Anonimo
Anonimo ha chiesto in Politica e governoPolitica e governo - Altro · 1 decennio fa

Obama il nobel per la pace riprende il nucleare ?

L’annuncio stasera dice Obama l’America ha bisogno di questa energia a basso costo e considerata pulita , quindi abbiamo in programma di costruire nuovi centrali che al più presto metteremo in cantiere , so che questa notizia provocherà qualche dissenso ma è inevitabile , bisogna perseguire per il benessere americano questo tipo di energia.

Ecco fatto il messia ha predicato ora vedremo le frange estreme della nostra sinistra strapparsi le vesta per questa dichiarazione del Nobel per la pace nuclearista .

Adesso che Obama ha ricopiato passo passo il programma del PDL che ne pensate silvio è un genio o no ??

Fiuuuu fassiiinnooooo lascia stare la lampada elettrica con la faccia di pannella stampata …

Ecco fatto ci ha fatto la solita pisciatina e l’ha fulminata , era alimentata a carbone .

Anche gli animali capiscono le Capppellate dei nostri politici REFERENDARI

11 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    Ti rispondo per porre rimedio alla disinformazione dell'utente con "l'occhio".

    Prima di tutto le scorie non rappresentano un problema.

    Le centrali di III generazione producono scorie radioattive che possono servire da combustibile nucleare per quelle di IV!

    Questo è scritto in un articolo di Panorama Economy.

    Secondo, in Umbria ci sono giacimenti molto ricchi di Uranio che possono servire per l'Italia e mezza Europa.

    Terzo, per la fissione di ogni grammo di Uranio si produce energia pari a 3000 tonnellate di carbon fossile.

    Per l'industria meccanica, chimica e siderurgica, dove occorrono centinaia di megavatt di corrente, il nucleare è l'unica soluzione!

    Per le città piccole e per i paesi e quindi per le utenze domestiche, è meglio il fotovoltaico e l'eolico.

    Quindi tutto va valutato a seconda dei casi REALI (e non sulla base di utopie!).

    Comunque, se ci fosse un referendum, il popolo sarebbe favorevole sia al nucleare che al rinnovabile.

    L'uranio NON è in esaurimento!

    Inoltre la prima centrale in Italia di terza generazione sarà pronta entro il 2020 e non entro il 2025!

    Inoltre l'uranio per far funzionare le centrali atomiche, si può produrre dal Torio, un elemento chimico 4 volte più diffuso dell'uranio nella crosta terrestre. Per informazioni sul Torio:

    http://it.wikipedia.org/wiki/Torio

    Per il resto ha ragione Mago Merlino.

  • 1 decennio fa

    Ma Stivi, caro mio, secondo te mi strappo le vesti per Obama? Ti assicuro che me le strappo già tutti i giorni per Berlusconi che, ahimè, è una realtà italiana...non ho bisogno di preoccuparmi di ciò che fa Obama. A quello penseranno gli elettori statunitensi.

    Personalmente, non concordo con la scelta ma non posso neanche ritenerla una scelta folle. Gli Stati Uniti sono una potenza energetica nucleare. Due centrali in più, di nuova generazione, non cambiano nulla. Bisogna ricordare però che Obama sta al contempo favorendo in maniera fortissima il rinnovabile. In Italia, invece, le quattro centrali nucleari propagandate dal PDL non avranno effetti positivi ma solo effetti negativi e il perchè te l'ho già detto più volte: la borsa dell'energia e i costi degli impianti non faranno abbassare le tasse ma le faranno aumentare (o a limite graveranno sulle casse dello stato); la dipendenza non sarà effettiva perchè l'Uranio lo dovremo comprare e anche se avesse potuto essere effettiva si sarebbe comunque trattato di un trascurabile 6-7%; non sappiamo dove smaltire le scorie e per portarle all'estero dovremo pagare (ma possiamo sempre rovesciarle nello Ionio!); la cosa creerà molte proteste. Io dico solo che, se negli USA costruire altre due centrali è una cosa indifferente, qua, costruirne quattro, è la scelta peggiore. Il rinnovabile da indipendenza effettiva, non produce scorie, non causa rischi, causerebbe meno proteste e avrebbe costi simili per produrre pari energia (se non sbaglio costa un po' meno ma ne serve tanto). Perchè scegliere il nucleare svantaggioso invece che il rinnovabile vantaggioso? Sì. Silvio è un genio: lo è perchè è riuscito a prendere per i fondelli una parte di italiani facendogli credere che il paese trarrà benefici da questa scelta e al contempo ha favorito tante importanti lobby su cui potrà contare ora e per sempre.

    ----------

    Aggiungo dettagli per rispondere a "Il Castigatore". Nel rispetto delle tue idee voglio dire che non sono assolutamente d'accordo. Le scorie non sono un problema? Di centrali di quarta generazione, che io sappia, non ce ne sono ancora visto che la tecnologia è molto recente. Ci saranno forse nel 2020? Quando ci saranno, come faremo a far giungere le nostre scorie nei reattori di quella minoranza di centrali di 4° generazione, scavalcando i paesi che ne hanno da smaltire molte più di noi, non lo so. Certo, potrebbe essere una soluzione ma non si costruiscono grattacieli sulla sabbia. Avrei voluto un accordo preventivo ed inderogabile. 2)Sapevo dell'esistenza del giacimento al sud Italia. Ma è chiuso e molto probabilmente lo rimarrà vita natural durante (se non sbaglio ci sono perfino leggi regionali che fanno problemi, e anche là ci vorrebbe l'impugnazione alla Corte Costituzionale). Uno spreco. Se si aprisse, la dipendenza diverrebbe effettiva ma i costi dell'energia non sarebbero minori 3)Anche ammettendo che per i grandi poli industriali serva energia 'certa' mi pare che nei piani del governo non ci sia affatto quello di sostituire il carbonfossile col nucleare cosa a cui sarei favorevole. Visto che per i grandi poli rimarrebbero comunque le altre centrali super-inquinanti (perchè anche là ci sono interessi troppo grandi)...il fatto di crearci altri problemi col nucleare lo trovo superfluo. Per una scelta ignava come questa, che non pretende di rivoluzionare nulla del nostro sistema energetico ma solo di fare propaganda, andava benissimo il rinnovabile, sopratutto per coprire una percentuale così esigua di energia. 4)...ma questo lo aggiungo io, al problema delle malattie non c'e comunque rimedio e anche se si tratta di quelle piccole 'perdite collaterali' non me la sento di archiviare. Dunque, nonostante il tuo intervento informato che ha corretto alcune mie dimenticante, e per questo ti ringrazio, continuo a ritenere che riportare il nucleare in questa maniera sia una scelta completamente fallimentare. Però, hai detto che sei certo che in caso di referendum gli italiani sarebbero d'accordo. Bene, allora facciamo un referedum sulle nuove norme del governo, con un sano dibatitto precedente, escludendo la propaganda governativa, chiamando in campo esperti... e vediamo. Per ora, la maggioranza assoluta, non lo vuole nella propria regione ed è questo che conta. Troppo comodo dire "Lo voglio, ma che la leucemia se la becchi qualcun'altro".

    http://www.ansa.it/ambiente/notizie/notiziari/ener...

  • 1 decennio fa

    Anche qui, la demagogia dei sinistri della sinistra non ha fine!

    prima osannavano Barack Obama, guardando a lui come allo "uomo della pace".

    Da quando ha detto che:

    1) la guerra in Afghanistan continua;

    2) non lasceremo l'Iraq in mano alla guerriglia;

    3) siamo favorevoli al nucleare;

    4) se falliscono i colloqui di pace con l'Iran, l'opzione di un intervento militare c'è sempre.

    Ecco che la sinistra italiana si è dimenticata di Barack!

    Persino all'interno del PD dove Walter Veltroni aveva SCOPIAZZATO il "Yes We Change", con l'assurdo e ridicolo "Si Può Fare", alle scorse elezioni nazionali, adesso non ne parla più nessuno!!!

  • 1 decennio fa

    Non ha mica parlato di missili nucleari ...

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • paco
    Lv 5
    1 decennio fa

    non sapevo che obama avesse fatto una legge sulla depenalizzazione del falso in bilancio e una sul processo breve....nmon si finisce mai di imparare....comunque per quel che riguarda il nucleare.....gli stati uniti sono anni che hanno le centrali e non si mettono certo a costruirle solo ora....

  • 1 decennio fa

    Obama, come qualsiasi altro presidente USA, dopo tante belle parole in campagna elettorale, ora che ha vinto deve pagare pegno alle lobbies che gli hanno permesso di arrivare dov'è.

    Esattamente come Berlsuconi&Co (ma in questo caso le lobbies non sono trasparenti come in USA e, probabilemte, neanche lecite).

  • Anonimo
    1 decennio fa

    mi sa proprio che allora sia giunto il momento di vedere Silviuccio nostro pontefice.

  • Anonimo
    1 decennio fa

    La colpa è sicuramente da attribuire ai comunisti italiani e ai magistrati comunisti che infangano il premier con le loro indagini, degne di un tribunale comunista, di un giudizio comunista di una centrale nucleare comunista, di una guerra comunista, di un lavoro comunista di un padre e una madre comunisti, di un fratello comunista, una sorella comunista, collega di lavoro comunista e di una risposta di un comunista

    Fonte/i: COLPA DELLA SINISTRA E DEI COMUNISTI
  • 1 decennio fa

    1. Paragoni il fabbisogno energetico degli USA con quello dell'Italia?

    2. "Obama ha ricopiato passo passo il programma del PDL che ne pensate silvio è un genio o no ??"

    Ah si.. c'era bisogno di scopiazzare l'Italia dagli altissimi indici di benessere economico e sociale.

    3. Che c'entra la pace con il nucleare a scopo civile?

    Stai dunque insinuando che Berlusconi non è all'energia che mira quando si dice favorevole al nucleare

    4. Obama parla di nucleari di 4' generazione ideati proprio negli USA la cui ricerca è stata portata avanti dal Forum Internazionale GIF (Generation IV International Forum) fondato nel 2000 dal Department of Energy degli Stati Uniti d'America (DOE).

    Queste centrali sono più economiche, sicure, producono meno scorie ed il Forum si è concentrato sull'eliminazione del plutonio che è quello usato a scopi militari.

    Stasera su answer si rasenta la follia!

  • 1 decennio fa

    ti stimo fratello!!!

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.