Chi ha fatto l'esperienza di perdere un Amico/a ...?

10 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    Ciao,amara esperienza la mia e te la tracconto : amiche da una decina d'anni non mancava giorno che mi dicesse che non si sentiva bene al che irrimediabilmente le rIspondevo che erano solo bazzecole e che era meglio che andasse a fare una passeggiata.Solo il giorno dopo mi diceva che tanto che era in giro,aveva allungato il percorso ed era andata dal medico. Ogni settimana cambiava medicine che ingurgitava come se fossero caramelle e nonostante le consigliassi di buttare il tutto in pattumiera,rigorosamente continuava nei suoi rituali ( avevo imparato a definirli così ) fino a giungere ad una vera e propria intossicazzione da farmaci con tanto di lavanda gastrica . Fu solo il punto di partenza della conquista dei suoi malesseri e degli accertamenti clinici consigliati,uno più disparato dall'altro ,al che non mancava che l'andassi a trovare e provassi a demolire la troppa fiducia nella ricerca di certi "bubù " che io consideravo " fantasma " Di tutti gli accertamenti fatti non è che risultasse un granchè,tutto era abbastanza nella normalità...ma era tutto questo suo insistere che stava diventando esasperante e glielo dissi con l'intenzione che fosse una leva per correggere questa sua ansia indimostrabile.Tanto dissi e tanto feci che si arrabbiò di brutto ed io per ripicca stetti circa un mese senza chiedere sue notizie nè l'andai a trovare e fu per caso che incontrai una comune conoscente e non mi trattenni dal chiedere come stesse la nostra comune amica e fu così che venni a sapere di uno shock anafilattico mortale ,verso una certa sostanza della quale lei era allergica . Fui assalita da sensi di colpa,dal pentimento per la mia cocciutaggine ,per non averla salutata e per parecchio non allentai la sensazione di angoscia che proveniva dal suo nome ,situazione che dovetti imparare a controllare ed arrivai a pianificare attraverso un ragionamento logico che nessuno poteva essere responsabile delle azioni di un altro pur dispiacendomi infinitamente per la sua dipartita .

  • elly
    Lv 6
    1 decennio fa

    Intendi nel senso di perderlo perché morto? Sì, purtroppo ho fatto quest'esperienza... Ho perso due dei miei migliori amici, così: uno, vittima di un incidente stradale a soli 23 anni e l'altra per una malattia molto grave. Non è stato e non è, tuttora, facile per me parlarne senza stare male, anche se sono passati un po' di anni, perché, quando c'è un legame così forte con qualcuno, è dura "farsene una ragione" e continuare a vivere come se nulla fosse, anche se mi sforzo di sorridere anche per loro, che lo facevano sempre...

  • Chiara
    Lv 6
    1 decennio fa

    Fa parte delle esperienza della vita, ed è una di quelle più dolorose.

  • Anonimo
    1 decennio fa

    E' una cosa dolorosa che mi é accaduta qualche mese fa, Giovanni, così si chiamava il mio amico era anche un collega di Banca ed é morto all' improvviso mentre era al telefono, abbiamo passato tanti anni insieme e ci siamo divertiti, andando a ballare e a sciare, ora non c' é più ed ogni tanto mi ritorna in mente lasciando quel vuoto sempre più profondo.

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 1 decennio fa

    Quando cresci è così: ne perdi uno perchè si è schiantato co motorino verso i 16 anni; ne perdi un altro a 27 perchè è un drogato, e ne perdi(credo, io sono ancora giovane) un altro a 40 perchè è malato....Esperienza? Una delle cose più brutte al mondo perchè per certi versi hai vissuto come lui in tante cose e quando muore, anche una perte di te se ne va e il dolore che provi è incancellabile: ritorni a vivere la tua vita perchè il mondo non si ferma mai, ma sono cose che ti marchiano a vita e non te le scordi più, specie quando ragioni sul fatto che se tu sei qui e lui non c'è più, è solo perchè lui è stato spesso SOLO più sfortunato: era un ragazzo come te, facevate le stesso cose, eppure te sei qui e lui no; questa qui è la cosa che fa stare davvero a pezzi ossia il fatto che viveva come te e non è giusto che ora non c'è più..

  • lilly
    Lv 7
    1 decennio fa

    ho persa un' amica perché improvvisamente mi si è rivoltata contro e ha cercato di danneggiarmi,quando ho capito il perché ho provato a riallacciare,lei mi ha chiesto scusa,ma poi ho sentito che l' amicizia non mi cantava più dentro.

    poi ho perso 2 amici perché la morte se li è portati via. uno quando ero adolescente in un incidente in moto (17 anni) e 2 anni fa un uomo dolce,sensibile che si è suicidato perché non riusciva a vivere la sua omosessualità.

    infine se mi permetti, vorrei dire che in 2 anni d' insegnamento ho già assistito a 5 funerali di ragazzi morti o per droga o in incidenti stradali ed è stato doloroso quanto perdere degli amici.

  • Anonimo
    1 decennio fa

    io purtroppo si, ed è dolorosissimo, è atroce e la mancanza non passa mai

    Fonte/i: ciao
  • 1 decennio fa

    purtroppo ho perso un'amico..era una persona speciale.di quelle he nella vita hai l'occasione di incontrare poche volte.si è suicidato.sono passati 4 anni per me è come se fosse ieri.penso spesso a lui.adesso è il mio angelo

  • LUKY
    Lv 7
    1 decennio fa

    Io ho perso una amica e gli ero molto affezionato e non so il perché. Non l' ho

    più vista e non mi ha più telefonato. Ci si resta malissimo,anche perché non capendo

    il motivo è ancor più grave.

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Io ed e una esperienza molto brutta ciao

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.