.

    In ogni mito religioso o meno c'è in origine un evento astronomico.

  • 1 decennio fa

    Sembra un controsenso perché è un controsenso.

    Da Wikipedia:

    "Una delle evoluzioni più rilevanti è il passaggio dalla condizione di astrologi a quella di re. L'opinione più accreditata è che si tratti di un richiamo alle profezie dell'Antico Testamento che parlano dell'adorazione del Messia da parte di alcuni re (Isaia 60:3, Salmi 72:10 e 68:29). I primi esegeti avrebbero, dunque, reinterpretato il passo di Matteo alla luce di queste profezie elevando i Magi al rango di re."

    Ecco fatto, inglobati i Magi nella tradizione cristiana (senza più il loro status di astrologi e sacerdoti zoroastriani), è possibile farli convivere con condanna all'astrologia (condanna che io appoggio decisamente, eh! Ma che estendo a qualunque genere di superstizione, quella religiosa in primis).

  • Spia75
    Lv 5
    1 decennio fa

    Innanzitutto cerchiamo di capire chi erano realmente questi Re Magi.La parola Magi deriva da Mago e questo non significa che erano dotati di poteri soprannaturali ma semplicemente che appartenevano a una casta sacerdotale,il fatto che erano astrologi poi significa che erano conoscitori dei fenomeni celesti;ma aldilà di tutto entriamo nella loro interiorità e vediamo da quali sentimenti erano mossi:questi re venivano da terre lontane e per adorare Il Bambino intrapresero un viaggio lungo e faticoso e alla fine Gli offrirono dei doni.Detto questo analizziamo invece i cosiddetti astrologi moderni la maggiorparte dei quali sono conoscitori no dei fenomeni celesti ma delle debolezze umane sfruttandole a proprio vantaggio e mentre i Re Magi sono dispensatori di doni questi astrologi sono in cerca di doni anche molto esosi ;questi astrologi non sono mossi da sentimenti di fede e di umiltà ma sono spesso molto arroganti e in cerca di fama e di successo quindi ti invito a fare una netta distinzione tra questi due tipi di astrologi e ricorda che chi possiede realmente dei doni non li mette in vendita ma li dona a sua volta ricevendo in cambio una grande gioia.Buon'Epifania!

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 1 decennio fa

    Guarda che i magi e la stella cometo sono tratti dai vangeli apocrifi. Nessun vangelo dei quattro cosiddetti autentici ne parlano. Io comunque non credo che siano mai esistiti e che nessuna cometa è apparsa in cielo. Sono fesserie raccontate per creare una certa aurea di leggenda intorno alla nascita di Gesù raccontata solo da fonti religiose ma da nesson storico di quei tempi.

  • Anonimo
    1 decennio fa

    I Magi erano studiosi della religione ebraica; nel libro dei Numeri si parla di un nuovo astro che doveva nascere come segno della nascita del re dei Giudei. Guardando il cielo videro la nuova stella e capirono che l'antica profezia (vecchia di oltre 1.000 anni) si era finalmente adempiuta.

    Studiare gli astri non è male; il Papa non ha criticato chi studia le stelle per dedurre influenze varie sulla vita degli umani; ha criticato chi ripone fiducia negli oroscopi come se avessero una influenza reale sulla nostra vita, o nelle dichiarazioni di pseudo-maghi che per la maggior parte sono solo dei furbi senza nessuna dote particolare.

    Personalmente ho trovato che il mio oroscopo personale coincide con le mie caratteristiche per il 49%; per il 51% non coincide. Ma è vero che le coincidenze sono più impressionanti (e notate) delle altre.

  • Anonimo
    1 decennio fa

    perchè all'epoca per astrologia si intendeva astronomia

  • 1 decennio fa

    L'interpretazione dei Re Magi come astrologi è tutta da verificare. Ciò è dovuto al fatto che essi guardavano le stelle in cielo e le interpretavano, ma ciò non significa che fossero essenzialmente astrologi, ma chiaroveggenti.

    Quindi, non vedo il problema effettivamente. Il Papa credo abbia condannato l'astrologia in quanto alcuni ne approfittano e non interessa le persone serie.

    Vedi...anche chi pratica l'agopuntura è ritenuto "strano" e non scientifico: ciò non significa che non si debba prendere sul serio.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.