Anonimo
Anonimo ha chiesto in Matematica e scienzeChimica · 1 decennio fa

Il metano sapete dirmi alcune cose sul metano?

Era scritto che il metano frega e coglie di sorpresa e che è un gas pericolosissimo proprio perchè quasi inodore.Pensando che una fuga di gas fosse minima e sentendo poco odore ho fumato una sigaretta dove c'era una fuga di metano ma davvero il metano è così pericoloso?

Aggiornamento:

A ripensarci ora mi vengono i brividi davanti a me c'era un' immagine della madonna che in quella casa era stata messa da qualcuno.Mi sento un miracolato ma davvero riconducendo il utto questa storia l' ho raccontata in fenomeni sovrannaturali.

4 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    Il metano è un gas del tutto inodore e incolore ( l' odore che senti per uso civile è un additivo, che mettono per sicurezza , affinché tu senta la perdita ) .

    E' pericoloso, perché combinato con l' aria, forma una miscela altamente esplosiva ( basta una scintilla e ti salta in aria la casa ) .

    Se in casa hai una perdita, di un tubo rovinato , rotto, e lasci la casa chiusa per 1 giorno, appena rientri, accendi un interruttore, ti suona il cellulare, accendi un fiammifero .......... l' esplosione della miscela metano/ossigeno , rade al suolo un palazzo .

    PRECISANDO

    Aggiungo attenzione alle cambio utenze gpl,metano, che hanno diverse ottimazioni di combustioni infatti tra il metano e gpl vanno cambiati gli ugelli, con il metano si usano ugelli leggermenti piu piccoli non salterai in arai solo che la fiamma non sera ossidante cioe il rapporto combustibile -Comburente non e ottimale allora la fiamma nn avra il rendimento ottimale,le pentole ti faranno vnere procurerai un maggiore consumo perche e piu combustibile dell' aria che si puo combinarsi nnel processo di combustione,.quando brucia libera meno anidride carbonica e molta acqua per questo inquina di meno degli altri idrocarburi...

    il Il metano è un idrocarburo semplice (alcano) formato da un atomo di carbonio e 4 di idrogeno; la sua formula chimica è CH4, e si trova in natura sotto forma di gas.

    La molecola ha forma tetraedrica; l'atomo di carbonio è al centro di un tetraedro regolare ai cui vertici si trovano gli atomi di idrogeno. Una particolare caratteristica dei legami tra carbonio e i 4 atomi di idrogeno è che il carbonio, nel suo stato elettronico fondamentale (non eccitato), presenterebbe solamente due elettroni di valenza, e di conseguenza avrebbe la possibilità di creare solo due legami. Tuttavia il carbonio forma 4 legami con altrettanti atomi di idrogeno. Significa che durante la formazione dei legami il carbonio, che presenta 4 elettroni nel livello orbitale con numero quantico principale pari a 2, un elettrone viene eccitato (venendogli fornita energia) e di conseguenza il carbonio presenterà un elettrone nell'orbitale 2s, uno nel 2px, uno nel 2py e uno nel 2pz (mentre prima avevamo due elettroni nel 2s, uno nel 2px, uno nel 2py e zero nel 2pz). gli elettroni di valenza sono quindi quattro e non due, ed il carbonio potrà formare 4 legami. Tutto questo è possibile perché la diminuzione di energia del sistema C H H H H che si ottiene con la formazione di 4 legami invece che due è in valore assoluto maggiore dell'aumento dell'energia necessaria a eccitare un elettrone. Di conseguenza l'energia finale del sistema con 4 legami sarà minore dell'energia del sistema con 2 legami, e la prima soluzione verrà "preferita" dal carbonio.

    Il metano è il principale componente del gas naturale, ed è un eccellente combustibile poiché produce il maggior quantitativo di calore per massa unitaria. Bruciando una molecola di metano in presenza di ossigeno si forma una molecola di CO2 (anidride carbonica), due molecole di H2O (acqua) e si libera una quantità di calore:

    CH4 + 2O2 → CO2 + 2H2O [+ 891 kJ/mol]

    Dalla combustione di un metro cubo standard di metano si ottengono circa 36 MJ (8940 Kcal)

    Il legame covalente carbonio-idrogeno nel metano è uno dei più forti tra tutti gli idrocarburi, per questo motivo il suo uso come materia prima in chimica è limitato. La ricerca di un catalizzatore che possa facilitare l'attivazione del legame C-H nel metano e negli altri alcani leggeri è un'area di ricerca con importanti risvolti industriali.

    Il metano è un gas serra presente in atmosfera in concentrazioni molto inferiori a quelle della CO2 ma con un potenziale di riscaldamento globale ben 23 volte superiore.

    La sua concentrazione in atmosfera è aumentata da 700 ppb (parti per miliardo) nel periodo 1000-1750 a 1.750 ppb nel 2000, con un incremento del 150%. Il metano è responsabile del 20% dell'incremento dell'effetto serra.

    Il metano è il risultato della decomposizione di alcune sostanze organiche in assenza di ossigeno. È quindi classificato anche come biogas.

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Il metano è un gas del tutto inodore e incolore ( l' odore che senti per uso civile è un additivo, che mettono per sicurezza , affinché tu senta la perdita ) .

    E' pericoloso, perché combinato con l' aria, forma una miscela altamente esplosiva ( basta una scintilla e ti salta in aria la casa ) .

    Se in casa hai una perdita, di un tubo rovinato , rotto, e lasci la casa chiusa per 1 giorno, appena rientri, accendi un interruttore, ti suona il cellulare, accendi un fiammifero .......... l' esplosione della miscela metano/ossigeno , rade al suolo un palazzo .

  • Mars79
    Lv 7
    1 decennio fa

    Sì.

    Cmq il metano puro non è "quasi" inodore, ma è "completamente" inodore. Quando sentiamo quell'odore caratteristico, esso è dato dai composti dello zolfo che si trovano in tracce in esso.

  • 1 decennio fa

    allora una piccola premessa il metano è un gas ed è una sostanza fiammabile . . accendendo una sigaretta essendo fiammabile si va incontro allo scoppio è se sei fortunato rimani vivo con scottature di 3° grado ^^ per questo è pericoloso e non bisogna giocarci .

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.