Anonimo
Anonimo ha chiesto in Giochi e passatempiHobby · 1 decennio fa

ma si può creare la pasta?nel senso,non della pasta ke mangiamo ma quella cm la cartapesta!!?

3 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Migliore risposta

    cercherò di essere più chiaro possibile:

    l'uso tradizionale è quella "strati" praticamente prevede di mischiare la carta, precedentemente lasciata a bagno nell acqua con colla liquida, e poi applicarle su "scheletri" precedentemente costruiti per dare la forma con ferro filato a strati...

    ma personalmente ti sconsiglio questo metodo perchè non ti permette di modellare accuratamente la carta pesta se proprio vuoi fare una cosa come si deve segui accuratamente questo metodo (inventato e testato dal mio ex prof di arte) e ti troverai bene:

    cosa ti serve:

    carta, molta carta (che so giornali vecchi, riviste fogli ecc.. ecc..)

    un frullatore (fattene dare uno vecchio in quanto poi potrai usarlo solo per la carta pesta)

    colla liquida (di soloto viene usata la colla vinilica o semplicemente VINAVIL ma personalmente ti consiglio la colla che è solitamente usata per i parati : quella che si vende in polvere che poi mischiata con l'acqua diventa colla vera e propria, ti consiglio questa in quanto rispetto la vinavil ha un costo molto inferiore)

    gesso (o meglio polvere di gesso)

    un secchio

    un mestolo (o un semplice bastone)

    uno scolapasta

    ferro filato (ti serve per fare lo scheletro della tua scultura che poi coprirai di carta pesta)

    le paletine che di solito servono per modellare la creta (di queste puoi farne a meno ma se vuoi far un lavoro accurato e meglio usarle)

    tempere (nel caso tu voglia colorare la scultura)

    pennello (per le tempere)

    Per iniziare lascia in ammollo un un secchio pieno d'acqua la carta per un paio di ore, nel frattempo con il ferro filato crea lo scheletro (cioè la forma che gli vuuoi dare alla tua scultura), dopo di che scola con lo scolapasta) la carta privandola dell'acqua in eccesso (solo quella in eccesso! deve essere lo stesso bagnata) e versala carta bagnata nel frullatore; aziona il frullatore e rendi la carta una vera e propria poltiglia (la carta risulterà sminuzzata in tanti pezzettini) dopo di che versa questa in un recipiente qualsiasi e unisci a questa con la colla liquida e polvere di gesso (non esagerare con la colla e con il gesso ne serve davvero poca) e mescolando l'impasto con un mestolo (alla fine avrai un impasto molle da poter modellare facilmente)...

    ora applica l'impasto sullo scheletro della scultura fino a ricoprirlo interamente dandogli la forma che ti interessa

    N.B: modella con cura l'impasto altrimenti una volta che si è seccato potrebbe staccarsi qualche pezzettino e soprattutto non andare di fretta fai le cose con calma ma accuratamente

    Una volta secco la scultura sarà solida e sarà il tempo (se ritieni opportuno) di colorarla aggiungendo i vari particolari con le tempere

    Lo so che sembra un pasticcio uscita da quqlache puntata di art attak ma ti assicuro che se seguirai bene tutte le istruzioni non rimarrai delusa

    Fonte/i: il mio carissimo professore d'artistica delle medie nonche buon artista locale che riciclava i giornali che arrivavano a scuola per creare sculture le migliori delle quale publicava e vendeva nelle mostre (molto spesso eravamo noi alunni ad aiutarlo nelle sue opere d'arte)
    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    Certamente. Per creare la cartapesta in pasta servono:

    - Carta o cartone di recupero (giornali, cartone ondulato... basta che la carta non sia "patinata", plastificata o comunque tale da non disfarsi in acqua).

    - Una pentola d'acqua.

    - Colla da tappezziere (si presenta come una polvere bianca venduta in scatole).

    - Mazzuolo in gomma

    - Un contenitore basso

    La ricetta per prepararla viene descritta in modo molto preciso in questo sito:

    http://barbinirocco.eu/index.php/18-02-2010/74-car...

    La cartapesta prodotta in questo modo, se avanza, può essere conservata a lungo in frigorifero, all'interno di un sacchetto di plastica chiuso molto bene (non si deve asciugare l'impasto).

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    Scusa, non ho capito bene la domanda.... cosa sarebbe 'sta pasta come la cartapesta? 8-)

    • Accedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.