kawaii
Lv 4
kawaii ha chiesto in Scuola ed educazioneUniversità · 1 decennio fa

per diventare architetto...?

...basta finire il liceo artistico con indirizzo architettura o bisogna anche fare l'università?

6 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    1 decennio fa
    Risposta preferita

    L'architetto è la figura professionale massimamente esperta della progettazione architettonica, del restauro dei monumenti, della pianificazione, dell'estimo in relazione alla costruzione di edifici e più in generale di spazi a livello architettonico e urbanistico. È storicamente tra gli attori principali della trasformazione dell'ambiente costruito. Gli architetti trovano impiego non solo nel campo dell'edilizia, ma anche in settori più o meno affini all'architettura, come l'arredamento, il design e la grafica.

    Il termine deriva dal greco ἀρχιτέκτων (arkhitekton), parola composta da arkhi (capo), particella prepositiva che serve a denotare superiorità, eccellenza, autorità, ossia responsabilità e consapevolezza di colui che si accinge a costruire, e tekton (costruttore).

    Malgrado quello di architetto sia un termine specifico riferito ad un professionista laureato ed abilitato, la parola è spesso usata impropriamente in un senso più generico per definire chi viene incaricato di progettare l'edificazione (o demolizione) di un ambiente attraverso gli strumenti della ragione (per esempio, i creatori di software o i designer talvolta chiamano se stessi architetti). Il titolo di architetto è tuttavia tutelato dalla legge, in Italia come in molti altri paesi, ed è reato fregiarsi di tale titolo senza possederne le caratteristiche legali.

    Aspetti professionali:

    Gli architetti sono considerati dei professionisti, come lo sono medici, avvocati, ingegneri, in quanto è loro richiesto un percorso formativo specifico e una precisa abilitazione professionale (esame di stato o di abilitazione). I requisiti per l'ingresso alla professione possono variare notevolmente a seconda della nazione in cui operano.

    La professione in Italia:

    Per accedere alla professione di architetto in Italia sono richieste:

    laurea in architettura o laurea in ingegneria edile/architettura 4/S come specificato nel DPR 328/2001)

    abilitazione professionale, che si ottiene superando un esame di stato che consiste in quattro prove (tre scritte e un'orale).

    iscrizione all'ordine professionale degli architetti.

    L'Ordine degli architetti - che a seguito di una recente riforma raccoglie anche i pianificatori (urbanisti), i paesaggisti e i conservatori dei beni storico-architettonici - è il supremo organo di tutela professionale, ed è organizzato su base provinciale (in base al luogo di residenza dell'architetto). All'interno dell'ordine vi sono attualmente diverse classi e categorie, a seconda della specifica abilitazione.

    Hanno diritto al titolo di dottore in architettura i laureati secondo i vecchi ordinamenti e quelli in possesso dell'attuale laurea quinquennale; gli stessi possono sostenere l'esame di abilitazione per il titolo di architetto, pianificatore, paesaggista e conservatore e consequenzialmente iscriversi all'ordine professionale nella sezione A.

    I laureati dei nuovi ordinamenti con laurea triennale hanno diritto a sostenere l'esame di abilitazione per iscriversi alla sezione B. Il loro titolo sarà quello di architetto junior, ed avranno alcune limitazioni nell'ambito professionale, ovvero potranno svolgere solo attività di collaborazione alle attività di progettazione degli architetti e degli ingegneri e solo relativamente a costruzioni civili semplici con l'uso di metodologie standardizzate.

    La legge italiana riconosce prerogative equivalenti a quelle degli architetti anche agli ingegneri civili o edili regolarmente iscritti al rispettivo ordine, per quanto riguarda l'esercizio della professione. Rimane campo esclusivo dell'architetto l'intervento su manufatti storico-architettonici vincolati dalla legislazione specifica.

    Altri professionisti del settore edilizio sono il geometra e il perito industriale specializzato in edilizia (perito edile); tali figure professionali hanno varie limitazioni rispetto ad architetti ed ingegneri ed anche, a seguito di un diverso e più breve percorso di studi, finalizzato all'apprendimento di aspetti basilari e complementari del lavoro nell'edilizia, nell'estimo, nella topografia e nella progettazione di medie strutture anche civili.

    Spero d' esserti stato d' aiuto. Ciao.

    Fonte/i: wikipedia
  • Anonimo
    1 decennio fa

    be se nn fai l'università diventerai geometra al max! x l'architetto ci vuole pazienza e bisogna si fare l'università con l'inidirizzo adeguato.. e poi vedi il vantaggio l'architetto è una posizione molto alta rispetto al geometra!

  • 1 decennio fa

    AREA ARCHITETTURA E URBANISTICA

    ARCHITETTO

    L'architetto è una figura professionale in grado di confrontarsi con la complessità del processo progettuale in tutti i suoi aspetti e di comprendere, usare, coordinare teorie e tecniche proprie di diversi ambiti disciplinari umanistici e scientifici. Il progetto di architettura e il sapere specifico a esso legato vengono posti all'interno di un insieme di relazioni complesse che spaziano dalla cultura del proprio tempo, alla storia, alle tecnologie, alle tecniche e ai luoghi. In questo modo, si formano architetti capaci di progettare nuovi edifici e di intervenire in quelli esistenti, misurarsi con i temi più prestigiosi della tradizione progettuale usando gli strumenti del progetto urbano e dell'urbanistica, assicurare la permanenza e il riuso del patrimonio architettonico, controllare e trasporre in qualità figurativa la complessità tecnico-costruttiva e di intervenire nel paesaggio affrontando temi, problemi e scale differenti.

    L'architetto junior è un progettista in grado di identificare, affrontare e risolvere i problemi dell'architettura e dell'edilizia, con metodi, tecniche e strumenti aggiornati. Le sue attività professionali sono basate sulla collaborazione alle attività di progettazione, di direzione dei lavori, vigilanza, misura, contabilità, liquidazione, relative a costruzioni civili semplici, con l'uso di metodologie standardizzate e rilievi diretti e strumentali sull'edilizia attuale e storica. Egli unisce una forte tradizione culturale alla innovazione disciplinare del progetto richiesta dalle problematiche dell'abitare contemporaneo.

    TIPICO AMBITO DI IMPIEGO

    L'architetto può esercitare come libero professionista o può svolgere funzioni di elevata responsabilità in istituzioni ed enti pubblici e privati nei campi della costruzione e trasformazione della città e del territorio. L'architetto junior può svolgere varie attività professionali: collaborazione alle attività di progettazione, direzione dei lavori, stima e collaudo di opere edilizie, comprese le opere pubbliche.

    FORMAZIONE RICHIESTA

    Università IUAV di Venezia

    * Architettura - Architettura per la conservazione (Laurea magistrale)

    * Architettura - Architettura per la sostenibilità (Laurea magistrale)

    * Architettura - Architettura per la città (Laurea magistrale)

    * Architettura - Architettura della costruzione (Laurea magistrale)

    * Architettura - Architettura per il paesaggio (Laurea magistrale)

    * Scienze dell'architettura (Laurea)

    Università di Padova

    * Ingegneria civile (Laurea)

    * Ingegneria edile-architettura (Laurea magistrale a ciclo unico)

    * Ingegneria per l'ambiente e il territorio (Laurea)

    ULTERIORI REQUISITI

    Per l'esercizio della libera professione in qualità di architetto è necessaria l'iscrizione all'albo degli Architetti, pianificatori, paesaggisti e conservatori - sez. A - settore "architettura" previo superamento dell'esame di Stato per chi è in possesso della laurea specialistica nella classe 4/s Architettura e ingegneria edile. Per l'esercizio della libera professione in qualità di architetto iunior è necessaria l'iscrizione all'albo degli Architetti, pianificatori, paesaggisti e conservatori - sez. B - settore "architettura" previo superamento dell'esame di Stato per chi è in possesso della laurea triennale in una delle seguenti nella classi: classe 4 - Scienze dell'architettura e dell'ingegneria edile; classe 8 - Ingegneria civile e ambientale.

    LINK UTILI

    * Consiglio nazionale degli Architetti, pianificatori, paesaggisti, conservatori

    www.archiworld.it link esterno

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • FATTELO SPIEGARE DAI TUOI PROF.

  • 1 decennio fa

    per me basta che vai in comune e dici di voler fare l architetto.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.