promotion image of download ymail app
Promoted
Anonimo
Anonimo ha chiesto in SaluteMalattie e disfunzioniDiabete · 1 decennio fa

iNFO DiABETE FELiNO 10 punti al migliore :)?

Ciao a tutti..!dovrei fare una ricerca sul diabete felino e non so proprio da dove iniziare!potete dirmi i primi sintomi,da cosa è causato,la cura ecc ecc

GRAZiE..!

3 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    1 decennio fa
    Risposta preferita

    IL DIABETE FELINO

    Come noi umani, anche i nostri amici gatti possono ammalarsi di diabete, più frequentemente in età anziana.

    Il diabete felino è una malattia cronica che consiste nella mancata o insufficiente produzione di insulina da parte del pancreas, o nella incapacità dell’organismo di utilizzare correttamente l’insulina prodotta. Nel primo caso si parla di diabete di tipo 1, nel secondo di tipo 2.

    L’insulina è l’ormone che permette l’assimilazione del glucosio, uno degli elementi base del metabolismo delle cellule, necessario per produrre energia. In un organismo sano viene prodotta dal pancreas, in piccole quantità, ogni volta che l’organismo riceve cibo. In caso di diabete, l’organismo deperisce perché le cellule non ricevono più il giusto nutrimento, mentre si ha un accumulo di glucosio nel sangue e nelle urine. Inoltre si possono avere complicazioni a livello dei reni, del fegato e degli arti posteriori.

    Le cause

    Un’alimentazione scorretta, che conduce a obesità, e l’uso prolungato di alcuni farmaci, come il cortisone, possono essere causa di diabete.

    I sintomi

    Polifagia = Fame eccessiva

    Non riuscendo ad utilizzare il glucosio, il gatto non riesce a saziarsi e chiede continuamente cibo.

    Polidipsia = Sete eccessiva

    Per diluire lo zucchero accumulato nel sangue, il gatto tende a bere molto di più.

    Poliuria = Quantità eccessiva di urina

    Per espellere lo zucchero in eccesso, il gatto fa tanta pipì.

    Se uno o più di questi sintomi dura per più di due-tre giorni, è fondamentale portare al più presto il gatto dal veterinario, che con un semplice prelievo di sangue potrà accertare l’eventuale presenza di diabete.

    Dopo la diagnosi

    Se al vostro gatto è stato diagnosticato il diabete, prima di tutto non disperate. Il diabete è una malattia cronica, ma non è incompatibile con una buona qualità di vita. Il micio potrà godere di buona salute ancora per parecchi anni, se curato con competenza, attenzione e amore.

    Tradotto in pratica questo significa:

    1) Avere un bravo veterinario con il quale collaborare.

    La cura e la gestione quotidiana del diabete saranno affidate a voi: avrete quindi un ruolo fondamentale nel benessere del vostro gatto. L’insulina iniettabile, del tipo specifico per animali, è solitamente la cura base.

    Il veterinario stabilirà (spesso con una curva glicemica) il dosaggio più adatto al caso, e la distribuzione giornaliera (nel gatto, di solito due iniezioni al giorno). Dovrà poi insegnarvi come fare le iniezioni sottocute al gatto.

    In alcuni casi possono essere usati gli ipoglicemizzanti orali. Studi recenti ne hanno però segnalato la tossicità.

    2) Seguire le prescrizioni e gli orari stabiliti per i pasti (verrà probabilmente prescritta una dieta a basso contenuto di carboidrati) e prestare molta attenzione al comportamento del gatto. Controllare se beve molto, se urina troppo, se perde l’appetito o diventa letargico. Controllare spesso la presenza di glucosio nelle urine con le apposite strisce reattive. Se dovete assentarvi da casa, occorrerà una persona che sia in grado di fare le iniezioni quotidiane al gatto, rispettando gli orari stabiliti.

    3) Evitare il più possibile stress, lunghi viaggi ecc.

    auguri x la tua ricerca!! ciao

    Fonte/i: www.gattisinasce.it/forum
    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • snyder
    Lv 4
    3 anni fa

    In questo metodo http://GuarireDiabete.teres.info/?rnBb troverete tutte le indicazioni utili per convivere con il diabete, usando i rimedi naturali giusti per il controllo della glicemia e gli esercizi fisici mirati. Per ogni diabetico, la salute significa soprattutto tenere la malattia in equilibrio, evitando i picchi di glicemia sia in alto che in basso. Quest’opera ti aiuta a farcela…

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    1 decennio fa

    I mammiferi funzionano tutti alla stessa maniera (quasi), quindi anche nel gatto (soprattutto se è castrato/a e fa poco moto) è facile avere endocrinopatie (carenza di testosterone e IGF-I) che come negli esseri umani portano a diabete mellito.

    Al gatto per guarire basta prendere testosterone (sustanon), a volte alcuni veterinari (soprattutto in passato) praticano la surrenalectomia che ovviamente cancella completamente l'ormone del diabete (il cortisolo) e quindi l'insulinoresistenza alla base del diabete, purtroppo però se il gatto poi non prende cortisone (così come gli esseri umani) va incontro alla sindrome di Addison con conseguente morte per ipoglicemia e ipotensione. Questo pericolo non può essere scongiurato neanche con i corticosteroidi.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.