promotion image of download ymail app
Promoted
Anonimo
Anonimo ha chiesto in Società e cultureReligione e spiritualità · 1 decennio fa

A me pare strano... è così?

"Sulla stessa linea di pensiero troviamo anche Paul Davies che con Barrow ha sviluppato le intuizioni di Einstein e altri scienziati con la teoria sulla relazione tra la razionalità della natura e la mente di Dio.

L’elenco di scienziati teisti è lungo, lunghissimo e sono, per la maggior parte i migliori nel loro campo…"

Einstein e Paul Davies possono essere considerati TEISTI?

A me sembrano sinceramente più deisti o panteisti.. ma teisti mi sembra una forzatura..

Che dite?

http://66.71.135.49/articolo.php?id_articolo=29028

Aggiornamento:

@ giulia: per quanto riguarda invece Paul Davies? (autore della mente di Dio?)

Anche egli non può essere considerato Panteista piuttosto che teista?

Un teista crede in un Dio personale, trascendente, esterno al mondo.

E' dunque scorretto affibiare questa etichetta a scienziato come Einstein e forse Paul.

Grazie Giulia.

Questo dovrebbe far riflettere sulla disonestà intellettuale di questi signori..

Da notare come scrivono "migliori nei loro campi" tentando di screditare coloro i quali non condividono la loro opinione: e ciò rappresenta un'offesa a tutto ciò per cui Einstein ha combattuto.

Come se Stephen Hawking fosse un idiota.

Aggiornamento 2:

@ teologo: Mi pare il libro più significativo sia "Come vedo io il mondo".

L'avevo adocchiato in biblioteca e mi pare contenga alcuni pezzi che ha citato Giulia.

Poi non saprei ciaoo

Aggiornamento 3:

http://w ww.libreriauniversitaria.it/mondo-io-vedo-ediz-integrale/libro/9788854112919

Copialo e riaggancia www

Aggiornamento 4:

8 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    1 decennio fa
    Risposta preferita

    Un 'articolo firmato da uno che si chiama "antidarwin" (perchè non "antinewton" o "antidavinci"?)lascia dei dubbi già in partenza, se poi le fonti sono della famigerata Templeton fuondation (quella che finanzia molto generosamente chiunque riesca a elucubrare più o meno fantasiose teorie scientifiche sull'esistenza di Dio) allora direi che è come informarsi di poltica sentendo il Tg4 di Emilio Fede.

    Riguardo la supposta fede di Einstein s'è detto di tutto e di più, una cosa è però chiara: Einstein in pubblico (anche per non esser marginato o peggio ancora esiliato) teneva un rapporto conciliante con le chiese ma in privato fu molto esplicito in merito:

    "L'idea di un Dio personale è un'idea che non riesco a considerare seriamente."

    "Non credo nell'immortalità dell'individuo, e considero l'etica una questione esclusivamente umana senza alcuna autorità sovrumana a sostenerla."

    "Non riesco a concepire un Dio personale che influenzerebbe direttamente le azioni degli individui, o siederebbe direttamente a giudicare la sua stessa creazione."

    "Non riesco ad immaginare un Dio che premia e punisce gli oggetti della sua creazione, i cui obiettivi sono copiati dai nostri - un Dio, in breve, che non è altro che un riflesso della fragilità umana. Nè posso credere che l'individuo sopravviva alla morte del suo corpo, anche se le anime deboli mantengono queste idee attraverso la paura o il ridicolo orgoglio."

    "Ovviamente era una menzogna quella che avete letto a proposito delle mie convinzioni religiose, una manzogna che viene sistematicamente ripetuta. Non credo in un dio personale e non l'ho mai negato questo, ma l'ho espresso chiaramente. Se qualcosa in me si può chiamare religioso, è l'ammirazione sconfinata per la struttura del mondo così come la nostra scienza può rivelarla."

    "La religione del futuro sarà una religione cosmica. Dovrebbe trascendere un dio personale ed evitare dogmi e teologie. Coprendo sia il naturale che lo spirituale, dovrebbe essere basata su un senso religioso che nasce dall'esperienza di tutte le cose naturale e spirituali come un'unità significativa. Il Buddismo risponde a questa descrizione. Se c'è una religione che può convivere con le moderne necessità scientifiche questa è il Buddismo."

    "Per me, la parola Dio non è niente di più che un’espressione e un prodotto dell’umana debolezza, e la Bibbia è una collezione di onorevoli ma primitive leggende, che a dire il vero sono piuttosto infantili. Nessuna interpretazione, non importa quanto sottile, può farmi cambiare idea su questo. Per me la religione ebraica, come tutte le altre, è un’incarnazione delle superstizioni più infantili"

    Aggiungo infine che se si vuole additare un certo tipo di spiritualità (e non di religione) ad Einstein questa si riassumerebbe in una certa forma di panteismo che sarebbe comunque lontanissima da tutti i presupposti delle grandi religioni monoteiste.

    Scusa il papiro, ciao.

    ...........................

    Teologo cattolico (ma tu sei teologo davvero?), Albert Einstein: the human side, Princeton University Press.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    Leggete attentamente quello che ha riportato Giulia. Adesso ragioniamo. Dio, per i deisti, è come un orologiaio che dopo avere costruito l’orologio ed averlo ben caricato si mette da parte ad osservarlo senza più intervenire nel suo funzionamento. La posizione deista si differenzia da quella del ‘panteismo’. Per il panteista, l’Universo è ciò che i nostri sensi riescono a percepire di Dio stesso. La Natura non è stata creata da Dio; è essa stessa Dio o, meglio, parte di Dio. Noi umani riusciamo a cogliere solo un debole riflesso della Sua gloria, armonia e complessità per mezzo della scienza. Deismo e panteismo si contrappongono al ‘Teismo’ della religione cristiana che ritiene che Dio, dopo aver creato l’Universo, intervenga quotidianamente nei fatti del mondo per guidarne il divenire e per sospendere, se necessario, le leggi della natura per fare i miracoli.

    Dunque, è assolutamente scorretto etichettare "teista" uno scienziato come Einstein e tanti altri che pensano come lui.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    1 decennio fa

    ti quoto e con @locke.

    (a mio avviso vi è spesso anche confufione anche nella determinazione del concetto di pan-teismo).

    @giulia.. hai fonte più precisi di quello che scrivi, sarei interessato (voglio dire libri e pagine, oppure sito da cui hai preso che però riporta libri/articoli e pagine). se puoi ti ringrazio in anticipo. ciao

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    1 decennio fa

    E' una "sforzatura" ...

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • DrEvol
    Lv 7
    1 decennio fa

    Il teismo e il deismo sono due forme comuni di misticismo, secondo le quali quello che chiamiamo "intelligenza" non e' una proprieta' di esseri biologicamente viventi prodotti dall'evoluzione della vita e quindi EFFETTI dell'esistenza della materia FISICA, ma e' una proprieta' super-naturale o innaturale, pre-esistente la materia fisica, pre-esietente l'esistenza dell'universo e CAUSA creatrice della materia fisica stessa!

    Secondo qualsiasi forma di misticismo (e quindi di pensiero supernaturale o religioso) INTELLIGENZA esiste PRIMA della materia FISICA ed e' la CAUSA della creazione della materia.

    Ma secondo la logica basata sull'osservazione dell'evidenza, la materia fisica esiste e l'intelligenza e' uno dei suoi possibili EFFETTI delle sue trasformazioni attraverso l'evoluzione.

    Chi accetta il misticismo come pensiero filosofico per poter spiegare la realta' in cui viviamo deve negare l'evidenza stessa della realta'. Guardate questo video!

    http://www.youtube.com/watch?v=5nj587d5ies

    Youtube thumbnail

    &NR=1&feature=fvwp

    Auguro a tutti buoni ragionamenti logici, assolutamente necessari per il successo e il miglioramento della vostra vita! DrEvol

    DrEvol non esprime mai pollici negativi per nessuno, ma solo pollici positivi per chi se lo merita.

    I wish good rational thinking to everyone, the practice which is absolutely necessary for the success and improvement of your life and the world! DrEvol

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Bruno
    Lv 4
    1 decennio fa

    si hai ragione per certi versi ,ma il teismo non e altro che una trasfigurazione del panteismo ,che vista in chiave Aureliana assume una visione visione piuttosto caustica di quella che in realtà non e altro che puro sillogismo dell'intelletto.ma che cazz ho scritto,booo.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    a me sembrano più agnostici che altro...

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    1 decennio fa

    anche a me Einstein sembra più un deista.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.