kerplan ha chiesto in Scienze socialiPsicologia · 1 decennio fa

Il tradimento è affascinante?

Può essere il tradimento l'unico reale motivo del tradire?

Si può essere attratti verso questo comportamento motivati dal trovare intrigante e coinvolgente non l'atto sessuale corrispondente, ma l'interpretazione dello stesso come tradimento?

Insomma... nel tradire vi è anche tutta quella attrazione particolare che le cose "proibite" esercitano su di noi?

Tradire è libertà?

9 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    Certo che lo è.

    Nessuna gabbia, che sia quella di un sentimento o di un'idea, reggerà mai il confronto con la libertà assoluta, violenta, irrazionale di una tabula rasa.

    Non è l'altra persona, l'altra idea, l'altra parte a cui giurare di nuovo fedeltà (per poi ricominciare a tradire) che affascina, ma proprio l'ebbrezza, anche solo momentanea, di non appartenere a niente e a nessuno.

  • 1 decennio fa

    Non credo sia l' unico motivo per cui si tradisce. Penso che derivi da problemi ed incomprensioni nel rapporto di coppia esistente ma una volta che si è iniziato, bisogna ammettere che diventa adrenalinico ed eccitante, il solito fascino del proibito. Comunque tradire non è libertà, è mancanza di rispetto verso il proprio partner e credo possa essere una sorta di vigliaccheria, non avendo il coraggio di agire a viso aperto.

    Vedi ex Serva che facevo bene a non fidarmi? Pure sadomaso sei, vuoi anche le catene.......:-))

  • Anonimo
    1 decennio fa

    non ti preoccupare amore mio non ti tradiro' mai neanche col pensiero!!!!!!!!!!! ah ah ah ah ah ah :)))

  • 1 decennio fa

    Sì, è affascinante. Quando ti senti addosso le mani del proibito, quello sguardo che non riesci a reggere perchè ti senti in colpa, ma nello stesso istante è l'unico paio di occhi da cui vorresti essere guardato, è come se qualcosa ti esplodesse dentro: amore, rabbia, sensi di colpa, passione, brividi... e tutto questo ha fascino; descriverlo a parole è riduttivo, ma il tradimento non rende liberi, anzi.. ti mette delle catene addosso che fanno male e bene in egual modo.

    @skatel, continua a non fidarti perchè c'è anche un bel frustino pronto :))

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • SDV
    Lv 7
    1 decennio fa

    Bella considerazione....aggiungiamoci anche che l'essere umano non è nato per essere fedele, ma per propagare la sua specie distribuendo i geni migliori alla prole...

    In ultima analisi, le donne che tradiscono lo fanno solo spinte dal desiderio darwiniano di migliorare la specie ;)

    Tradire è libertà di compiere un atto contravvenendo alle miriadi di norme sociali e morali che ci siamo autoimposti. Quindi, prima bisogna tradire se stessi e poi si è liberi :)

  • 1 decennio fa

    credo che dipenda da persona a persona...

    tradire è sì affascinante come azione in sè stessa..è un'avventura quasi esotica nei nostri pensieri, e risponde ad un istinto naturale sopratutto nell'uomo, cioè quello della poligamia. ti fa sentire forte, non vincolato, indipendente.

    ma questo dipende anche dal fatto che, in teoria, il tradimento è qualcosa da non fare nella coppia, è qualcosa, come dici tu, di proibito. e tutte le cose che nn si possono fare possono creare tentazioni...e si sa che l'unico modo per sconfiggere una tentazione è cedere..

    in ogni caso, tuttavia, penso che tradire sia libertà solo nel momento in cui tu questa liertà la crechi, nel momento in cui tu hai bisogno di libertà, di essere svincolato dal rapporto..

  • Uffy
    Lv 6
    1 decennio fa

    non capisco che motivo abbia l'uomo di creare delle regole per poi trasgredirle; il matrimonio non è per tutti e non lo trovo un obbligo

  • In alcuni casi senza dubbio avviene ciò che dici tu, ma prova un po' a ragionare: tradire è liberta, la tua libertà finisce quando comincia quella del/la tuo/a partner, finisce dove comincia il rispetto per l'altra persona.

    Il proprio godimento non è più importante dei sentimenti degli altri! :)

  • 1 decennio fa

    no.. non la vedo così..

    la libertà estrema è amare

    il tradire.. è giocare con se stessi..

    e poi si sta male.. anche se per un'attimo si tradisce il proprio sogno..

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.