fra i tanti teatrini mentali fantasticati ogni giorno ce n'è almeno uno che siete riusciti a mettere in scena?

..vi capita mai quando vorreste dire delle cose a qualcuno e vi risulta difficile farlo...di immaginare la possibile situazione...quello che potrebbe accadere

se anche per una sola volta ci avete pensato....è successo esattamente quello che avevate previsto? avete sentito le parole che vi eravate aspettati di sentire.... siete stati all'altezza dei vostri mirabolanti propositi (--> ovvero non vi siete tirati indietro)?

siete altrimenti rimasti più delusi degli altri...o di voi stessi?

Aggiornamento:

mi sembra di conversare (conversare?...parola grossa) con dei robot....ma va beh se è questo il vostro pensiero

11 risposte

Classificazione
  • 10 anni fa
    Migliore risposta

    di solito qunado mi faccio i teatrini mentali le cose nn vanno come previsto...

    e quando mi si ripropone l'occasione per mettere all'opera quel bel discorso già modellato non so perchè, sembra fatto apposta: rimosso dalla mente...

    cmq tutti i giorni faccio teatro con la mia pazza mente... tutti quelli che riesco a mettere in scena sono di solito frutto della mi giocosità.. quindi quelli meno importanti..

  • 10 anni fa

    I teatrino mentali si costruiscono dopo una situazione... non si può essere preparati a tutto... ti accorgi che, una persona sta dicendo/facendo una cosa che non ti piace; te ne sei accorto, eppure lasci che ciò avvenga, senza reagire... in fondo potresti mettere in scena una farsa, che nessuno capirebbe... poi ci rimugini sopra e ti rimproveri su come avresti dovuto agire... per poi arrivare alla conclusione che, hai fatto bene come hai fatto... così facendo sarai pronto a mettere in atto il tuo teatrino, quando qualcuno si esporrà quel tanto che basta a far si che ciò avvenga.

    Un po' contorta la cosa ma se segui il filo del discorso con calma capirai.

    Ciao Willow, buon sabato :)

    (<S>)(<t>)(<√>)

  • Meri
    Lv 6
    10 anni fa

    Non ci sono mai riuscita perché i miei teatrini sono astratti, nel senso che non potrebbero applicarsi nella realtà.

    Ad esempio una volta ero così arrabbiata con il mio capo, che ho immaginato di essere una bocca gigantesca sopra la sua testa, che non parlava però, vomitava solo bile verde.

    Questo è il genere di teatrino che mi si forma mentalmente, è vero che non lo applicherò mai (anche se la speranza di diventare una bocca gigante non la perderò mai ^_^) però è molto liberatorio.

    Quelli reali purtroppo non mi riescono anche perché parto dal presupposto che sono troppe le variabili mie e della controparte e questo non consente di stabilire un copione, al massimo un canovvaccio, dove l'improvvisazione regna sovrana.

    Fonte/i: Spero di non essere andata "fuori tema" un saluto ;)
  • 10 anni fa

    Leggendo il GENIO mi è venuto in mente di quella volta che dopo essermi licenziata sono tornata a liberare il mio ufficio-laboratorio e considerando che avevo fatto decisamente molti studi e avevo molti progetti avviati e premettendo che il mio capo era un deficente patentato (mi sono licenziata dopo un anno in cui chiedevo un amuneto che non solo mi spettava ma che era fondamentale considerando il lavoro e le mansioni che avevo...e lui mi ha detto che se me ne andavo ero "figlia di 100miallire")...ho fatto FORMAT C

    E' stato al quanto liberatorio e decisamente teatrale ....più che altro quando lui mi ha chiamato dandomi della (testuali parole) : Trioi@ bastard@ e io ridendogli in faccia gli ho detto : Ma cosa dici io non ho fatto nulla quando me ne sono andata fnzionava tutto ;)

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 10 anni fa

    Soltanto una volta.

    Quando mi sono licenziato da un mio vecchio lavoro insultando il principale nel suo studio privato davanti a una cliente sbigottita.

    La scena madre è riuscita esattamente come l'avevo immaginata. Più o meno. E credetemi, quando l'azione coincide con la visione è una soddisfazione senza pari....

  • lilly
    Lv 7
    10 anni fa

    sì, un tempo lo facevo: domande,risposte,immaginavo situazioni...mai succedeva quello che avevo pensato, allora sono passata alla seconda fase, non pensavo a niente e partivo a testa bassa...e spesso la sbattevo al muro, adesso sto un po' a guardare come evolve la situazione e, nel caso intervengo a gioco iniziato, ma senza aspettarmi nulla

  • 10 anni fa

    Si mi capita spessa di pensare a quello che no ho detto e non fatto ed avrei voluto dire e fare, ma mi capita anche di pesare a quello heho detto e fatto e non sempre avrtei dovuto dire o fare. E' proprio dell' essere umano pensare alle rose non colte ed alle strade non percorse.

    Gli altri mi deludono poco anche perchè non mi aspetto molto da loro. Sono eimasto più deluso di me stesso.

  • 10 anni fa

    No anchè perchè anche il teatro è dentro la mia testa e non altrove

  • 10 anni fa

    Se devo dire delle cose e mi risulta difficile esprimermi ci penso fino a che trovo la soluzione.

    La domanda mi sembra anche difficile da interpretare (senza offesa, naturalmente)

  • Geo
    Lv 7
    10 anni fa

    Non mi sono mai fatto un teatrino mentale, anzi: non riesco a comunicare tanto facilmente con chi se li fa.

  • Mostra altre risposte (1)
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.