promotion image of download ymail app
Promoted
Edgar Linton ha chiesto in Arte e culturaLibri ed autori · 1 decennio fa

Un po' frustrato da questa cosa...?

Ho partecipato ad un concorso letterario. Ho 13 anni: faccio la terza media. Ho un fratello di 10 anni, quinta elementare. Anche una sua amica ha partecipato, ed è stata scelta dalla giuria per partecipare alla premiazione.

IO NON HO ANCORA RICEVUTO UNA LETTERA. Com'è possibile? Essere battuti da una bambina di 10 anni che non sa nemmeno che cosa vuol dire scrivere!

Non è ancora detta l'ultima parola. Sapete quella sensazione che si prova quando voi dedicate amore e tempo a qualcosa, e vedete qualcuno che ottiene più soddisfazioni di voi, anche se quest'ultimo fa le cose come se non gli interessasse?

Per es. Uno scrive un libro da due anni. Ci dedica pazienza e amore. Va in libreria è gli viene sbattuto in faccia un libro su Paris Hilton...

12 risposte

Classificazione
  • ?
    Lv 6
    1 decennio fa
    Risposta preferita

    Il talento, il merito, l'inventiva, l'audacia creativa nel desolante panorama mediatico editoriale contano zero. Quello che conta è l'accessibilità spinta dei propri contenuti alla fetta più ampia possibile di pubblico, effetto assicurato soltanto dalla mediocrità e dall'impoverimento del linguaggio, dall'lelementarità degli intrecci elaborati, dalla totale assenza di intenti critici in luogo di pura sfolgorante tecnica descrittiva. Descrittiva del nulla, ovviamente, ma non importa perché l'unica funzione che quelli che stringono i cordoni della borsa assegnano all'arte è quella di sviare l'attenzione, di intrattenere il pubblico per mantenerlo con la testa sgombra e malleabile.

    Però guarda la narrativa per certi versi è ancora un'isola felice, rispetto ad altre aree espressive tipo il cinema che in questo paese è militarmente precluso in partenza a chi non appartiene "al giro giusto". Con i libri almeno responsabile dell'opera sei solo tu, al massimo una volta chiuso il manoscritto devi gestire un paio di editor che tentano di impacchettartelo a dovere, ma niente a che vedere con l'orda di squali che devi accontentare quando scrivi un film. C'è più libertà, anche se sempre più ridotta a uno spiraglio. Quindi provaci, non ti scoraggiare. Almeno fino a che non arrivi a trent'anni!

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Bè, non perchè non ho fiducia nelle tue capacità, ma tu hai letto quello che ha scritto? Magari è un genio precocissimo, o magari è una bambina autistica (povera, non me ne voglia.. Intendo solo sottolineare la sua intelligenza, non denigrarla o simile). Cioè, magari è stata veramente brava, magari è una giovane promessa!

    Non ti abbattere: anche tu sei molto giovane, hai tutta la vita davanti. Se a sessant'anni ancora non avrai vinto nessun premio e non sarai riuscito a pubblicare nulla, allora potrai predertela con il destino cinico e baro.

    In bocca al lupo :D

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    La cosa successa a te è la stessa che è accaduta in forma ben peggiore a molti altri: come si saranno sentiti gli scrittori quarantenni che hanno impiegato anche fino a sei anni per scrivere e revisionare un libro decente che poi non è mai stato pubblicato, all'udire la notizia che Cristopher Paolini (a 17 anni se non sbaglio) ha pubblicato i suoi libri diventati best sellers? Stessa cosa per molti altri baby scrittori italiani. Magari questa bambina ha avuto delle idee davvero originali e con la sua scrittura innocente è riuscita a far conquista dei cuori degli esaminatori, oppure il pubblico di questi tempi più che un bel libro cerca di lo scalpore dello scrittore in tenera età. Ho letto tutti i libri di Paolini, sono carini, ma molto poveri di contenuti e anche abbastanza banali, mentre alcuni autori molto meno conosciuti hanno fatto dei capolavori in confronto. Non mi avvicinerei mai ad un libro scritto da Paris Hilton neanche sotto minaccia di morte, eppure come giustamente hai detto gente del suo calibro (tipo Moccia o come si chiama) viene pubblicata. Comunque anche te sei giovane, avrai tempo per imparare a scrivere meglio e soprattutto potrai fare nuove esperienze che spero ti permetteranno di non scrivere libri vuoti e banali, a ben strutturati e ricchi di contenuto

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    1 decennio fa

    Hai letto quello che ha scritto?

    Io sono rimasta sconvolta dal fratellino di una mia amica, una volta: ha scritto una poesia che non sarei riuscita a farmi venire fuori neanche con le tanaglie. E ha cinque anni meno di me.

    Perciò non credo che sia il caso di farne un affare di stato... essere "battuti" da una persona più giovane non è un dramma. E poi questa competitività mi sembra esagerata, dopotutto non si scrive solo per il riconoscimento altrui. Ci possono essere molti motivi per cui non ti hanno scelto (SE non ti hanno scelto, potrebbero anche essere in ritardo le poste :D), il che non esclude che tu scriva molto bene.

    Per quanto rigurda Paris Hilton si tratta di esigenze di mercato; nessuno pensa veramente che quelli siano libri.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 1 decennio fa

    La magia della scrittura sta nel provare emozioni ad ogni parola che compare sulla carta.Sta nel piangere quando rileggi un passaggio triste.Sta nel ridere alle battute,sta nell'emozionarsi.. Se a te succede questo quando rileggi ciò che scrivi,allora non è importante che una bambina di 10 anni ti abbia battuto o meno.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Oo..ma sei sicuro di quel che dici??..certo che è brutto davvero...forse non è che c'è una sezione fino agli 11 anni e poi un altra che va dai 13 ai 18 e un altra dai 19 in poi? Cioè se non è a fasce è davvero molto...molto strano...Oo..mi dispiace molto...è vero che scrivere non ha età però 5 elementare non si sa ancora molto bene nulla..anche io scrivevo obrobbi (non so come si scrive,scusaXD)...

    fosse della 1 o 2 media capirei di più...non credo nepotismo però davvero è strana questa cosa...

    bye BM

    quoto strega serenity ^ ^

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    Non sempre vince il migliore...ricordatelo..e credimi ce ne sono di ingiustizie più grandi di questa nella vita...e non buttarti giù...magari in un tema a scuola prendi 10 visto il tuo amore per la scrittura..

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    1 decennio fa

    è la stessa sensazione di frustazione che sento io tutti i giorni, da grande vorrei diventare una scrittrice e scrivo molto , ma di questi tempi hanno successo solo libretti d' amore per adolescenti del cavolo alla Moccia , oppure attori e cantanti che pubblicano libri sulla loro vita, di cui a me non frega niente non ne vedo il motivo , fate il vostro mestiere cristo.... ogni giorno mi abbatto di più e alla fine diventerò una laureata in lettere disoccupata con tante poesie e storie nel cassetto che probabilmente non verranno mai pubblicate...:(

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Eva
    Lv 4
    1 decennio fa

    Non sentirti frustrato, prendila come una sfida.

    Vale a dire, la scrittura è la tua passione giusto? Continua imperterrito per la tua strada e anche se in futuro ti dovessero capitare situazioni simili non buttarti giù, credi di più nel tuo potenziale e non fare mai paragoni tra te ed altri, giovani o vecchi che siano.

    Se hai davvero talento prima o poi verrà fuori, fidati.

    Ed io mi auguro davvero che tu e molti altri come te ce l'abbiano perchè non se ne può più di vedere che razza di porcherie ci propinano le librerie negli ultimi tempi chiamandole "best sellers".

    Ciao!!

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Paola
    Lv 6
    1 decennio fa

    Lo credo che sei frustrato...

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.