Anonimo
Anonimo ha chiesto in Società e cultureReligione e spiritualità · 10 anni fa

Se l'Africa è povera e gli Africani, privati della loro identità, emigrano, è colpa dei cristiani?

"Quando l'Africa era davvero nera non moriva di fame"

- di Massimo Fini -

Sui fattacci di Rosarno anche la stampa più bieca e razzista è stata costretta a prendere le parti degli immigrati (“Hanno ragione i negri”, ha titolato il Giornale, 9/1), sfruttati fino all'osso per i famosi lavori che “gli italiani non vogliono più fare”, costretti a vivere in case di cartone e, come se non bastasse, presi anche a pallettoni.

Ed è assolutamente ipocrita chiamarli “neri”, in linguaggio politically correct, come fa la sinistra se poi li si tratta da “negri” che è il senso ironico del titolo di Feltri. Quando però si analizzano le cause di queste migrazioni ormai bibliche, che portano a situazioni tipo Rosarno in Europa e negli Stati Uniti, la stampa occidentale resta sempre, e non innocentemente, in superficie. Si dice che costoro sono attratti dalle bellurie del nostro modello di sviluppo. Ora, no c'è immigrato che non possegga almeno un cellulare e che non sia in grado di avvertire chi è rimasto a casa di che “lacrime grondi e di che sangue” questo modello, per tutti e in particolare per chi, come l'immigrato, è l'ultima ruota del carro.

Si dice allora che costoro sono costretti a venire qui a fare una vita da schiavi a causa della povertà e della fame che strazia i loro Paesi. E questo è vero. Ma non si spiega come mai queste migrazioni di massa sono cominciate solo da qualche decennio e vanno aumentando in modo esponenziale. In fondo le navi esistevano anche prima e pure i gommoni. Il fatto che gli immigrati di Rosarno siano prevalentemente provenienti dall'Africa nera ci dà l'opportunità di spiegarlo.

L'opinione pubblica occidentale, anche a causa della disinformatia sistematica dei suoi media, è convinta che la fame in Africa sia endemica, che esista da sempre. Non è così. Ai primi del Novecento l'Africa nera era alimentarmente autosufficiente. Lo era ancora, in buona sostanza (al 98%), nel 1961. Ma da quando ha cominciato ad essere aggredita dalla pervasività del modello di sviluppo industriale alla ricerca di sempre nuovi mercati, per quanto poveri, perché i suoi sono saturi, la situazione è precipitata. L'autosufficienza è scesa all'89% nel 1971, al 78% nel 1978. Per sapere quello che è successo dopo non sono necessarie le statistiche, basta guardare le drammatiche immagini che ci giungono dal Continente Nero o anche osservare a cosa siano disposti i neri africani, Rosarno docet, pur di venir via.

Cos'è successo? L'integrazione nel mercato mondiale ha distrutto le economie di sussistenza (autoproduzione e autoconsumo) su cui quelle popolazioni avevano vissuto, e a volte prosperato, per secoli e millenni, oltre al tessuto sociale che teneva in equilibrio quel mondo (come è avvenuto in Europa agli albori della Rivoluzione industriale quando il regime parlamentare di Cromwell, preludio della democrazia, decretò la fine del regime dei “campi aperti” (open fields), cosa a cui le case regnanti dei Tudor e degli Stuart si erano opposte per un secolo e mezzo, buttando così milioni di contadini alla fame pronti per andare a farsi massacrare nelle filande e nelle fabbriche così ben descritte da Marx ed Engels).

Oggi, nell'integrazione mondiale del mercato, nella globalizzazione, i Paesi africani esportano qualcosa ma queste esportazioni sono ben lontane dal colmare il deficit alimentare che si è venuto così a creare. E quindi la fame.

Senza per questo volerlo giustificare il colonialismo classico è stato molto meno devastante dell'attuale colonialismo economico. Fra i due c'è una differenza sostanziale, di qualità. Il colonialismo classico si limitava a conquistare territori e a rapinare materie prime di cui spesso gli indigeni non sapevano che farsi, ma poiché le due comunità rimanevano separate e distinte poco cambiava per i colonizzati che, a parte il fatto di avere sulla testa quegli *******, continuavano a vivere come avevano sempre vissuto, secondo la loro storia, tradizioni, costumi, socialità, economia.

Il colonialismo economico, invece, ha bisogno di conquistare mercati e per farlo deve omologare le popolazioni africane (come del resto le altre del cosiddetto Terzo Mondo) alla nostra way of life, ai nostri costumi, possibilmente anche alle nostre istituzioni (la creazione dello Stato, per soprammercato democratico o fintamente democratico, ha avuto un impatto disgregante sulle società tribali), per piegarle ai nostri consumi. In Africa si vedono neri con i RayBan (con quegli occhi!) e il cellulare, che costano niente, ma manca il cibo. Perché il cibo non va dove ce n'è bisogno, va dove c'è il denaro per comprarlo. Va ai maiali dei ricchi americani e, in generale, al bestiame dei Paesi industrializzati, se è vero che il 66% della produzione mondiale di cereali è destinato alla alimentazione degli animali dei Paesi ricchi (dato Fao).

E adesso ci si è messa anche la Cina, new entry in questo gioco assassino, che compra, con la complicità dei governanti corrotti, intere regioni

5 risposte

Classificazione
  • 10 anni fa
    Migliore risposta

    La cannibalizzazione delle risorse non da mai risultati positivi sul lungo periodo. L' estrema condizione di indigenza e di scarsa igiene cui sono costretti i clandestini in larga percentuale, hanno riportato in Italia la TBC e hanno segnato un ritorno di odio verso di loro. Non per loro colpa ma per la gestione della crisi globale. Anziché favorire il mercato interno, conservando posti di lavoro molte imprese italiane stanno delocalizzando. Questo crea un impoverimento grave al limite della guerriglia urbana che il falso liberismo occidentale non può tenere a freno. Ma il falso liberismo occidentale, con il gravame dei malcostumi italiani rischia di creare un effetto domino: ovvero la balcanizzazione sempre più larga dei rapporti di chi ha ancora qualcosa da difendere contro chi ha perso tutto. Nessuna economia si salva con i titoli di borsa e le speculazioni. Quando a Settembre- Ottobre verrà il crack delle assicurazioni vi sarà il crollo dei capitalismi, compresi quelli emergenti. Allora, per paralisi industriale si attenueranno i sintomi del riscaldamento globale. In sintesi, ci dovremo dimenticare il dominio sui poveri e il dominio economico del mondo. E saranno le regole del libero mercato ad azzerare le economie capitalistiche. Potrei magari sbagliare, vedremo dopo, ma prevedo che il capitalismo non duri a lungo. Ciao.

  • 10 anni fa

    Quindi anche la Cina è un Paese cristiano? Ma per favore.

    Di certo la colpa è dell' occidente, non della cristianità. Gli antichi romani, greci e altre civiltà pagane precristiane avevano un' economia e facevano guerre a scopo di conquista e per arricchirsi.

    Accusare i cristiani è una forzatura di comodo degna della tua crociata anticristiana.

  • 10 anni fa

    SCUSA LA DOMANDA ma...: SEI IMPAZZITO? ti ricordo che l'africa è stata profondamente colonizzata dai paesi meno cattolici del mondo, cioè FRANCIA E INGHILTERRA. Tra l'altro, sono questi i paesi che hanno rovinato la vita a Palestina, Iraq e Medio Oriente, con tutte le conseguenze che noi sappiamo.

    Credimi, la Chiesa ha tante colpe, ma non certo questa!

  • 10 anni fa

    Non c'è colonizzazione in Africa da quasi 50 anni. Gli stati africani sono tutti indipendenti. La verità è semplicissima. Non ci sanno fare! ciao.

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    10 anni fa

    No, la colpa e' dell' uomo, ma tu questo non lo vuoi capire. Mentre lo sai. La colpa e' dell' uomo. Ma tu dai la colpa al cristiano come sempre. E' l' uomo che cerca sempre di fare i suoi sporchi comodi prevaricando e sfruttando gli altri. Non lo sai? Se Cina ha colpe adesso vuoi forse demonizzare anche i buddisti????Ma e' ridicolo. Perché questi non erano cristiani, ma schiavisti. Non seguivano la fede cristiana, ma i loro interessi. E se non sbaglio i pagani amavano tanto questo stile di vita. Infatti lo schiavismo era stato abolito grazie alla fede cristiana e grazie ai cristiani veri. I pagani non avevano forse schiavi? Non tenevano la gente a lavorare senza un giorno di risposo settimanale? I pagani non erano quelli che volevano prevaricare su altri popoli? Cosa erano i romani???? Cristiani?Cosa erano gli ellenisti? Cristiani o pagani??? Non ti sembra davvero che il fanatismo sia una cosa velenosa e anziché avere rispetto davvero per se stessi, si cerca di odiare e continuare ancora a seminare odio e violenza? Io rispetto il paganesimo e i pagani, e conosco persone di fede pagana. Ma ti devo dire che non sono a questi livelli di fanatismo.......e meno male. Certo, puoi dare la colpa ai cristiani per tutto come hanno fatto 2000 anni fa. Ma non so quanto onore porta questa visione violenta, alla propria fede, pagana. Uno può essere pagano, ma essendo intellettualmente onesto. Intanto mi sento di dire che Gesù non ha insegnato queste cose, ma il rispetto. L' uomo? L' uomo? Tu che sei ...Dio? O un uomo come tutti gli altri? Solo chi non ha alcuna conoscenza dell' essere umano da' la colpa a Dio, Gesù, o alla fede cristiana. Ai pagani, e alla loro fede. Chi conosce un po' la psicologia umana, SA che la colpa e' tutta nostra umana. Infatti quando i pagani torturavano discriminavano e assassinavano i cristiani e tutti gli altri popoli che avevano invaso, e cercato di dominare, non credo possano avere colpe i loro Dei ma loro stessi in quanto uomini. Non pagani, uomini.

    Questo punto e' fondamentale.

    Pero' tu fai pure....chissà forse ti senti meglio cosi.......i miei conoscenti pagani mai hanno mancato di onesta' e rispetto. Ma evidentemente non tutti i pagani sono uguali.......

    Fonte/i: Chi aveva sottomesso il mondo prima del cristianesimo ???? I cristiani? No, i pagani. Chi era ovunque facendo schiavi e sottomessi? I pagani. Ma se ti serve ancora un nemico......spero che tu ti possa liberare dall' odio. Se Cina sbaglia hanno colpa i buddisti? Ma per carita' usciamo da questi livelli velenosi e disonesti. Si, si....i vostri pollici......disonesti.
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.