Guess what?! ha chiesto in Scienze socialiPsicologia · 10 anni fa

Solo per avere un'altra opinione..Ho trovato lavoro e per mia madre dovrei rifiutarlo perché a 2 ore da casa..?

Qualche giorno fa ho fatto un colloquio per Tezenis in cui mi veniva chiesto la mia disponibilità.

Avendo 19 anni, nessun figlio o impegno universitario..ho dato la disponibilità totale, sia full time che part time, sia per i week end che per i festivi..ed infine ho dato la disponibilità per tutta al zona di roma e sia per la mia provincia, che si trova a circa 30 minuti da Roma.

Mi hanno offerto un posto a Roma, per arrivare in negozio devo prendere un treno, la metro e un autobus per 1h30 complessiva di viaggio.

Mia madre mi ha detto di rifiutare e di aspettare che mi chiamassero per un posto in provincia.

Io non le ho dato retta, ho accettato e stamattina ho portato i documenti necessari in negozio. Tornata a casa mi sono dovuta subire una scenata per questi motivi:

- A te scocciava prendere persino l'autobus per andare a scuola!! (Imparerò a muovere il sedere, meglio no, cresco!).

- Due ore di viaggio non sono fattibili per nessuno. (C'è gente che ogni mattina si fa la tratta Napoli-Roma..con tanto di famiglia e vita sociale..cosa sono io demente??)

- Il tuo curriculum lo ha consegnato il presidente della società in persona, potevi PRETENDERE un posto più vicino. (Il presidente non mi conosce, non credo abbia detto alle consulenti di assumermi, gli avrà detto di farmi un colloquio e valutarmi come tutti gli altri).

- Non puoi organizzarti per conto tuo perché poi qualcuno la sera dovrà venire a prenderti in stazione e io non sono dovuta a farlo per i comodi tuoi. (Il lavoro viene prima, i dintorni sono dettagli che si organizzano dopo, e comunque mio padre è sempre disponibile).

- Tu ti sei impuntata perché quel manipolatore di tuo padre ti appoggia. (Sono separati ed è convinta che sia una specie di terrorista psicologico-.-').

- Io mi preoccupo se so che stai in giro tutto il giorno..non puoi pensare solo a te stessa. (Non posso organizzare la mia vita in modo che tu non abbia preoccupazioni, non avverrà mai!!)

- Tu non capisci, non hai mai lavorato, non ti rendi conto di quanto è stressante! (Mi rendo conto che trovare un posto simile in periodo di crisi è una fortuna incommensurabile e di certo non rinuncio per stare comoda).

- Tu mi devi ascoltare, io ho più esperienza di te!! (Io devo ascoltarti, non obbedirti. Se faccio uno sbaglio, lo pago io..me ne prendo la responsabilità, mi verrà l'esaurimento?? Verrà a me, vorrà dire che testerò i miei limiti..su di me, perché ormai sono maggiorenne e la responsabilità è MIA!).

Avete tutti i dati credo...ho torto?

Aggiornamento:

Posso sottolineare che mia madre ha perso il lavoro a novembre e ora io sono l'unica che porterà lo stipendio a casa?

Giusto per specificare.

32 risposte

Classificazione
  • 10 anni fa
    Migliore risposta

    Indubbiamente tua madre ha ragione: Andare tutti i giorni ad affrontare 2 ore di viaggio non è poco.

    Lavorare non è un gioco, ma è un mondo che tu giustamente dovrai prima o poi affrontare.

    E se la cosa parte spontaneamente da te, tanto meglio.. No?

    Vedrai che cambierà idea, vedendoti così testarda e caparbia.

    Un abbraccio. ;)

  • 10 anni fa

    io le direi: mamma non insistere, altrimenti mi convinci che è troppo lontano da casa e decido di andare a vivere per conto mio lì vicino.

  • Anonimo
    10 anni fa

    Ho lavorato 40 anni a Roma pur abitando in provincia ed impiegando due ore al mattino e due la sera per raggiungere il posto di lavoro. A dicembre sono andata in pensione. Sono viva, vegeta e felice. Se sei in grado di lavorare per età e capacità non vedo perchè tu non debba essere in grado prendere una decisione senza il consenso di tua madre. Ormai sei grande tieniti stretto il lavoro contribuirà a renderti ancor più indipendente e con una mamma così ne hai bisogno. Auguri e buon viaggio.

  • Anonimo
    10 anni fa

    Hai fatto bene ad accettarlo, poi col tempo valuterai se due ore di spostamento sono eccessive o meno, intanto inizi a lavorare, e cerchi qualcosa di più vicino a casa...

    Ah..buon lavoro

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    10 anni fa

    Lo sai che mia mamma ti adotterebbe volentieri? Adora le persone come te ^__^

    Secondo me tua madre (mi azzardo,chiedo scusa...) è molto insicura, non accetta che tu sia grande e che adesso con questo lavoro sarai tu a mantenervi (e questo per l'orgoglio materno potrebbe essere un colpo...) ... vede il tuo bel rapporto con tuo padre e si sente "esclusa" e allora che fa? Lo colpevolizza...e per cosa? Perché aiuterebbe la figlia a diventare più matura?

    Senti io fossi in te a questo punto... continuerei per la mia strada.

    Lavora, diventa indipendente, diventa grande :)

    In bocca al lupo! ;)

    Fonte/i: E' vero che ci saranno difficoltà ma non capisco tutti questi che dicono di non accettare nemmeno, di lasciar perdere in partenza! Poi dicono che i giovani non vogliono fare niente, etc...etc... Se tu avessi detto che tua madre voleva mandarti a lavorare lì mentre tu eri dubbiosa ti avrebbero dato della fannullona -.-"
  • Anonimo
    10 anni fa

    abito in provincia di RM da 10 anni circa, e lavoro a Roma-Eur, prendo treno e metro 1.15 h di viaggio complessivi, ho degli amici che mi fanno compagnia per tutto il tragitto e con i colleghi mi trovo bene, quando sono da solo leggo un libro. A volte penso che, se non ci fosse questa opportunità.. bisognerebbe inventarla..

  • Anonimo
    10 anni fa

    Non capisco alcune risposte.

    Io ho fatto 13 anni di scuola a Milano: abitando in provincia, ogni mattina facevo almeno un'ora d'auto, ed ogni ritorno era almeno un'ora di autobus.

    Per l'università mi è andata meglio: salgo sul treno, e ho solo due fermate; certo poi, da casa mia alla stazione del treno è una mezz'oretta a piedi, e non esistono mezzi di trasporto pubblici che facciano questa tratta. Ma si sopporta.

    Ho amici che non sono così fortunati: abitano a Crema, si alzano alle 5 e mezza, prendono 3 treni per cominciare in università alle 8 e mezza. E tornano a casa che se sono le 9 gli è andata bene.

    Tutto il giorno. Tutti i giorni.

    I pendolari esistono da sempre, montare un problema dovuto alla durata del viaggio ritengo sia piuttosto risibile.

    E difatti secondo me il problema di tua madre è un altro e te l'ho detto: si sente una fallita ai tuoi occhi e il fatto che ora tu lavori e lei no è solo la causa finale.

    Possiamo aggiungerci anche un remoto senso materno: il fatto che viaggi in treno non tanto al mattino per andare, quanto alla sera per ritornare, può ammettere una sua preoccupazione nei tuoi confronti, e se vogliamo questo è, a differenza degli altri, un motivo non dico "accettabile" (nel senso che non è che per questo devi accettare di stare a casa) ma quantomeno "comprensibile" (si può accettare che tua madre si preoccupi).

    Però siccome tutte le madri del mondo si preoccupano, ma i pendolari esistono lo stesso, direi che non deve diventare un TUO problema: accetta :)

  • allora... tu devi accettare per il semplice motivo che almeno c avrai provato...e tu alla tua età devi ALMENO provarci..poi se non va puoi sempre rinunciare ma almeno avrai un mese di stipendio..tanto non è per sempre..stringi i denti..quando avrai tra le mani il tuo stipendio capirai l'immenso valore di ciò che hai fatto in quel mese... fidati!

  • 10 anni fa

    Tieni presente che dovrai pure fare l'abbonamento ai mezzi e ti dovrai organizzare per i pasti che forse dovrai pagare tu...immagino pure che non ti daranno molti soldi, quindi in tasca non ti entrerà più di tanto! E poi tra andata e ritorno perdi veramente tantissimo tempo...dà retta non solo alla mamma, ma anche a Paolomagno e lascia perdere! ...oppure, se proprio ci vuoi andare a sbattere contro (perché ci andrai a sbattere!!!) prova per un mese e vedi se ne vale la pena (ma tanto non ne vale la pena, te lo dico già da adesso)! ...comunque non hai precisato quanto durerebbe il contratto...se fosse un indeterminato sarei più permissivo, ma sicuramente ti avranno fatto un'offerta dai 4 ai 6 mesi, immagino...quindi ribadisco che non ne vale la pena!

    Fonte/i: ...non sono assolutamente d'accordo con le risposte di chi mi ha preceduto...è facile dire "accetta, accetta" sottovalutando tutti i contro del caso...e di contro qui ce ne sono tantissimi!!!
  • S.
    Lv 4
    10 anni fa

    Io lavoro e faccio la pendolare, treno ed autobus ogni giorno per un totale di 4 ore di viaggio al giorno, e lavoro molte ore in più non retribuite perché spesso gli orari di lavoro non coincidono con quelli dei treni e per non rimane in strada d' inverno rimango a lavoro oltre il mio turno.

    Stancante? Sicuramente...ma cosa non si fa per lavorare oggi....hai fatto bene, ovviamente non smettere di cercare qualcosa di migliore.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.