Anonimo
Anonimo ha chiesto in Casa e giardinoPulizia e igiene · 10 anni fa

Chi sa dirmi come togliere l'alone dell'acqua dal divano?

Mi è caduto del caffè sul divano che non è sfoderabile, e per togliere la macchia ho passato con lostraccio acqua e detersivo, ma ora non solo non si è tolta la macchia, ma c'è un alone enorme, Come posso toglierlo?

3 risposte

Classificazione
  • 10 anni fa
    Migliore risposta

    Cosa occorre avere a portata di mano: oltre a stracci di cotone e panni pulitissimi, spugnette, carta assorbente e' indispensabile avere in casa:

    a) Saponaria o talco: utile per assorbire le macchie di unto.

    b) Sapone: da bucato che potete passare asciutto su colletti e polsini (in commercio si trovano buoni prodotti alternativi)

    c) Aceto: perchè l'aceto di vino (miscela di acido acetico e acqua) è indicato per risciacquare lana e seta, dopo il lavaggio, eliminando i residui di detersivi e dando brillantezza a queste fibre. Va usato diluito: un cucchiaio in circa un,litro d'acqua. Può opacizzare alcune fibre sintetiche.

    d) Acetone, per togliere le macchie di smalto, lacca e vernice, ricordate che danneggia le fibre sintetiche e artificiali.

    e) Acqua ossigenata, essendo però più un decolorante che uno smacchiatore deve essere usata con cautela sui tessuti colorati e su quelli sintetici. Si usa normalmente quella a 12 volumi, diluita in acqua ad una percentuale deI 10-20%.

    f) Acquaragia, per la vernice (ma lascia aloni).

    g) Alcool (etilico, denaturato), un ottimo solvente di origine naturale, adatto per le macchie di inchiostro e morchia, ma va usato con cautela, soprattutto sulle fibre artificiali e sintetiche, e diluito con acqua.

    h) Ammoniaca: deve essere usata diluita al 15-20%, non è indicata per i tessuti di lana e seta, non indicata per macchie oleose.

    i) Benzina: usata per macchie di olio, grasso, cera e resine. Lascia facilmente alone ed è pericolosa per l'alta infiammabilità e per le esalazioni nocive. Non si può usare su tessuti delicati o cerati.La benzina è spesso l’ultimo rimedio a cui si ricorre in caso di macchie resistenti. È importante però non confondere la benzina per smacchiare (benzina avio) con la benzina per le automobili.

    l) Borace: è un sale usato per togliere alcune macchie dal cotone e dal lino.

    m) Burro: è uno smacchiatore oltremodo pratico. È facile da eliminare ed è molto efficace nella rimozione di macchie difficili di grasso, catrame e resina. Spalmare del burro sulle macchie e fare agire per un po’ di tempo. Togliere l’eccedenza e tamponare con benzina per smacchiare.

    n) Candeggina: da usare con attenzione, perche' indebolisce i tessuti e scolorisce.

    o) Etere: solvente altamente infiammabile, dall'odore caratteristico. Si presta a togliere macchie di grasso, morchia e unto. Non deve essere mai usato con tessuti anche misti seta. È molto volatile e lascia difficilmente aloni.

    p) Glicerina: per le macchie a base d' acqua, è contenuta in piccole percentuali nei saponi. È utile, in aggiunta ai detersivi sintetici, nel lavaggio degli indumenti di lana per renderli morbidi. Si usa come smacchiatore per togliere particolari tipi di macchie.

    q) Latte: contiene lattosio, caseina, sali minerali e grassi. Ha un'acidità bassissima, vicina a ph 7. Serve per smacchiare la pelle e i tessuti delicati.

    r) Succo di limone: contiene acido citrico ed acqua. Essendo un acido molto debole è adatto a smacchiare lana e seta, al posto di prodotti più energici. Usato caldo è efficace sulle macchie di ruggine, freddo su quelle della frutta.

    s) Sale fino: ottimo per le macchie di vino (va lasciato riposare 10 minuti e poi sciacquato con abbondante acqua), sciolto in acqua calda cancella le macchie di cioccolato.

    t) Trementina o essenza di trementina: un solvente simile all'acquaragia. Toglie le macchie di vernice, resina e catrame, grasso, ma lascia spesso l'alone. Va usata con cautela su tessuti delicati.

    u) Trielina: uno dei più usati smacchiatori, perché dissolve grasso, olio, vernici. Non lascia alone, essendo molto volatile. È però pericolosa, a causa dell'alta infiammabilità.

    Fonte/i: se per il fai da te ti viene difficile... vai in tintoria!!! oppure: Devi prendere uno smacchiatore per tessuto. Deve essere un po' forte e quindi evita quelli spray a base di schiuma, perchè sono per pulire e non per smacchiare. Versi alcune gocce dello smacchiatore sul panno morbido (se di mircrofibra meglio o in alternativa una spugna, seppure meglio il panno) e strofini delicatamente sulla macchia. Prima di fare questo però, ti consiglio vivamente di fare una prova con lo smacchiatore in una parte nascosta del divano per vedere se il colore del tessuto resiste allo smacchiatore. Se il tessuto è bianco, puoi andare tranquill.
  • 3 anni fa

    Se cerchi una cura per l'iperidrosi ti onsiglio questa http://MiracoloPerIperidrosi.latis.info/?1TS6

    Gli individui affetti da sudorazione eccessiva tendono a produrre grandi quantità di sudore nelle aree interessate (ad esempio, sudorazione del palmo delle mani), e ad avere indumenti costantemente umidi. Questo può causare imbarazzo nelle attività lavorative e nella vita sociale, anche se la sudorazione eccessiva non è, di per se stessa, causa di cattivo odore.

  • 5 anni fa

    Ho il tuo stesso problema!Come hai risolto?

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.