Anonimo
Anonimo ha chiesto in Casa e giardinoFai-da-te · 1 decennio fa

Plastico di centrale idroelettrica?

ciao a tutti,

mi piacerebbe costruire, in vista della maturità, un modellino di centrale idroelettrica; i problemi più grossi che si presentanto sono: la scelta dell'alternatore (quella macchina che produce l'energia elettrica) e la fabbricazione della turbina (meccanismo messo in movimento dall'acqua collegata poi all'alternatore). Come alternatore ho pensato ad un motorino da phon e come turbina non mi viene in mente nulla....SAPETE X FAVORE DARMI QUALCHE IDEA E\O CONSIGLIO..??? grazie 1000 !!

1 risposta

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    ...e con il motore da phon come intendi generare elettricità?

    Ti consiglio una dinamo, i magneti permanenti ti facilitano la generazione di corrente, altrimenti modificare il motore per separare l'eccitazione e costruire anche un regolatore, non ti passa più!

    Poi sarebbe meglio un motorino elettrico da giocattolo, tipo automobilina, perchè una dinamo tipo bicicletta è "dura" da muovere e ti occorrerebbe un salto d'acqua di oltre un metro, e il plastico inizia ad essere ingombrante....

    in ogni caso non voglio rovinarti la fantasia, perciò se vuoi tentare un plastico "medio", come turbina si potrebbe usare una pompa da lavatrice in plastica o meglio ancora una pompa da lavastoviglie, ma si trovano anche piccole pompe per liquidi in diversi materiali purchè centrifughe perchè sono reversibili, quindi muovere l'albero spingendo il liquido.

    Le turbine migliori sono quelle per auto perchè hanno attriti quasi irrisori, ma usate con acqua arrugginiscono e come minimo si devono verniciare con smalti sintetici, si possono trovare dai rottamai d'auto o da meccanici, una turbina crepata non funzina ad alte pressioni, ma per l'acqua può andare bene.

    un alternatore da auto si dovrebbe modificare togliendo il ponte di diodi per riavere le 3 fasi in alternata che poi con un trasformatore elevatore puoi portare alla tensione che preferisci...

    Non saprei se ci sono alternatori da moto più piccoli.... e comunque l'eccitazione la devi ricostruire a parte.

    Spero di non aver spento il tuo entusiasmo, ma hai scelto una cosa più complicata di quanto non sembra e se intendi perseguirla hai il mio appoggio anche tecnico, l'idea mi passò diverse volte per la mente, ma mai portata avanti....

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.