perché noi mamme dobbiamo spesso sentirci inadeguate?

chi mi conosce lo sa già che ho due figli, uno di tre anni e uno di tre mesi. abbiamo subito iniziato male un'altra volta, inizialmente con super-coliche, poi rotavirus, ora reflusso che non risponde al primo medicinale... lo allatto ancora, ma abbiamo sempre avuto difficoltà a fare una poppata decente, ma è cresciuto comunque bene, i primi due mesi 1,200 kg al mese, il terzo mese 800 gr. il punto è che lui mangia sempre di meno, o per lo meno delle settimane mangia a mio avviso poco, poi il miolatte non è sempre costante, mentre io sono in paranoia costante. avendo avuto il primo figlio col medesimo disturbo mi ero ripromessa che non mi sarei ostinata ad allattare un altro figlio col reflusso, dato che con il latte artificiale ar è tutto molto semplice, invece ora mi sparanoio perché credo che poppando sempre meno il latte diventi sempre meno e io vorrei invece dargli il mio e magari anche in abbondanza! PERCHé? perché si vive ogni disagio come un fallimento personale? perché tanta indecisione e preoccupazione di non saper fare il meglio, quando mai una volta fin ora l'istinto mi ha condotto a sbagliare? perché se è il secondo? non ho imparato niente? eppure veder mio figlio disturbato e sofferente mi manda in visibilio e non so che pesci pigliare. ora proviamo con un altro farmaco, il limpidex, speriamo che funzioni.ma vedere un'altra mamma di due gemelli stamattina mi ha fatto sentire "di meno", lei tira sempre il suo latte per darlo ai figli, 200 grammi ciascuno per 5-7 poppate al giorno e pesano a 4 mesi 7,200 kg.... cavoli ma è una mucca! ma perché ci si sente in dovere di paragonarsi invece di ringraziare Dio ogni giorno? sarò diventata matta forse?saranno tre mesi di veglia a fare questo effetto!

Aggiornamento:

secondo me il latte ar aiuta, ma a sentire i pediatri il latte materno è la migliore soluzione a tutti i mali!

Aggiornamento 2:

grazie lavinia, mi hai fatto venire le lacrime agli occhi!

Aggiornamento 3:

federica, purtroppo gli brucia, gli fa male, la notte specialmente è un dramma!

11 risposte

Classificazione
  • 10 anni fa
    Migliore risposta

    Cara Alessia, anche i miei figli hanno avuto il reflusso. La prima (8 anni) l'ho allattata per 4 mesi ma è stato traumatico, non è stato riconosciuto subito il problema e l'allattamento è stata un'eperienza pesantissima. Tutti dicevano che era colpa mia perchè il mio latte non era buono, perchè io ero troppo nervosa, perchè non l'attaccavo bene, perchè non la tenevo bene in braccio durante la poppata ecc. Ho iniziato a svezzarla a 4 mesi ed è migliorata così, ma il latte non lo ha mai voluto!

    Il secondo figlio ha mostrato i primi chiari sintomi a 30 giorni e, nonostante avessi tanto tanto latte, l'ho staccato e ho comprato il latte AR. Il giorno dopo ho preso appuntamento con un gastroenterologo che gli ha prescritto il limpidex, il latte AR ed un'ecografia gastro-esofagea. Aveva reflussi continui, spesso rimetteva tutta la poppata anche se il latte era specifico, ma il limpidex (gliel'ho dovuto dare fino ad 8 mesi) gli ha dato grandissimo sollievo e lui non si lamentava, mangiava con gusto e cresceva tanto. Ora ha 3 anni e il suo appetito è sempre elevato. Però raccontandoti questo non voglio che pensi che ti stia esortando a non allattare più tuo figlio, io non me la sono sentita e a volte lo rimpiango.Se vuoi puoi tirarti il latte ed aggiungere nel biberon un additivo che vendono in farmacia ma non ricordo il nome. A mente fredda ti dico che non devi sentirti "di meno", la mamma dei gemelli sarebbe riuscita nella sua impresa se avessero avuto il reflusso? Non è una patologia grave, ma noi che ci siamo passate sappiamo cosa significa. Coraggio e facci sapere come va dopo 8 giorni di limpidex

  • Anonimo
    10 anni fa

    Ciao carissima, che piacere sentirti.

    Se ti può essere di conforto il sentirsi inadeguate colpisce tutte le mamme, ci facciamo sempre sensi di colpa per qualsiasi cosa.

    Io i miei primi 2 li ho allattato pochissimo, Marco per inesperienza non riuscivo ad attaccarlo bene, Anna è nata settimina, non riusciva a tirare, mi sono munta per un mese ma poi il latte è andato via.

    Ed ho sempre avuto il dentino avvelenato verso tutte le latterie che mi dicevano"ah ma non ti sarai impegnata abbastanza" "tutte le donne possono allattare, siamo mammiferi, se non l'hai fatto è perchè non ne avevi voglia".

    Poi sono nati i gemelli e ho giurato a me stessa che questi 2 delinquenti(e non esagero coi soprannomi credimi) li avrei allattati più che potevo.

    Li ho allattati esclusivamente al seno fino a 5 mesi sentendomi un semiDio, perchè stavolta ce l'avevo fatta(e con 2 tra l'altro).

    Passata l'euforia, mi sono detta"ma che scema sono? cioè, che c'è di diverso nel rapporto che ho coi primi due rispetto ai gemelli? assolutamente niente. Allattati al seno o no li amo tutti e 4 allo stesso modo.

    Tutta sta tiritera per dirti che mi sono sentita inadeguata perchè non ho allattato i primi 2, per poi sentirmi una scema quando finalmente sono riuscita a fare ciò che volevo e ho capito che non cambiava assolutamente niente.

    Non ti paragonare a nessuna mamma.

    Ti stai facendo un gran mazzo, e questo dovrebbe renderti un leone.

    Un abbraccio

  • Anonimo
    10 anni fa

    tutto normale... devi solo imparare a non fare paragoni perche' ogni bambino ha fondamentalmente la sua maniera di crescere.. se pero' questo reflusso e' un problema ed un latte artificiale formulato aiuta, allora perche' vivere la cosa come un fallimento ? Fregatene dei commenti degli altri e dei paragoni e pensa alla salute del tuo bimbo sentendoti fiera di essere una buona madre

  • 10 anni fa

    il limpidex 15 oro dispersibile fa miracoli, Carol l'ha preso fino al 13° mese..avevo dimezzato la dose, mezza pasticca e subito stava male..poi a 13 mesi ho smesso, svezzamento completato, reflusso sparito...come sai la mia non prendeva il latte ar, lo sputava, addensavo quello artificiale con crema di riso o mai e e tapioca, l'importante è che cresce, non darti colpe che non hai..

    --------------------

    .

    ps le supermamme non esistono

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 10 anni fa

    Cara Alessia, in questi giorni la parola inadeguata calza a pennello col mio stato d'animo... anzi mamma inadeguata! Come ho potuto non capire i dolori atroci che aveva mio figlio, come ho potuto sottovalutare (se penso che gli ho preparato camomille e borsa dell'acqua calda per il mal di stomaco!!), perchè mi sono fidata della pediatra prima, e dei medici dell'ospedale poi e non ho seguito il mio istinto? perchè non ho ascoltato quell'insistente campanello d'allarme rosso che continuava a risuonare nella mia testa?? perchè continuo a pensare che se al mio posto ci fosse stato mio padre, tutto questo non sarebbe successo? Oggi come mamma mi sento di aver fallito, e il senso di colpa che ho è norme....

    Vuoi il mio consiglio: segui il tuo istinto di mamma!!! tutto il resto non conta...

  • 10 anni fa

    tante domande e una sola risposta..

    perchè siamo mamme. e vogliamo sempre e comunque offrire il meglio ai nostri figli, anche se questo ci fa dare -ogni tanto- i numeri!!!!

    fare paragoni in questi casi non serve...c'è sempre qualcuno che fa qualcosa meglio di noi...vedila dal lato opposto, sicuramente tu farai qualcosa meglio di qualcun'altro!

    fare la mamma però non deve essere fonte di paragone ( è un po' come paragonare i filgi...ogni bimbo ha i suoi tempi, i suoi modi -lo stesso vale per le mamme..ognuna di noi ha le proprie convinzioni, i propri metodi.. e di conseguenza ogni coppia mamma-bambino è differente da tutte le altre)

    se ti ostini ad allattare al seno tuo figlio nonostante il reflusso è solo perchè sei convinta che ciò gli faccia bene...l'unica cosa che ti consiglio di fare è questa: scegli la strada che più ti convince... ne gioverà il tuo equilibrio psicofisico! ; -)

  • clarì
    Lv 6
    10 anni fa

    Probabilmente mancanza di fiducia in se stessi, che ha origini lontane....servirebbe volersi un pò bene e dirsi che siamo esseri umani, che cerchiamo di fare il meglio per i nostri figli e che cmq si sbaglia...perchè cerchi di dare il tuo latte, e quindi scegli la via + difficile? Perchè sai che gli fa bene...e non vuoi arrenderti!

  • Anonimo
    10 anni fa

    ciao cara, certo la stanchezza contribuisce! io sono mamma da 5 mesi e mezzo ed essere serena e‘veramente difficile, mi preoccupo per mille cose, ma e‘veramente un peccato, lo dico anche a me stessa! sono periodi cosi'belli, perche‘rovinarceli? prova con questo altro farmaco, perche‘effettivamente il latte materno e‘prezioso, se no non ti dannare! cmq per 3 mesi gliel‘hai dato! anch'io ho smesso di allattare, i primi tempi ci piangevo, poi tutto si e‘sistemato! stai serena e pensa che alla fine e‘solo reflusso, l‘importante e‘che non gli dia fastidio, che non gli bruci, se devi passare al latte artificiale pazienza! ti abbraccio

  • 10 anni fa

    Cara Alessia, io da 3 mesi in poi sono "venuta su" con il latte artificiale... ora ne ho 24 e sono perfettamente normale, anzi, quest'anno non ho avuto nemmeno mezzo raffreddore, o mal di gola, ecc. nonostante dicano che senza il latte materno le difese immunitarie fanno flop.

    Mio fratello ha avuto il latte della mamma fino a nove mesi, ed è sempre pieno di virus, influenze, ecc.

    Allora, secondo il mio parere da inesperta ( perchè in effetti lo sono) certa gente compresi medici e pediatri dovrebbero smetterla di assillare le madri con questa storia del latte materno, che a sentir loro è come l'elisir dell'immortalità...

    Se c'è la possibilità e le condizioni lo permettono va benissimo, ma se ci sono problemi perchè non ricorrere al latte "in polvere"? E poi, perchè creare un ambiente tale che una madre debba sentirsi "snaturata" se non può allattare al seno? L'amore materno non sta mica in una tetta?!?

    ...e non ascoltare quelli che ti dicono che se allatti al seno si crea un legame più forte e sereno fra madre e figlio... giuro, mia madre quando l'ha sentito ha detto che è una grande cavolata, che sono altre le cose che contano... ed è una donna che sa il fatto suo!

    (Per questo mi beccherò 1000 pollici giù, ma non me ne importa)

  • Anonimo
    3 anni fa

    Puoi curare il reflusso facilmente seguendo queste semplici indicazioni http://MaiPiuReflussoAcido.teres.info/?8T98

    Il reflusso gastroesofageo, o reflusso gastrico, è una condizione medica in cui la valvola che chiude l’entrata dello stomaco si apre spontaneamente, per periodi di tempo variabili, o non si chiude correttamente e il contenuto dello stomaco risale verso la bocca attraverso l’esofago.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.