promotion image of download ymail app
Promoted

Come coprire un tetto in legno classico? non quello ventilato?

Vorrei realizzare per la mia abitazione una copertura in legno con travi in castagno e sopra rivestire l'area con delle doghe da 3 cm sempre in castagno. Ora, prima di mettere le tegole vorrei sapere che tipo di isolamento è consigliabile fare.

Non realizzerò un tetto ventilato perchè la pendenza delle falde è molto al di sotto del minimo necessario per far funzionare la ventilazione.

grazie

2 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    Metti il sistema della " Tecton". Sopra le tue doghe in legno si poggiano dei fogli, di una specie di polistirolo rivestito da entrambe le superfici che permette all'umidità di evaporare e di non attraversarlo verso il basso. I fogli si incastrano fra loro, facilitando la posa fino al canale di gronda. In ultimo si poggiano i coppi o tegole di copertura finale. Avrai così un tetto leggero, traspirante ed isolato termicamente. Potrà costarti qualcosa in più..., ma ti ripagherà abbondanntemente nel confort sia d'estate che d'inverno. La TECTON dovresti trovarlo su internet in provincia di TRENTO. Vai sul sito e fatti inviare un catalogo o fissa la visita di un loro tecnico, sarebbe meglio. Ad ognuno il suo lavoro...!

    Skipper

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    1 decennio fa

    :O

    Sono davvero senza parole, ma secondo te perché esistono i geometri, gli ingegneri ecc...? Perché ogni situazione è diversa ed è impossibile scegliere la stratigrafia migliore senza sapere i dati del contesto.

    Senza considerare poi l'obbligo di presentazione di una domanda in comune, quindi aver come minimo un progetto di massima dove un tecnico ha già valutato la situazione.

    Anche il tuo discorso sulla ventilazione è quantomeno curioso, ma se non vuoi realizzare un tetto ventilato hai un bel problema in regime estivo, visto che un tetto sotto al sole in estate raggiunge delle temperature elevattissime. Il discorso poi dell'inclinazione è ridicolo, visto che esistono anche i pavimenti (quindi piani) ventilati, al massimo infatti smaltirai meno calore (il che è comunque tutto da valutare).

    L'unico modo di contrastare il flusso termico estivo (senza ventilazione) è scegliere un materiale isolante con molta massa (il che quindi esclude il polistirolo consigliato dall'altro utente), magari la lana di roccia.

    Per valutare spessori e materiali servirebbe sapere la colorazione del manto di copertura (una differenza minima di sfumatura varia di molto la temperatura), la tua zona climatica e l'esposizione del tetto (come minimo)

    Il problema dei tetti a vista (e anche di tutti gli altri) poi è la condensa (sia superficiale che interstiziale), per quello l'accoppiamento dei materiali va valutato da un tecnico esperto (per dimensionare la barriera al vapore ad esempio).

    Riassumendo, il risparmio non è mai guadagno, soprattutto se si vuole risparmiare sul parere di un tecnico per realizzare una delle strutture più complesse in edilizia.

    Fonte/i: Sono progettista edile
    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.