François ha chiesto in Arte e culturaRecitazione · 10 anni fa

E' più difficile un interpretazione comico-umorististica o una drammatica, parlando di film e teatro?

Altra domanda:

Un attore comico troverebbe difficoltà nell'interpretare un ruolo drammatico?

Mi viene in mente solo quel fenomeno che è Robin Williams...

7 risposte

Classificazione
  • Meri
    Lv 6
    10 anni fa
    Migliore risposta

    Nella recitazione si parte dal presupposto che far ridere è più difficile che far piangere, la cosa che credo sia la più difficile per un attorre in entrambi i casi è non cadere nella macchietta, sia che si tratti di far emergere un lato comico che diciamo drammatico, è il rimanere in alcuni binari recitativi senza esagerare che rende bravo un attore, gli attori bravi sono proprio quelli che riescono a non usare mezzucci per farti ridere o commuovere,quindi qualsiasi parte si trovi ad affrontare partendo da questo tipo di interpretazione,l'attore troverà delle difficoltà oggettive perché ogni parte ne ha, ma non sarà mai un interpetrazione impossibile.

  • badmax
    Lv 5
    10 anni fa

    Prima di tutto c'è da precisare che tra teatro e cinema ci sono delle grandi differenze, nel cinema i fattori che possono determinare buona un'interpretazione sono tanti: inquadrature, primi piani, salti di scena, effetti, la possibilità per l'interprete di concentrarsi su una singola scena, la possibilità di scegliere il ciak migliore, etc..); mentre il teatro offre meno "trucchi", e la capacità degli interpreti è fondamentale.

    Questo non vuol dire che gli interpreti del cinema non siano bravi, assolutamente! Infatti Robin Williams, la penso come te, è immenso, davvero un fenomeno. E tanti altri come lui.

    Quello che voglio dire è solo che fare teatro è un po' più "difficile" che fare cinema, tutto quì. (Infatti Robin Williams arriva dal teatro, ed è anche un grandissimo attore teatrale).

    E adesso ti rispondo.

    La risposta è: Sì, è più difficile interpretare un ruolo comico-umoristico di uno drammatico. E questo è dovuto alla sostanziale differenza che esiste tra i due meccanismi, quello comico e quello drammatico: mentre nella buona riuscita di un ruolo drammatico gioca un ruolo molto più importante il testo, il contesto in cui ci si muove, la storia stessa (il ruolo drammatico deve essere "raccontato", "descritto"), il ruolo comico, invece, si poggia quasi completamente sullo stesso interprete, che, certo, può agevolarsi del contesto, o di una spalla, ma la responsabilità della buona riuscita di un ruolo comico è quasi tutta sulle spalle del comico stesso.

    Quindi, paradossalmente, si potrebbe dire che per un ruolo comico si deve avere un attore bravo, mentre per un ruolo drammatico ne basterebbe anche uno mediocre. In realtà, invece, per una buona riuscita, servono sempre bravi attori, ognuno nel proprio ruolo.

    E qui rispondo alla tua seconda domanda.

    Non necessariamente un attore comico troverebbe difficoltà nell'interpretare un ruolo drammatico, né viceversa, così come non è detto che non avrebbe nessuna difficoltà. Ogni attore ha le sue caratteristiche, e i suoi ruoli congeniali, e non sempre gli attori riescono a spaziare da un ruolo comico ad uno drammatico ottenendo gli stessi risultati. Non è sempre così facile. Non a caso, infatti, quelli che ci riescono li chiamiamo (giustamente) fenomeni.

    mmmh... forse sono stato troppo lungo.... ?

    :)

  • robin williams ha fatto egregiamente sia film comici che drammatici, jim carrey l'ho sempre visto un po' fuoriluogo nei film seri!

    un altro è eddie murphy, non per niente ma con quella voce da ciuchino è poco credibile in un momento tragico

    quindi la difficoltà sta anche in chi lo guarda che deve adeguarsi ad uno stile diverso per il resto passaparola

  • 10 anni fa

    La verità assoluta è:

    è più difficile far ridere che far piangere.

    Un attore comico non avrebbe difficoltà ad interpretare un ruolo drammatico

    ( semmai è l'inverso )

    - secondo me - :D

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    10 anni fa

    Per far ridere è necessario essere dotati dell'unica cosa che non si può imparare in nesuna scuola e da nessun insegnante....

    IL TEMPO COMICO....quello....o ce l'hai....o non ce l'hai....

    Quack.!

  • 10 anni fa

    anche will smisth è molto abile nei due ruoli....cmq nel teatro è molto piu diffilcile far ridere che far piangere...mentre nei film secondo me non'è detto che sia proprio cosi...!cmq sempre a parere mio un vero attore dovrebbe avere la versatilità di saper interpretare entrambi i ruoli con la stessa innata naralità!!

  • bhooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooo nn ho nnt da fare scusa se ho risp alla tua domamda xdxdxdxd

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.