Il sito di Yahoo Answers verrà chiuso il 4 maggio 2021 (ora della costa est degli USA) e dal 20 aprile 2021 (ora della costa est degli USA) sarà in modalità di sola lettura. Non verranno apportate modifiche ad altre proprietà o servizi di Yahoo o al tuo account Yahoo. Puoi trovare maggiori informazioni sulla chiusura di Yahoo Answers e su come scaricare i tuoi dati in questa pagina di aiuto.

Manutenzione chitarra elettrica...10 punti al migliore?

A differenza di quel pirla che è riuscito a rompere un mi basso (complimenti a chi ha risposto davvero complimenti :D:D) cerco consigli per pulire il manico e le parti in metallo(humbucker,ponte,chiavi ecc...) + ke altro xkè non mi va di spendere soldi dal liutaio...grazie in anticipo...10 punti al migliore

4 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    dopo aver finito di suonare dai una passata a manico e corde con un panno ASCIUTTO,lascia perdere tutti quei prodotti che non servono a niente e che costano un casino solo perchè magari c'è scritto "gibson" o "fender"......per tutte le altre parti in legno un comune spray per mobili alla cera d'api è perfetto.....per le parti metalliche(pick up,meccaniche ecc)c'è poco da fare,il ph di ognuno è piu o meno acido e corrode(o sporca)il metallo,quindi anche per quello quando finisci di suonare asciuga tutto con un panno asciutto.....

  • 1 decennio fa

    http://www.guitarmigi.it/_Tips/Pulizia.html ecco è fatto bene come sito

  • 1 decennio fa

    ciao...allora prima di tutto smonta le corda per avere + spazio...

    procurati pronto legno...quello che si usa solitamente per i mobili...e veramente buona...rilascia una sostanza nel legno e lo protegge...prima glielo sparmi con le mani...massaggiandolo fino all'assorbimento..poi la lucidi con un panno...

    per le corde, vendono presso i negozi di strumenti, un prodotto sgrassante..mi pare si chiama polish o qualcosa di simile..è buono..o se non vuoi spendere..è molto buono lo chante clear..e dopo vedrai che sporcizia esce dalle corde...

    per levare la polvere nelle parti strette tipo pickup, levette, ecc..io uso swiffer..

    per ingrassarle..uso il grasso spray , quello bianco..questo se le tue chiavette risualtano dure..

    non passare nessun prodotto nei pickup..e se ti capita, pulisci immediattamente per evitare l'ossidamento...

    cambia le corde regolarmente...

    ciao ciao

  • CURA, MANUTENZIONE E ASSETTO DELLA CHITARRA

    di Antonio Gargiulo, liutaio

    www.gargiuloguitars.it

    Queste dispensa ha lo scopo di "erudire" il musicista riguardo alla cura, all'assetto ed alla

    manutenzione del proprio strumento, insomma... per saperne un po' di più...

    Agite sempre con molta calma e prudenza per non commettere errori irreparabili ed usate sempre

    attrezzi efficienti.

    CURA DELLO STRUMENTO

    Pulire uno strumento è uno dei compiti basilari ed ognuno ne dovrebbe sapere un minimo. Spesso ci

    si ritrova con uno strumento opacizzato a causa di vari fattori, come ad esempio usura nel corso

    degli anni, urti, esposizione al fumo di sigarette, untuosità derivata dalla sudorazione, etc.; riportare

    quindi la finitura di uno strumento alla sua condizione originale, comporta una pulizia periodica.

    Questo accade anche nel caso di uno strumento usato, infatti spesso quando si compra uno

    strumento di seconda mano, la prima cosa che si fa è quella di pulirlo. Non basta però armarsi di un

    panno ed un prodotto pulente qualsiasi per fare ciò; infatti, a causa del potere abrasivo di

    determinati prodotti ma anche di determinati tipi di sporco si potrebbe danneggiare la fìnitura di una

    chitarra o di un basso. Quindi usare tecniche e materiali appropriati è molto importante e

    l'occorrente per fare ciò è alla portata di tutti e, tutto sommato, abbastanza economico. Analizziamo

    allora i vari prodotti che ci potrebbero servire e le circostanze nelle quali usarli:

    PANNO, NAFTA, POLISH PER CHITARRA, PASTA ABRASIVA, ACQUA CALDA e, ultimo

    ma non meno importante, OLIO DI GOMITO.

    PANNO: Trovare un panno adatto allo scopo è molto semplice, deve essere prima di tutto soffice

    per non correre il rischio di graffiare eventualmente finiture leggere; potete quindi scegliere tra i

    classici panni da spolvero gialli a quadri o uno in cotone (ad es. una vecchia T-shirt), o ancora un

    panno di flanella .

    NAFTA: Il comune liquido per accendini (es. Zippo) è uno dei migliori pulitori in assoluto. E' un

    ottimo sgrassante per vernici, battipenna, tastiere ponti, attaccacorde e tutte le parti metalliche dello

    strumento. Usato molto leggermente, (è meglio un panno più asciutto che troppo imbevuto) non si

    rischia di intaccare neanche una verniciatura molto leggera, figuriamoci con una vernice

    poliuretanica o bi-componente (le comuni verniciature).

    Una volta passato il panno inumidito, ad esempio, sul corpo della chitarra, le sostanze grasse e lo

    sporco verranno asportate molto facilmente; se notate che la vernice appare opaca, non

    preoccupatevi, la nafta ha questa caratteristica ma dato che generalmente viene usata all'inizio della

    fase di pulitura (specie nel caso di strumenti usati o molto sporchi ), le successive applicazioni di

    un pprodotto adeguato ridaranno alla vernice la sua originale lucentezza.

    POLISH: I liquidi cremosi denominati "polish" hanno una doppia funzione: puliscono, essendo

    composti da microscopiche particelle abrasive lavando e togliendo lo sporco superfluo, ed inoltre

    contengono delle cere che proteggono e lucidano; è molto indicato per le verniciature alla nitro e

    poliuretaniche .

    PASTA ABRASIVA: Le comuni paste abrasive usate in carrozzeria di grana media e fina agiscono

    all'incirca come i polish ma non contengono cere; rimuovono piccoli graffi e comunque ridanno

    lucentezza alla finitura.

    ACQUA TIEPIDA: E' un ottimo metodo per rimuovere lo sporco dalle lucidature robuste, come le

    comuni lucidature e verniciature degli strumenti attuali che non permettono al legno di assorbirla

    come invece potrebbe capitare nel caso di vernici alla gommalacca a olio o a cera. Va passata con

    un panno leggermente inumidito e mai su superfici grezze. Eccellente pulitore rimane sempre la

    "saliva", logicamente sul vostro strumento; non usate invece mai prodotti a base di silicone dato che

    potrebbe facilmente deteriorare vernici ed a volte anche le colle degli strumenti.

    PULIZIA DELLO STRUMENTO

    Usare quindi un polish ha senso su di uno strumento non eccessivamente sporco giusto per levare

    tracce di impronte e grasso; comunque assicuratevi prima di ogni intervento di eliminare con un

    panno pennello o soffio d'aria eventuali particelle che potrebbero graffiare la lucidatura quando

    usate un polish. Uno strumento molto sporco necessiterà prima di una sgrassata e pulizia in generale

    e dopo di che di una passata di polish.

    Ecco un esempio di come intervenire: formate con il panno una sorta di tampone avvolgendolo su

    se stesso è il sistema migliore per ogni tipo di intervento ed usatelo sempre con un movimento

    circolare ed in piccole zone per volta. Iniziate con leggere alitate sulle parti da trattare, ad esempio

    le zone dove poggia il braccio destro, e subito iniziate a pulire con il panno circolarmente lo sporco;

    se questo non è eccessivo dovrà apparire sul panno dopo due o tre passate ma se così non fosse

    provate con il panno leggermente imbevuto di nafta e successivamente con un po' di acqua tiep

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.