Dubbio sui Legati di Diritto Privato?

Salve a tutti, sto preparando diritto privato e ho un dubbio circa la distinzione di alcuni tipi di legati.

Più tecnicamente non riesco a capire il legato di cosa altrui.

Cioè, quand'è che oggetto di un legato può essere una cosa altrui?

E in cosa si distingue dal sublegato che ha invece ad oggetto l'onere di adempiere ad una prestazione? Non credo di averli capiti, anche perchè mi pare assurdo che un legato su cosa altrui possa obbligare un terzo ad esempio ad alienare un proprio bene.

Gradirei anche degli esempi pratici per comprendere sublegati e legati di cosa altrui. Grazie in anticipo.

1 risposta

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    Anche in materia testamentaria, il principio generale è l'inefficacia dei negozi rispetto ai terzi: dispone infatti l'art. 651 cod. civ. che il legato di cosa altrui è nullo.

    È tuttavia pienamente valido qualora la cosa oggetto della disposizione non era nel patrimonio del testatore all'epoca della redazione del testamento, ma è diventata sua successivamente, e comunque al momento dell'apertura della successione.

    Il fondamento della norma è stato individuato in una presenza di volontà: il testatore, sebbene la cosa non gli appartenesse al tempo del testamento, aveva il proposito di procurarsela, come poi è avvenuto.

    Si ha la figura del sublegato quando l'onere della prestazione del legato sia posta dal testatore a carico di uno o più legatari.

    Il sublegato attua un'autonoma e diretta attribuzione di diritti patrimoniali a favore del sublegatario.

    Dall'autonomia delle due disposizioni consegue che l'invalidità del legato non influisce sul sublegato, salvo che per entrambi non operi la stessa causa di nullità. Pertanto, il rapporto tra legato e sublegato è più economico che giuridico: perciò è stato da taluno preferito il termine di "legato a carico del legatario".

    Di norma, il sublegato ha per oggetto un credito del sublegatario nei confronti del legatario (cd. sublegato obbligatorio). Tuttavia, il sublegato può avere ad oggetto anche un diritto reale, ed è denominato sublegato reale (ad es. Tizio lega a Sempronio il fondo Tuscolano e sublega a Mevio 10 determinati ettari di quello stesso fondo).

    Il legatario è tenuto all'adempimento del legato nei limiti del valore della cosa legata.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.