EGYPTE3 ha chiesto in Scuola ed educazioneCompiti · 1 decennio fa

testo bellissimo..qualcuno saprebbe rispondere a queste domande..per favore..?

Quando william era ragazzo, la famiglia si trasferì dai Bottoms in una casa sulla collina, da cui si vedeva tutta la vallata, distesa davanti ad essa come la valva di una conchiglia. Sul davanti della casa c'era un enorme vecchio frassino.Il vento dell'ovest, soffiando dal Derbyshire, investiva la casa con tutta la sua forza squassando l'albero che gemeva sotto le raffiche.A Morel piaceva il rumore del vento. <é una musica>, diceva. <Mi concilia il sonno>. Invece Paul ,Annie e Arthur lo detestavano.Per Paul divenne addirittura il rumore del demonio.L'inverno del loro primo anno in quella casa, vide un momento di grande cattiveria del padre. I bambini giocavano per strada , al limitare della valle che via via andava oscurandosi, fino alle otto, ora in cui rientravano e andavano a letto. La madre sedeva a cucire dabbasso. L'avere davanti alla casa un così vasto spazio dava ai bambini il senso della notte, dell'immensità, del terrore. E quel terrore traeva linfa dagli scricchiolii dell'albero e dell'angoscia della discordia domestica. Spesso Paul si svegliava dopo che aveva dormito già parecchio, sentendo dei rumori al pianerottolo. Immediatamente del tuto sveglio, sentiva gli urli del padre che rincasava quasi ubriaco, le repliche secche della madre, poi i colpi che il padre dava col pugno sul tavolo e le urla terribili che si facevano sempre più alte. E poi tutto si mescolava con gli scricchiolii e i gemiti del grande albero squassato dal vento. I bambini restavano zitti, sospesi, aspettando che il vento si calmasse per sentire che cosa stesse facendo il padre . Magari avrebbe potuto ancora picchiare la madre. C'era un senso di orrore, un brivido nel buio quasi dovesse scorrere sangue. Stavano giù nei loro lettini con il cuore come in una morsa di intensa angoscia.Il vento squassava l'albero sempre più violentemente.Tutte le corde di quella grande arpa gemevano, fischiavano, urlavano. E poi veniva l'orrore del silenzio improvviso:silenzio per ogni dove, fuori e giù da basso. Che cos'era? Era un silenzio di sangue? Che cosa aveva fatto il padre? I bambini giacevano respirando il buio. E poi, finalmente, sentivano che il padre gettava via i suio stivali e saliva pesantemente le scale con le sole calze ai piedi. Restavano ancora in ascolto e poi, alla fine, se il vento si calmava, sentivano l'acqua che scorreva nel bollitore che la madre stava preparando per l'indomani mattina e si addormentavano in pace.Al mattino erano felici, molto felici alla sera, quando giocavano e facevano il girotondo attorno all'unico lampione che illuminava il buio della sera. Ma c'era sempre una sorta di ansia nei loro cuori, una sorta di oscurità nei loro occhi, che li segnava in ogni momento della loro vita. Paul odiava il padre.

Questo è un frammento del libro Sons and Lovers di David Herbert Lawrence ... le domande che volevo farvi sono queste:

il linguaggio usato in questo testo fa appello principalmente al senso dell'udito. I rumori , in fatti, caratterizzano sia l'esterno che l'interno.DA COSA SONO CAUSATI?/

Concentratevi sull'effetto del vento in questa scena: QUESTO ELEMENTO NATURALE è PERSONIFICATO?PERCHè?..

per favore è molto importante non mi importa che le risposte siano articolate voglio solo capire il senso della risposta per poi rielaborarla da sola ..

1 risposta

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    a me sembra che la risposta tu ce l'abbia nel testo: " E quel terrore traeva linfa dagli scricchiolii dell'albero e dall'angoscia della discordia domestica". Si tratta in entrambi i casi di lotte: l'una, quella del vento contro l'albero e, l'altra, quella del padre contro la madre, e, come tutte le guerre, anche quelle generavano il terrore, l'angoscia e la paura.

    La personificazione del vento ritengo che emerga dal parallelismo che l'autore fa con la scena interna: il padre che batte i pugni sul tavolo e magari picchia la madre, così come il vento si abbatte con furia sull'albero.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.