Vorrei provare a fare un acquario con pesci che non siano i semplici pesci rossi????!?

Ciao a tutti!

è da un po' che volevo prendere un bell'acquario (magari senza i soliti pesci rossi) mi chiedevo che pesci potrei prendere senza avere un acquario enorme (a casa ne ho già uno ma è di soli 11 litri e immagino sia troppo poco) e poi: devo prendere l'acqua demineralizzata e piante oppure sono cose in più????E va bene lo stesso se l'acquario è in plastica???

Vi prego rispondete grazie!!!!!!!!!!!!!!10 punti!!!!!!

Aggiornamento:

no aspettate!!!Non intendevo x forza un acquario tropicale...anzi forse d'acqua dolce è meno complicato da gestire

9 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    Questa è una semplice guida che ho creato su come allestire e gestire il primo acquario, segui questi consigli e come inizio non avrai problemi.:

    --------------------------------------...

    Premetto che per prima cosa devi lavare bene la vasca.(minimo 80 lit)

    Inizia con il sistemare 1,5 cm di ghiaia fertilizante per piante sul fondo della vasca.

    Poi ricopri questa ghiaia con 1,5 cm di ghiaia media e 2,5 cm di ghiaia grossa.

    SISTEMA IL FILTRO:

    Il filtro va sistemato con calma ed attenzione Perchè è la parte più importante dell'operazione. un filtro gestito male causerà numerosissimi problemi.

    Questo che ora ti descrivo è il modello Più comune di filtro ma ovviamente ne esistono di molti tipi.

    Questo si compone di tre scompartimenti ed in quello centrale devi inserire i seguenti materiali esattamente nell'ordine in cui li riporto, partendo dal fondo.

    CANNOLICCHI: (tubetti ceramici) non vanno mai sostituiti, questi sono importantissimi perche la maggior parte dei batteri nitrificanti (i Nitrosomonas ed i nitrobacter) si stabiliscono nella loro struttura porosa e trasformano l'ammonio in nitrito e nitrato.

    OGNI TANTO SI RIEMPIONO DI MELMA, in questo caso consiglio diriempire una bacinella con la stessa acqua dell'acquario e sciaccquare delicatamente i cannolicchi, fate tutto molto velocemente ma in maniera accurata x non danneggiare troppo le colonie batteriche che vi si annidano.

    dopo il loro reinserimento sarebbe opportuno usare anche un attivatore batterico.

    CARBONE ATTIVO : Un altro importantissimo elemento filtrante.

    serve per eliminare dall'acqua i residui di prodotti chimici quali cloro; farmaci, o altri prodotti che possono entrare in contatto con l'acqua.

    rende l'acqua limpida ed inodore.

    si usa solo al primo avvio e successivamente in caso di necessità.

    Si deve inserire in acqua per 7 giorni e poi si deve togliere e buttare, questo perche dopo tale periodo rilascia tutto quello che ha catturato.

    al suo posto (quando non c'è) devi utilizare una spugna filtrante.

    la spugna la laverai ogni 15 giorni in una bacinella con dell'acqua prelevata durante il cambio dall'acquario stesso, e la sostituirai 1 volta al mese.

    LANA SINTETICA:

    Favorisce la filtrazione meccanica delle particelle più grossolane, in pratica escrementi, foglioline ecc.., si deve sostituire all'occorrenza, se non è troppo sporca potrebbe essere lavata in una bacinella con la stessa acqua dell' acquario per evitare di uccidere le colonie bateriche.

    consiglio comunque dopo 2 mesi di sostituirla.

    Ricapitolando questo filtro svolge azione filtrante meccanica (lana sintetica); chimica (Carbone attivo); Biologica (Cannolicchi).

    Ora,posiziona il riscaldatore nell'apposito spazio a lui destinato (solitamente il primo scomparto del filtro, quello che possiede la griglia di ingresso dell'acqua) e regolalo su 25 °C (temperatura ideale per la maggior parte dei pesci tropicali);

    NON INSERIRE LA SPINA NELL'ALIMENTATORE PRIMA DI AVER MESSO L'ACQUA se acceso fuori dall'acqua o si brucia o esplode.

    Posiziona ora la pompa dell'acqua ma non accendere neanche questa prima di mettere l'acqua.

    La pompa deve essere almeno 2 volte il litraggio dell'acqua effettiva, questo vuol dire che se il tuo acquario e di 200 litri devi usare una pompa da 400 litri/ore ma sarebbe meglio da 450 litri /ore.

    non di più altrimenti rischi di uccidere i batteri del filtro impedendo l'azione di nitrificazione dell' ammonio.

    La pompa deve essere sempre accesa, 24 su 24.

    -------

    Ora passiamo all'acqua:

    Per molti pesci tropicali occorre un acqua con gh e kh bassi e ph legermente acido, diciamo che il GH dovrebbe essere circa a 13; il KH inferiore a 7 ed il PH a 6,5.

    Per far questo devi usare acqua distillata non chimicamente ma tramite un processo di osmosi inversa, questa è chiamata acqua d' osmosi.

    Solitamente le giuste propoezioni sono: 1/3 di acqua di rubinetto fatta decantare X una notte in un recipiente aperto per far evaporare il cloro, e 2/3 di acqua d'osmosi che potrai acquistare in quasi tutti i negozi di acquariofilia e anche in molti supermercati..

    Una volta messa l'acqua devi inserire un Biocondizionatore. è una sostanza che oltre a bloccare e neutralizare i metalli pesanti che sarebbero dannosi per i pesci, elimina anche i residui di cloro.

    Un buon biocondizionatore è JBL Biotopol ma ne esistono di molte altre marche.

    A questo punto fai partire il tutto.

    Prima di inserire i pesci dovrai aspettare 1 mese per far maturare i batteri del filtro, in questo periodo userai un attivatore batterico JBL DENITROL o altro.

    se inserisci i pesci prima di un mese (3 settimane usando l'attivatore) al 90% moriranno Per un eccesso di NO2 ed NO3.

    dopo tale periodo inserisci le piante:

    visto che sei all'inizio ti consiglio le anubias che sono molto resistenti e non hanno bisogno di cure particolari.

    queste piante solitamente non si interrano ma si legano ad un sasso o altro con del filo di nylon.

    Dopo una settimana esegui i test chimici dell'acqua.

    se sono apposto inserisci i pesci.

    Ti consiglio di comprare un manuale.

    ricordati di non fidarti mai al 100% dei consigli dei negozianti (eccetto che questi non siano più che di fiducia) perchè il loro scopo è vendere.

    Compra un aeratore ma non usarlo (va usato in situazioni particolari perche alza il ph)

    Ricordati di fertilizzare le piante regolarmente JBL FERROPOL o simili

    non eccedere mai col mangime( 2 volte al giorno 3 - 4 scaglie per pesce)

    spero di non aver dimenticato nulla.

    Se vuoi ulteriori dettagli chiedi pure.

    CIAO.

  • 1 decennio fa

    ciao io mi sono inbattuto in questa nuova esperienza acquariologica un 3 mesi fa= ho comprato un acquario capri di 50 litri (100 euro te la cavi) con filtro ottimo neon e riscaldatore, non essendo troppo esperto in questo campo ho scleto di fare un acquario tropicale senza piante vere quindi cn piante finte.ho comprato una sabbia fine ( un 15 euro) piante (2 piante 14 euro) pietre (8 euro) e ho comprato un ossigenatore cn luce led blu(21 euro) poi ho comprato termometro (2 euro) , calamia pulisci vetro e tutti i prodotti x l acqua. ogni 15 giorni circa cambio il 10 percento di h20 cn acqua dimineralizzata 0.20 centenseimi al litro, nel acqquario ho inserito 4 pulitori ,8 neon (blu e rossi) 2 fantasmi, e 2 cardinali acqua temperatura 24 gradi luce un 9 ore al giorno gestita cn un timer.quindi ti dico è una bellisima cosa l acquario costa un pokino xò è stupenda è poi il costo forte è l'acquisto di tutto è non è il mantenimento, xkè di corrente consumo un circa 1.50 euro ogni due mesi quindi nnt credo di esserti stato d aiuto

  • 1 decennio fa

    quella che hai a casa è una vasca per pesci rossi,non un acquario!come ti hanno gia detto l'acquario ha i vari motorini.io se fossi in te lo comprerei non costano una follia.stai dai 60-80 litri se è possibile.le vasche piccole sono piu difficili da mantenere piu per esperti...0 prendi degli ovovivipari,quei pescetti che sembra che partoriscano i piccoli direttamente,che si ogni tanto ne muore qualcuno,pero se sei bravo si riproducono e se salvi i piccoli non hai piu bisogno di comprare altri pesci per riempire la tua vasca.piante si le inserirei e giustamente come ti hanno suggerito mettrei la torba in tavolette sul fondo,si aiuta anche a regolare H20ma non e il massimo per i corallini,e si H2O demineralizzata va bene ma non tutta,perche anche acqua totalmente demineralizzata non fa bene ne alle piante ne ai pesci a meno che tu non abbia razze particolari come discus e neon nel caso tu voglia riprodurli..comunque oltre a tutte le buone regole da seguire per mettere in funzione un acquario, una cosa importante secondo me e fare analizzare l'acqua del tuo rubinetto in vari momenti fra l'altro del anno,perche ti spiego,se e un periodo di siccita gli acquedotti possono prelevare acque di altre riserve che non usano magari in momenti come questo che c'è acqua in gran quantita,poi comprarsi anche il test per farsi le prove da soli.perche dopo poi diventa una cosa d' esperienza e senza fare i test ,approssimativamente sai che tipo d H20 ti forniscono al momento,perche in certe zone le acque del acuquedotti sono ottime e nessuno lo sa o lo immagina percio non avrebbe bisogno neanche di impazzire tanto con stranezze o bustine di un prodotto o di un altro per far diventare H20 vivibile per un pesce o preoccuparsi tanto.poi compra un libricino guida generico che contiene quasi tutte le foto dei pesci che ti parla in una paginetta delle loro caratteristiche e valori delle acque in cui possono convivere cosi ti orienti meglio.oppure vai sui cicladi che sono piu resistenti se trattati bene e curati possono durarti a lungo.come farti una bella vasca con 3-4 scalari e piante e neon e ovviamente non dimenticare mai i corridores anche 3-4. oppure cicladi del lago tanganika questi non hanno bisogno neanche delle piante.ma di tante rocce che formino tante piccoli nascondigli e li vedrai correre e nascondersi in continuazione sono vivaci e neanche difficili da riprodurre fanno tutto da soli.o tieni un unico ciclade come l'astronotus che ragginge grandi dimensioni che a volte sembra che in maniera piu evidente siano in sintonia con te.stop perche se no stimo qui fino a domani

  • Anonimo
    1 decennio fa

    il problema per i pesci tropicali è che vogliono acqua calda e ossigenata, devi comprare una serpentina per scaldare l'acqua e un depuratore/ossigenatore.

    Inoltre dovresti mettere una luce sopra per avere abbastanza ore di luce.

    Al negozio dove prendi i pesci poi ti consiglieranno meglio su acqua e piante.

    Secondo me però fai prima a comprarlo già pronto, credo che se prendi solo i pezzi spendi di più.

    ciao_

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 1 decennio fa

    Una precisazione, acquario di acqua dolce e acquario tropicale sono la stessa cosa. Forse intendevi un marino (che ti sconsiglio vivamente per il momento), tra gli acquari di acqua dolce puoi distinguere quelli con acqua acida e quelli con acqua dura ossia con un Ph da 7 in su.

    Credo troverai di tuo gradimento il secondo tipo, che ti permetterà di usare acqua di rubinetto (opportunamente decantata e trattata con biocondizionatore) invece di acqua di osmosi che richiede un po' di tempo e spesa in + a meno che tu non abiti in zone montane con acqua con ph e kh bassi.

    Al posto dei bistrattati pesci rossi (che meriterebbero un discorso a parte ) puoi cimentarti con i poecillidi tipo velifera o platy.

    Un acquario di litraggio superiore ai 100 lt è meno difficile da mantenere sano per vari motivi.

    Ti invito a leggerti questo link come primo incontro con l'hobby dell'acquariofilia ti aiuterà a capire alcune cose. Di seguito leggiti gli articoli di acquaportal e Vergari sono molto interessanti.Ciao

  • 1 decennio fa

    Potresti prendere degli oranda che sono molto facili da curare oppure dei pesci tropicali ma non credo che bastino per dei tropicali anche per degli 'oranda è troppo piccolo il tuo acquario ti potresti prendere poche piante mettendoci un betta splendens un pesce combattente

  • gor
    Lv 4
    1 decennio fa

    comprati un acquario più grande magari con luci e filtro insieme...mettere dei pesci in soli 11 litri d'acqua e come far vivere te in 2 metri quadrati tutta la tua vita...almeno da 50 in su.

  • 1 decennio fa

    Un buon acquario deve essere di vetro per la capienza di 40 o 60 lt. almeno. Ovviamente parlo di un tropicale d'acqua dolce. I migliori in commercio sono Cayman della Ferplast oppure un Askoll . Quello della Ferplast è un tantino più economico e, credimi, è ottimo. Lo puoi trovare con timer per l'accenzione e lo spegnimento automatico e anche con mangiatoria automatica. All'inizio non ti lasciar prendere dall'entusiasmo per l'acquisto di tanti pesci diversi tra loro. Più facilmente può avvenire la morìa dei pesci. Per incominciare puoi acquistare dei Guppy o se ti piacciono anche dei piccoli scalari (solo 4 scalari perchè cresceranno tanto) e non devono mancare i Coridoras (pesci pulitori) almeno 4. Per allestire un acquario hai bisogno come fondo del ghiaiono naturale, Prima di però ti consiglio di mettere delle tavolete di torba sul fondo dell'acquario stesso e poi il ghiaiono. La torba mantiene i valori più idonei per i pesci e per le piante. qualche anforetta e delle pietre per creare delle tane per i pesciolini. Le piantine devono essere di tipo basso, medio e alte e crei uno spazio tutto verde. Puoi usare anche acqua di rubinetto (da prelevare solo di mattina, se no incorri al cloro che spesso mettono di sera nelle tubature d'acqua. A patto che compri delle fiale (di primo avvio per un acquario nuovo che troverai in un qualsiasi negozio di acquariofilia). Attendi almeno da 15gg. e poi popolare l'acquario di pesci. Ti segnalo i link dei pesciolini che ti consiglio.

  • 1 decennio fa

    se abiti in prossimità del mare puoi provare a farti un acquario marino con piccoli pesci che di questi tempi puoi prendere nelle buche degli scogli anche qualche gamberetto e l'acqua la cambierai lo stesso con quella marina almeno ogni 15 gg

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.