Anonimo
Anonimo ha chiesto in Relazioni e famigliaFidanzamento e matrimonio · 1 decennio fa

Perchè la gente si sposa? Lo chiedo soprattutto agli sposati...?

Capisco l'amore, la convivenza, comprare una casa, avere dei figli, vivere la vita insieme....ma che bisogno c'è di sposarsi? Cosa ti dà oggettivamente il matrimonio, oltre a 2 anelli e un album fotografico?

12 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    è un rito. l'uomo da che mondo e mondo ha "bisogno" di vari riti di passaggio nella sua vita, per sentirsi "arrivato" etc. Il matrimonio sugella, nell'immaginario collettivo e legalmente, un unione piu forte--ai loro occhi--di una semplice convivenza o di un semplice fidanzamento.

    quando ci si sposa, ci si sente piu "insieme". le ragioni sono queste... ci si sente legati dalle famose (o famigerate) promesse.

    @ICANIST: sconsiglio vivamente la comunione dei beni. è una pessima idea che aumenta solo il rischio. qualunque cosa tu faccia, scegli sempre la SEPARAZIONE dei beni. se in futuro uno di voi vorrà, ad esempio, aprire un'impresa avere la comunione dei beni è un fattore di rischio non irrisorio che non ha senso correre.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    Ti dà una tutela legale! E' essenziale in presenza di figli, ma anche per la coppia dal momento che in caso di malattia di uno dei coniugi o la morte (di vecchiaia, non sono qui a gufare!) se si è legalmente sposati si può accedere alle pensioni di reversibilità e ad aiuti vari. Lo sai che se non sei sposato e il tuo compagno finisce al pronto soccorso non puoi neanche essere informato sulla sua situazione per via della privacy, ma devi aspettare l'arrivo di un parente?

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    1 decennio fa

    Giuro che appena ho letto la tua domanda mi è venuta in mente la stessa rispsta di Cuordambra.

    La nostra vita è scandita da numerosi riti di passaggio,segnano il passaggio da uno stato di vita all'altro. Matrimoni e funerali sono in assoluto i più importanti, non a caso sono scanditi da un preciso rituale liturgico nonchè da usanze familiari precise. Sono i momenti in cui si riunisce tutta la famiglia,in cui si cementa l'identità individuale e collettiva. Il funerale serve a metabolizzare l'idea della morte,il matrimonio è il tributo alla vita.

    Il giorno che da persona "singola" della società passerò allo stato di "metà di una coppia",non voglio che scorra via in silenzio. Voglio che sia sancito,festeggiato con le persone che mi vogliono bene,voglio dichiarare le mie intenzioni davanti a tutti.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    già sarebbe lo stesso anche senza quel contrattino firmato...ma sai alla fine quel contrattino, i 2 anelli e le foto sono il suggello ad un amore, a un progetto di vita insieme, ad una famiglia, e se non aggiunge nulla al dividere una vita aggiunge tanto al reciproco giuramento d' amore!!!

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    1 decennio fa

    io mi sono sposata 2 anni fa dopo una convivenza e una bambina di 3 anni...è vero, il matrimonio non ti da niente, è una cosa in più che ti fa diventare una vera famiglia, soprattutto per i figli...però è bello sapere che la persona che ami ti starà accanto per tutta la vita..(sempre che mantenga quello che promette!)

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    Sono sposato.

    La prospettiva è diversa da quella che tu hai presentato.

    Oggettivamente il matrimonio non ti da NULLA.

    Ma non è questo il punto.

    Dal matrimonio non devi prendere nulla.

    Devi decidere di dare alla persona che ti sta vicino, di prenderti delle responsabilità di fronte alla legge e se vuoi di fronte a Dio. In situazione di amore vero e reciproco funziona.

    I doveri di un coniuge corrispondono ai diritti dell'altro coniuge.

    E' un patto alla pari, senza scadenza, un impegno di vita.

    Un impegno di condivisione della vita, che serve a mettere "nero su bianco" l'esistenza della famiglia naturale composta da un uomo una donna e dai figli che la loro unione può generare.

    Qualunque cosa tu creda ricordati che il matrimonio non è ricevere, ma dare.

    Finchè non entri nella logica, non ti sposare.

    PS. ho 29 anni e sono sposato da 2.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    1 decennio fa

    E' un fattore culturale: c'è chi vuole ufficializzare la cosa e chi no... Ovviamente, ci sono dei diritti per le coppie sposate, perchè sposandosi certificano di assumersi anche dei doveri... Se una coppia non vuole sposarsi, libera di farlo, mica c'è nulla di male, ma non potrà godere dei diritti del matrimonio proprio perchè ha scelto di non assumersi determinati doveri...

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    1 decennio fa

    Chiedilo a centinaia di anni di generazioni di persone che si sono sposate....se non ci credevano perchè allora si sono sposate?

    E' comodo dire e pensare vado a convivere e quando mi sono stufato, apro la porta di casa e sparisco....credo anzi sono sicuro che il matrimonio sia un impegno importante con la quale due persone si promettono di amarsi e rispettarsi.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    1 decennio fa

    bè.. sinceramente non ti saprei rispondere bene! forse per creare un vero nucleo familiare d'avanti a Dio!

    io convivo da 3 anni con un bimbo...e a me piacerebbe sposarmi tanto! ma non perchè voglio dire " si sono sposata" l'anello..la festa...il vestito e tutto ciò..perchè credo in questo amore, e spero che duri tutta la vita..........

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    1 decennio fa

    Per quanto riguarda me, sposerò il mio attuale compagno solo nel momento in cui avremo dei figli: ci garantirà legittimità della prole, la vicinanza diretta in caso di ricoveri ospedalieri, comunione dei beni ed eredità assicurata in caso di morte improvvisa del partner... Insomma, è un contratto che dà certezze di natura giuridica. La festicciola sdolcinata in abito bianco da Regina Bianca di Alice in Wonderland ed invitati dal viso forzatamente gaio non è che una messinscena teatrale di cattivo gusto!

    ICANIST

    P.S.: Non mi pare d'aver detto nulla di male (o sbagliato...): semplicemente, analizzo i fattori materiali (e davvero interessanti per tutti, anche per gli ipocriti di questa pagina...), in quanto nè amor platonico (che leggo in molte risposte qui, poveri voi, illusi!) nè Dio sono degni d'esistere, perchè contro natura!

    Complimenti solo a Pachuka, semplicemente realista quanto me!

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.