Sandro P ha chiesto in Politica e governoImmigrazione · 1 decennio fa

Qualcuno sui fatti di Rosarno si è un po' ravveduto?

Alla luce dei fatti che si sono in parte accertati, in seguito alle gambizzazioni ed agli incendi mafiosi, in seguito all'ottimo lavoro dei giornalisti calabresi che hanno raccontato i fatti, in seguito alla presa di posizione di Saviano, in seguito alla retata di arresti di affiliati alle famiglie Pesce e Bellotto, in seguito alla presa di posizione dell'ONU e dell'Egitto, in seguito alla condanna di Maroni dei datori di lavoro degli immigrati ed in seguito alla fine dell'isteria mediatica che ha iniziato a dare un minimo di voce alla parte sana di Rosarno, ancora pensate che quelli che hanno prima provocato e poi dopo hanno fatto rappresaglia contro gli africani di rosarno siano semplici cittadini esasperati dalla comunità africana che stava prendendo il controllo della cittadina?

Aggiornamento:

Gente, sapete leggere? da alcune vostre risposte ritengo di no...

9 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    Io ormai sono schifata da tutto questo...

    Il compito della politica è di favorire l'integrazione, di fare tutto il possibile per favorire un incontro e non quello di alimentare gli scontri e di provocarli.

    Da sempre, nel mondo, i popoli si integrano... è un processo irrefrenabile, non è possibile fare diversamente. Da sempre il popolino, teme quello che non conosce.

    Il compito della politica non è quello di cavalcare le paure, usarle, fomentarle per creare scontri, ma è quello di favorire un'integrazione nel modo più pacifico possibile, in modo che diversi popoli che si incontrano possano collaborare, conoscersi, trovare punti d'incontro.

    Se a scuola due bambini si picchiano , la maestra non incita a darsele più forte per cacciarne via uno. La maestra, che è un'adulta responsabilie, fa di tutto per far sì che i due possano convivere pacificamente.

    Qui siamo davanti a "maestre" (certa politica) più limitate e a un livello più basso dei "bambini".

    E non c'è solo ignoranza... c'è cattiva fede. Perchè questi politici sanno benissimo che il mondo va verso la globalizzazione e in nessun modo si può promettere che ognuno starà a casa propria. Lo sanno, ma siccome parlare onestamente alle persone è scomodo e poco produttivo, scelgono consapevolmente di dire cavolate, di far finta di dare ragione alle loro paure (per raccattare voti). Così, da una parte non fermano l'immigrazione perchè è impossibile, dall'altra però continuano a alimentare scontri.

    Oltretutto, essendo un paese con crescita bassissima, che fa sempre meno figli, gli immigrati ci sono indispensabili, senza ci estingueremmo. Tutti vogliono la donna delle pulizie, gli operai in fabbrica, quelli che raccolgono i pomodori nei campi... però poi queste persone, dopo essersi spaccate la schiena per fare i lavori che noi non siamo più in grado di fare, dovrebbero scomparire, non farsi vedere in strada, non abitare le nostre case, non affittare, non vivere nelle nostre città... dovrebbero dissolversi nel nulla e poi ricomparire magicamente solo sul posto di lavoro dove serve l'immigrato da pagare poco, che fa qualunque lavoro umile senza battere ciglio...

    Ognuno ha i politici che si merita.

  • 1 decennio fa

    Prima pensavo che:

    - La 'ndrangheta porta una situazione di illegalità insopportabile

    - La presenza di molti immigrati irregolari ne è la dimostrazione

    - La 'ndrangheta si avvantaggia dello sfruttamento dei clandestini

    - Locali e immigrati sono vittime della 'ndrangheta

    - La violenza non è la soluzione

    - Nessun vincitore, tutti vinti

    e continuo a pensarlo

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Fra una decina di giorni non fregherà piu niente a nessuno degli extracomunitari, che continueranno ad arrivare e a lavorare in nero. dei mafiosi che morto o arrestato un boss ne fanno un altro , degli abitanti del paese che se non stanno zitti saranno loro ad essere gambizzati .

    E quello che mi fa piu incaz... che a nessuno dei nostri politici e di quelli che ci governano continuerà a non fregare niente di noi poveracci italiani che ci vediamo arrivare addosso immondizia da tutte le parti...................Immigrazione...

    mafia...corruzzione...delinquenza ecc ecc

    Fonte/i: la vita di tutti i giorni
  • Sonda
    Lv 5
    1 decennio fa

    Io ho sempre pensato che ci fosse dietro la 'ndrangheta e gli interessi di certi imprenditori cui la manodopera a basso costo fa comodo

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 1 decennio fa

    ma come, i giornalisti italiani non erano tutti degli incapaci?

    E soprattutto, presa di posizione dell'Egitto?? Dove vengono ammazzati cristiani? Cavolo.. pensaci bene, non sei tu che dovresti ravvederti?

    Poi, Onu? Quello scherzo di organizzazione che in da quando è stata creata si è rivelata totalmente incapace di risolvere la questione mediorientale?

    E perchè non parliamo delle vittime italiane aggredite dall'orda barbarica di africani?

    Chi è che si dovrebbe ravvedere e vergognare? Tu.

  • 1 decennio fa

    io in fondo sono d'accordo con il conte eiacula...io i calabresi non li vedo vittime,vittime di niente..

    come se non fossero a conoscenza delle attività della mafia,come se non fossero schiavisti e come se non fossetro razzisti..

  • 1 decennio fa

    Leggendo l'inizio della tua domanda ho avuto l'impressione che ti fossi informato, che avessi capito qualcosa, invece nella conclusione dimostri di non aver capito una mazza. In ogni caso prima di cercare motivi di comprensione per la gente di Rosarno dovresti almeno ammettere che sono stati proprio loro i primi a sparare e gambizzare due passanti inermi. Dovresti almeno riconoscere che da anni a Rosarno è stata istituita e tollerata una sorta di schiavitù legalizzata, con tanto di negrieri e schiavisti che operano con il tacito assenso della popolazione e delle istituzioni. Dal mio punto di vista non vi è alcuna distinzione tra chi pretende di lucrare sulla vita dei disperati costringendoli a condizioni di vita disumane e retribuzioni miserabili e chi, di fronte a tutto questo, preferisce tacere o guardare altrove. A Rosarno, come in buona parte della Calabria la cultura della legalità, della partecipazione civica e del controllo sociale è ancora un traguardo molto lontano, dunque non vi è alcuna distinzione tra gli schiavisti e chi sapeva e ha osservato tutto senza indignarsi e senza fare nulla. Sono tutti fatti della stessa pasta :schiavisti e cittadini comuni, politici e camorristi. Tutti! Senza distinzioni di sorta.

  • Anonimo
    1 decennio fa

    che problema c è ...ora andranno al nord....e li campi di pomodori cene sono un po meno....

    ...io ho nel sangue sia il nord che il sud italia e conosco bene entrambe le realtà...

    la mafia è brutto dirlo ma molte volte fa cio che lo stato non fa al nord...la mafia è un tipo di stato...e lo stato è un tipo di mafia...e non mi venite a dire che gli omicidi del caso marrazzo siano casuali....

    solo che la mafia è molto meno burocratica e piu efficiente....mi dispiace con tutto il cuore dirlo ma è cosi....è la triste realtà...avremmo bisogno di un regime ,non di uno stato almeno per un po di anni...

    comunque io so chè è molto difficile che un gruppo di rumeni stupri una ragazza calabrese,siciliana o napoletana o comunque del sud...non ne ho mai sentito notizia e qui la mafia non centra un bel niente...

    un motivo ci sarà

    chance ,sono schifato io da te.io sono ITALIANO sono OPERAIO e ne vado fiero...e sono schifato da quelli come te che dicono che il lavoro che faccio io nessun italiano lo vorrebbe piu fare...ok?e posso portarti centinaia di ragazzi ITALIANI che vorrebbero lavorare in fabbrica?

    mi consideri una razza inferiore?sei tu la vera razzista.siete voi che fomentate il razzismo.vi credete di fare tutti i dirigenti,avvocati manager o medici?giu tutti gli italiani classe dirigente e tutti gli stranieri operai?questo tu come lo chiami?è peggio il tuo razzismo del mio

    vallo a dire agli operai(italiani) di termini imerese che tanto quelli sono lavori che noi italiani non siamo piu in grado di fare...

    razzista e classista

  • Anonimo
    1 decennio fa

    La gente che non fa nulla per ribellarsi contro la malavita, merita di continuare a vivere come i legumi !! Forse un giorno ringrazieranno agli immigrati per aver fatto il lavoro che loro non sono in grado di fare : SCONFIGGERE LA MALAVITA !!!

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.