Anonimo
Anonimo ha chiesto in AmbienteRiscaldamento globale · 1 decennio fa

combustibili fossili o centrali a fissione nucleare? quali sono i danni che recano all' ambiente?

8 risposte

Classificazione
  • Risposta preferita

    L' esaurimento dei depositi di combustibili fossili e l'aumento dalla pressione dell'opinione pubblica che vede nei combustibili fossili la principale fonte di danni ambientali, fa sì che quote sempre maggiori di fonti energetiche alternative siano considerate nei panieri energetici nazionali, e internazionali.

    * Una centrale nucleare necessita un lungo periodo di tempo per essere costruita (in media 10 anni). In questo lungo periodo di tempo vanno poi aggiunti i costi oppurtunità, ossia le perdite "potenziali" pari al tasso di interesse perso se i fondi fossero stati depositati in banca o occupati in altre attività economiche.

    * Le centrali nucleari producono rifiuti radioattivi (scorie) la cui gestione è ancora un capitolo aperto per l'intero occidente. Soltanto gli Usa, dopo oltre 25 anni di studi, hanno realizzato una soluzione definitiva realizzando un deposito in profondità (geologico) in cui stoccare le scorie radioattive. Il deposito negli Usa sarà dedicato solo alle scorie di II grado mentre resta ancora incerto il destino delle scorie di III grado (ad alta radioattività) stoccate temporaneamente all'interno delle centrali nucleari.

    * Al termine del ciclo di vita della centrale nucleare va considerato anche il costo del suo smantellamento, la bonifica del territorio e lo stoccaggio delle scorie radioattive.

    Esempio. per costruire la centrale nucleare Usa di Maine Yankee negli anni '60 sono stati investiti 231 milioni di dollari correnti. Recentemente questa centrale ha terminato il suo ciclo produttivo e per smantellarla sono stati allocati 635 milioni di dollari correnti.

    Soltanto per smantellare le quattro centrali nucleari italiane l'International Energy Agency ha stimato un costo pari a 2 miliardi di dollari.

    In conclusione

    Il nucleare è stato presentato come una fonte indispensabile per generare energia elettrica a basso costo. In realtà i suoi costi "nascosti" (sostenuti dallo Stato tramite tasse e imposte) sono ancora troppo alti se paragonati alle normali centrali termoelettriche (gas o carbone). Per individuare un quadro completo dei costi è necessario allargare la visione all'intero ciclo di produzione e non soffermarsi sui singoli aspetti. Solo in questo modo si riesce a comprendere il reale costo sociale che la società dovrà pagare per avere l'energia nucleare.

    Disastri correlati allo sfruttamento civile dell'energia nucleare

    http://it.wikipedia.org/wiki/Three_Mile_Island

    http://www.youtube.com/watch?v=rvAJ_u3Q0Hw

    Youtube thumbnail

    &feature=player_embedded#

  • 1 decennio fa

    Allora, i combustibili fossili e quindi le centrali termiche provocano gravi emissioni di CO2(soprattutto quelle a petrolio o a carbone, meno quelle a gas), che innalzano la temperatura globale, inoltre emettono altro gas pericolosi che causano cancro ai polmoni e molti altri problemi respiratori.

    Mentre, le centrali nucleari a fissione non emettono gas ma emettono solo acqua calda che (dopo essere raffreddata) viene rimmessa in un fiume o nel mare. Nelle centrali nucleari odierne ci sono dei meccanismi di sicurezza che non possono essere disattivati dall'uomo e quindi NON POSSONO esplodere come è successo a Chernobyl e in quelle di terza generazione non ci possono essere neanche fuoriuscite radioattive: quindi per l'ambiente nessun problema. MA

    Il problema del nucleare sono le scorie che in sè non sono dannose e possono essere utilizzate come materiale da costruzione (dopo vari passaggi che le rendono a radiazioni 0) ma, appunto, il problema sta nel MENTRE cioè dove vengono depositate dopo i primi trattamenti ma prima di quelli conclusivi e infatti gli unici posti di "deposito scorie" sicuri sono in Francia, in Siberia o in Australia quindi il problema si risolve solo se paghiamo la Francia per tenersi le eventuali scorie.

    quindi:

    _i combustibili fossili dannosi per la salute e per il riscaldamento globale e qundi l"effetto serra"

    _il nucleare nessun danno per l'ambiente ma un grande costo per il "deposito scorie"

    Fonte/i: Wikipedia e altre fonti certificate (come l'Agenzia Internazionale Energia Atomica)
  • Anonimo
    1 decennio fa

    danni fortii

  • Alex
    Lv 7
    1 decennio fa

    causano tumori alle persone

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    1 decennio fa

    i primi buttano nell'atmosfera migliaia di tonnellate di CO2 l'anno

    le seconde buttano fuori circa una tonnellata di scorie l'anno (una tonnellata = un cammioncino)

    ciao!

  • Anonimo
    1 decennio fa

    I combustibili fossili puliti hanno il problema dell'effetto serra, a questo si aggiunge l'inquinamento cittadino causato dal petrolio risolvibile con l'impiego del bioetanolo, da molti anni usato dai brasiliani e ultimamente anche dagli svedesi e dai francesi.... Il nucleare è disastroso in caso di incidenti, come avvenne in Campania nella ex centrale nucleare sul Garigliano. In quella circostanza morirono molti bovini che pascolarono nei dintorni, ed aumentò drasticamente la percentuale dei morti per leucemia. Ancora oggi alla foce del Grigliano c'è il divieto di pesca e di balneazione....

  • 1 decennio fa

    provocano 2 cose totalmente diverse.i primi che ti hai accennatorendono l' aria molto piu' inquinata e provocano il peggioramento e l' accellerazione di processi gia' esisenti cm l' effetto serra.effetto che fa aumentere la temperatura.

    le centrali a fissione nucleare se tu fila liscio nn sono un pericolo.inquinano poco.l' unico problema che hanno è che nn si possono commettere erroro.un errorepuo' provocare la distruzione di intere aree.i fenomeni sono bambini deformati e aree verdi distrutte.

    per anni queste zone sono impraticabili finche' nn saranno state tolte tutte le sostanze nocive per l' ambiente.

    per ridurre l' effetto serra basterebbefare piu' attenzione a le cose che noi facciamo quodidianamente.ad esempio spegnere le luci la tv.se si sta vicini a scuola nn andare in macchina..queste puccole cose che sembrano stupide ma fatte una ad una sono molto benevole per l' amiente che una volte rovinato nn tornera' mai piu' come prima.o se ci ritornera' dopo molto tempo.spero di averti aiutato.ciao ciao

  • 1 decennio fa

    Se si vuole bruciare carbone per produrre elettricità occorrerà filtrare i fumi coi più innovativi sistemi di filtraggio,quelli che non lasciano passare niente di nocivo,che dopo aver incenerito tutti veleni presenti nel fumo centrifugano le ceneri da essi prodotte e le convogliano con quelle altre che il carbone lascia.

    Questi filtri sono costosi e danno poco agio alle speculazioni dei faccendieri ed ai loro sgobbi.

    Le scorie del nucleare vengono riciclate per produrre proiettili ad alta penetrazione che dopo sparati si lasciano dietro una scia di morte e malattia per molti decenni.

    Quelle del carbone si possono tranquillamente usare come lettiera sotto alle impermealizzazioni cui devono essere dotate le moderne discariche.

    au au

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.