? ha chiesto in Scuola ed educazioneCompiti · 10 anni fa

mi date la civiltà nuragica corto massimo 15 righe 20 punti se me la date entro le 16:00 se no niente?

magari se me lo inviate un po dopo nn vi preoccupate vi do sempre punti un po' di meno ma ve li do

1 risposta

Classificazione
  • Angela
    Lv 6
    10 anni fa
    Migliore risposta

    I nuragici erano pastori erranti stanziati in Sardegna organizzati in tribù e le tribù in clan che si scontravano spesso tra loro per contendersi i pascoli migliori. Le comunità erano fortemente gerarchizzate: a capo stava un re-pastore, un capo tribù che deteneva i massimi poteri religiosi, politici e militari.

    Il re-pastore viveva nel nuraghe mentre i sudditi vivevano in capanne di legno e frasche o in pietra.

    L'esempio più eloquente di come doveva essere un villaggio nuragico è visibile a Barumini (CA) dove intorno alla maestosa reggia nuragica si sviluppa un complesso agglomerato di capanne, recinti e costruzioni di vario genere.

    Queste comunità, clan e tribù, spesso in conflitto o comunque divise erano pur sempre unite dal medesimo sentire culturale, morale, religioso. I santuari nuragici sono il segno di questa unità e in essi si svolgevano grandi adunate nelle quali diverse tribù si ritrovavano insieme in occasione di eventi religiosi.

    I nuragici avevano una religiosità di tipo naturalistico fondata sull'adorazione degli elementi della Natura, considerati come contenenti lo spirito divino: erano oggetto di culto le pietre, gli alberi e particolarmente radicato era il culto dell'acqua, piovana o sorgiva, considerata preziosa in una terra arida come la Sardegna; e infatti la costruzione più importante del santuario era il tempio a pozzo dove si svolgevano le cerimonie legate al culto delle acque.

    Il culto dei morti era essenzialmente fondato sulla coppia divina Dea Madre-Dio Toro e a questo sentire il popolo dei nuraghi diede forma nelle arcaiche e solenni architetture delle tombe monumentali: le tombe dei giganti chiamate così per la credenza che tombe tanto grandi potessero servire solo a tumulare uomini giganteschi. Tra le tombe dei giganti meglio conservate ricordiamo quella colossale di Li Muri, presso Arzachena (SS) e quella di Is Concias, presso Quartucciu (CA).

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.