Il sito di Yahoo Answers verrà chiuso il 4 maggio 2021 (ora della costa est degli USA) e dal 20 aprile 2021 (ora della costa est degli USA) sarà in modalità di sola lettura. Non verranno apportate modifiche ad altre proprietà o servizi di Yahoo o al tuo account Yahoo. Puoi trovare maggiori informazioni sulla chiusura di Yahoo Answers e su come scaricare i tuoi dati in questa pagina di aiuto.

scheda di lettura fabbrica di cioccolato veloceeee?

aiutoooo mi potete dare una piccola scheda di lettura con ambientazione, personaggi, sintesi?? vi prego devo farla x domaniiii!!

2 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    Titolo La fabbrica di cioccolato

    Autore Dahl Roald

    Prezzo € 12,00

    Prezzi in altre valute

    Dati 2005, 202 p., ill., rilegato

    Traduttore Duranti R.

    Editore Salani (collana Istrici d'oro)

    Età di lettura da 8 anni

    La Fabbrica di Cioccolato

    Questa è la storia di Charlie Bucket, un bambino molto povero ma felice, anche se deve dividere coi genitori e i quattro nonni una zuppa, deve usare per costruzioni dei tappi di dentifricio ed avere una sola tavoletta di cioccolato l'anno, in occasione del suo compleanno. Vive in una piccola casa piena di spifferi all'ombra della grande e impenetrabile fabbrica di cioccolato Wonka e si addormenta sognando le meraviglie che questa custodisce. Un giorno il nonno di Charlie, Joe, gli racconta di quando la fabbrica era ancora aperta: lui, come molti altri uomini, lavorava lì da molti anni, sotto il comando di Willy Wonka, che un giorno decise di chiudere la fabbrica. Da quel giorno nessuno ebbe più notizie del proprietario, infatti i cancelli rimanevano sempre chiusi, tranne quando i camion Wonka andavano a ritirare le tavolette di cioccolato da vendere. Ma rimane un mistero: se nessuno lavora nella fabbrica, chi produce il cioccolato? Charlie non sa darsi risposta. Grazie a un concorso indetto dal misterioso proprietario, non solo la possibilità di entrare nella fabbrica diventa reale per i cinque fortunati che troveranno il biglietto d'oro nella loro tavoletta di cioccolato, ma uno solo alla fine della visita riceverà in dono una quantità enorme di dolciumi. Charlie è speranzoso, essendo vicino il suo compleanno, ma, malgrado le preghiere dei suoi, quando scarta la tavoletta non trova nulla. Anche la seconda, regalatagli con l'ultimo soldino da nonno Joe si rivela un buco nell'acqua, ma poi, quando tutto sembra perduto, il piccolo trova nella neve 10 dollari e comprata una supertavoletta, trova il biglietto. Si precipita a casa per dare la buona notizia. Il giorno seguente, con nonno Joe, si avvia verso la fabbrica e lì incontra gli altri quattro fortunati bambini. Sono: Augustus, un bambino molto grasso che mangia cioccolato in continuazione; Veruca, figlia di un industriale che confeziona noccioline; Violetta, una bambina che mastica 24 ore su 24 una gomma americana; Mike, il quale sta sempre attaccato alla televisione. Alle dieci in punto il cancello della fabbrica si apre e il proprietario fa entrare i vincitori con i rispettivi accompagnatori. Entrati, il contesto cambia: vi è un piacevole profumo di tutti i dolciumi e la temperatura è assai calda. Tutto ciò perché gli operai odiano i climi freddi e non potrebbero lavorare senza il loro clima ideale. I bambini sono molto ansiosi di sapere chi siano questi operai e il signor Wonka glieli presenta subito, entrando nella stanza della cioccolata: è un luogo magnifico, un ambiente che se non si vede non lo si può nemmeno immaginare, piena di praticelli verdi, adorabili cespugli e alberelli dall’aspetto incantevole. Tutto questo è commestibile, ma la cosa più stupefacente è il fiume: è interamente fatto di cioccolato fuso, attraversato da tubi di vetro che ogni tanto si abbassano per prelevare cioccolato e portarlo nelle altre stanze della fabbrica. Ad un certo punto spuntano, dall’altra sponda del fiume, dei piccoli ometti, gli Umpa-Lumpa: sono questi i misteriosi operai che mandano avanti la fabbrica. Loro vengono dalla giungla di Lumpalandia e Willy ha avuto l’occasione d’importarli nella sua fabbrica offrendo loro da mangiare chicchi di cacao, il loro alimento principale, in cambio della loro manodopera. Appena finisce di parlare, si sente un tonfo, tutti si voltano e vedono Augustus nel fiume. Ma quello che preoccupa di più la madre, è che i tubi lo stanno risucchiando, per portarlo chissà dove. Così Willy Wonka chiama un Umpa-Lumpa e fa scortare la signora fino al laboratorio.

    Intanto gli altri proseguono la visita: il proprietario fischia tre volte e da lontano si vede sbucare una grande barca rosa, costruita personalmente dal signor Wonka, scavando una gigantesca caramella. Lungo il percorso imboccano un tunnel buio come la pece, che finisce nella stanza delle invenzioni. Lì dentro ci sono tutte le invenzioni ancora da perfezionare o da terminare. Una di quelle è una stupenda gomma da masticare, che si può tranquillamente mangiare al posto del pranzo, perché contiene tre portate: zuppa, carne e torta. Violetta, colei che tiene sempre in bocca una cicca, prova ad assaggiarla e subito sente il sapore della zuppa, poi quello dell’arrosto infine quello della torta al mirtillo. I genitori sembrano felici, pensando che la loro bambina sarebbe diventata famosa per aver assaggiato la prima “Gomma Pranzo” ma subito Violetta comincia ad assumere un colore blu su tutto il corpo, poi comincia a gonfiarsi e diventare rotonda come un mirtillo gigante. Subito arrivano dieci Umpa-Lumpa che la portano nella centrifuga per toglierle tutto il succo e per sgonfiarla.

    Ripartono subito, perché il tempo rimanente è

  • Anonimo
    1 decennio fa

    ciau eccola qua:

    Charlie Bucket è un bambino che abita insieme ai quattro nonni e ai genitori in una casa di legno. A causa della estrema povertà della sua famiglia Charlie si ciba solamente di cavoli e solo per il suo compleanno riceve in regalo una tavoletta di cioccolato Wonka.

    Nella città del ragazzino è presente la più grande fabbrica di cioccolato del mondo, posseduta dal signor Willy Wonka, che anni prima a causa di spie mandate dagli altri produttori di dolciumi aveva licenziato gli operai e chiuso la fabbrica. Misteriosamente, dopo qualche tempo, lo stabilimento era rientrato in funzione senza che gli operai fossero stati riassunti. Si scoprirà in seguito che Wonka aveva sostituito tutti gli operai con gli Umpa-Lumpa, creature esotiche simili a dei nani.

    Il signor Wonka bandisce un concorso: chiunque trovi uno dei cinque biglietti d'oro sparsi in tutto il mondo e nascosti nelle tavolette di cioccolato è invitato a trascorrere una giornata nella fabbrica e a ricevere una scorta vitalizia di dolci.

    I fortunati sono Augustus Gloop, un bambino molto corpulento, Veruca Salt, assai viziata, Violetta Beauregarde, che mastica la stessa gomma da tre mesi, e Mike Tivù, teledipendente.

    Charlie, dopo due tentativi falliti di trovare il biglietto d'oro, trova un soldo per strada e corre a comprarsi una tavoletta di cioccolato nella quale trova proprio l'ultimo biglietto. Allora Nonno Joe, eccitatissimo dalla notizia, decide di accompagnarlo (come decreta il biglietto d'oro) alla fabbrica.

    All'entrata della fabbrica, i cinque fortunati incontrano il signor Willy Wonka, che si fa notare come un uomo stravagante, e vengono introdotti nella fabbrica, dove rimangono attratti dalle sue meraviglie. Tuttavia, durante il cammino, accadono quattro fatti:

    Augustus Gloop, volendo bere dal mitico fiume di cioccolato, cade in acqua e viene risucchiato in un tubo; Willy Wonka non pare affatto preoccupato dalla situazione, ma chiede comunque agli Umpa-Lumpa di tirarlo fuori; questo fatto ha una brutta ripercussione su di lui, poiché alla fine del libro è diventato magro come un'acciuga.

    Violetta Bauregarde, collaudando una gomma da masticare che ti sfama come un intero pranzo, diventa tutta violetta e si gonfia come un palloncino; Wonka rimane impassibile, ma chiede agli Umpa-Lumpa di sgonfiarla; tuttavia, alla fine del libro, ella conserva il colore violetto.

    Veruca Salt, insistendo capricciosamente nell'avere uno scoiattolo lavoratore, decide di prenderne da sé uno, il quale, scambiandola per un guscio vuoto di noce, la butta nella spazzatura; Wonka, incurante, chiede agli Umpa-Lumpa di accompagnare i famigliari della bambina nella discarica nella quale è finita; la ragazzina esce dalla fabbrica coperta di spazzatura.

    Mike Tivù decide di essere teletrasmesso nella sala TV; ma nell'operazione viene involontariamente rimpicciolito, ed il direttore chiede agli Umpa-Lumpa di rimediare alla situazione; tuttavia pare che qualcosa sia andato storto, poiché alla fine il bimbo è diventato alto due metri.

    Charlie, l'unico a non possedere i vizi degli altri quattro bambini, poiché la sua misera vita gli ha insegnato ad accontentarsi anche di poche cose, è il solo bambino a uscire indenne dalla fabbrica: il libro termina lasciando intendere che Charlie diventerà il direttore della fabbrica di cioccolato al posto del signor Wonka.

    Fonte/i: wikipedia
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.