promotion image of download ymail app
Promoted

Chi se ne intende si arte greca?

Vi supplico,se qualcuno di voi sa l'arte greca mi può spiegare le cose più importanti dei seguenti punti?

-periodo di formazione

-età arcaica

-i templi

-ordini architettonici

-kouroi e korai

-pittura vascolare

-La statuaria prima del doriforo

-policleto di argo

-fidia

-il ripiegamento intimista in prassitele e skopas

-pergamo e rodi

-la pittura in questo periodo

Mi rendo conto che quel che vi chiedo non è poco,però è semplicemente un riassunto quel che vi chiedo..Io nel frattempo inizio a studiare,mi fareste davvero un grandissimo favore se mi aiutaste.

1 risposta

Classificazione
  • C@rol
    Lv 7
    1 decennio fa
    Risposta preferita

    Ci provo. Nell' età classica il periodo compreso tra la fine del VI sec. e la morte di Alessandro le condizioni politiche ed economiche della Grecia ed in particolare di atene, resero possibile, lo sviluppo di tutte le espressioni artistiche, portandole ad un livello che rimane forse ineguagliato nella storia dell' uomo. L' architettura + affascinante e che meglio conosciamo è quella riservata agli edifici pubblici: i templi, i portici, le palestre, i teatri ed i ginnasi. Il tempio nacque per ospitare la statua della divinità, quindi la parte fondamentale era la cella ( naos), di forma quadrangolare e con l'entrata rivolta ad est, attorno alla quale era costruito un portico che poteva avere + serie di colonne. Questi edifici che in epoca arcaica erano fabbricati utilizzando la pietra, i mattoni ed il legno, a partire dal VI secolo furono costruiti in marmo. Gli stili che vi si sono succeduti nella costruzione e nella decorazione dei templi, vengono denominati, dorico, ionico e corinzio. Un mirabile es. di architettura dorica è il Partenone, sull' acropoli di Atene. In questa costruzione le colonne, con fusto scanalato ed assottigliate verso l' alto, sono sormontate da un architrave al di sopra del quale è posato il fregio :una serie di scanalature verticali intervallate dalle metope, che sono riquadri scolpiti da scene mitiche. Il tetto era a doppio spiovente e pertanto sulla parte anteriore e su quella posteriore del tempio si determinavano due spazi triangolari ( i frontoni) che nel caso del Partenone erano ornati con enormi e maravigliose statue che raffiguravano gli dei. oggi i resti dei templi greci ci appaiono privi di colore, ma un tempo queste costruzioni erano colorate, in particolare nelle parti decorative.Le statue che erano contenute nei templi sono state purtroppo in larga parte rubate negli anni o distrutte in epoca cristiana in quanto rappresentavano divinità pagane. L'imperatore romano Teodosio fece distruggere la celebre statua di Atena, scolpita da Fidia che era situata nel Partenone: tale statua che è stato possibile ricostruire, grazie all' immagine impressa su una moneta ateniese, aveva un immenso valore ( costruita in avorio ed oro). La scultura graca ebbe inizio in età arcaica, con rappresentazioni statiche di giovani uomini e donne ( Kouroi)

    dall' espressione sorridente. La figura umana, dapprima così rigida, divenne in seguito sempre + dinamica, ma la sua rappresentazione fu comunque basata su canoni, norme fisse, che imponevano di rispettare determinate proporzioni. Le opere dei maggiori artisti del V sec., Fidia, Policleto e Mirone, sono appunto incentrate a ricercare le proporzioni perfette. proporzioni che, dovevano essere rigidamente rispettate anche per un fattore di statica: le statue erano infatti generalmente in bronzo e non dovevano avere bisogno di alcun sostegno per rimanere in piedi. Le statue in marmo, che non conosciamo, e che fanno largo uso di sostegni, erano copie, spesso di epoca romana. Gli originali, in bronzo, sono infatti rarissimi. a partire dal IV sec. a.C. ( Scopas,Prassitele, Lisippo...) la figura umana perde rigidità e nelle figure compare la ricerca del movimento, fino ad arrivare al realismo dell' arte di epoca ellenistica. Un' altra forma di espressione artistica che raggiunse in G. risultati eccelsi fu la produzione di vasi e pittura vascolare. In un primo periodo i vasi adottarono la tecnica delle figure nere su sfondo rosso ( le figure erano quindi dipinte sulla ceramica), in seguito la tecnica venne rovesciata: il fondo veniva verniciato e le figure venivano risparmiate, dando in questo modo all'artista la possibilità di aggiungere + particolari. ( scusa gli errori). Ciao.

    Fonte/i: yahoo
    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.