Sir P ha chiesto in Scienze socialiPsicologia · 1 decennio fa

Chi mi fa un quadro psicologico del dottor Hannibal Lecter?

Un'analisi dettagliata di questo affascinante personaggio della letteratura, possibilmente riportando le fonti, così sono sicuro dell'autenticità delle informazioni! Grazie=)

1 risposta

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    Hannibal Lecter è un personaggio immaginario, soggetto letterario e cinematografico, nato dalla mente di Thomas Harris e protagonista assoluto dei suoi libri.

    È un assassino seriale con l'ossessione dell'antropofagia, da cui gli deriva il soprannome Hannibal the cannibal. È uno psichiatra e un criminologo tra i più esperti. Gli sono state attribuite nove vittime più due sopravvissuti ma il reale numero di omicidi commessi è sconosciuto. Uccise la sua prima vittima quando aveva solo quattordici anni sventrandola e decapitandola con una spada samurai. La sesta vittima era un cacciatore che venne ritrovato appeso sopra una rastrelliera, squartatato, privato di alcuni organi e infilzato da decine di frecce a riprodurre in modo macabro una illustrazione medica medioevale conosciuta come l'"uomo ferito". L'ultima vittima prima di venire arrestato fu il flautista omosessuale Benjamin Raspéil che uccise trapassandogli il cuore con uno stiletto durante una seduta medica. Il timo e il pancreas del flautista furono asportati e serviti ad una cena che Lecter offrì al complesso della filarmonica. Il cadavere della vittima fu rinvenuto giorni dopo in una chiesetta di campagna, nudo e squartato, seduto sopra una panca. Nel Red Dragon, Graham racconta che diversi agenti, dopo aver visto la "cantina degli orrori" del dottor Lecter, lasciarono la polizia traumatizzati da ciò che scoprirono.

    Ha un aspetto caratteristico, contrassegnato da un'ampia gabbia toracica e dai capelli lisciati all'indietro; gli occhi, marroni e profondi, sono molto attivi e guizzano nelle orbite come anguille. Ne "il silenzio degli innocenti" viene sottolineato che è affetto da polidattilia, ha cioè 6 dita nella mano sinistra. Ha una mente attiva e veloce, è molto abile a leggere nel pensiero altrui e nella mente stessa degli assassini. Sente profumi ed odori particolari anche da lontano.

    Il suo comportamento è gentile ed educato, da autentico gentiluomo.

    Tra le passioni di Hannibal, la cucina (di cui ha scritto anche libri interi e pubblicato ricette su riviste specializzate) e la musica classica, ma non disdegna la lettura dei classici, di cui la sua cella è piena ed è anche un buon disegnatore di pitture su carta.

    Di mio posso aggiungere che è un personaggio veramente affascinante, per avere più informazioni sulla sua psicologia basta leggerti qualche romanzo di Thomas Harris a lui dedicato (non per nulla è il suo personaggio prediletto). Lo descrive in modo minuzioso e particolare.Per esempio i suoi cibi preferiti, il suo Chianti, la musica classica, il piano, Beethoven, i suoi occhi scintillant di un rosso diabolico.. Personalmente lo amo sotto l'aspetto caratteriale, per quanto riguarda quello psicologico in parte è soltanto un bambino indifeso provato dal male del mondo, ma anche uno dei migliori sereni e spietati killer serali di cui io abbia mai letto (e ne leggo molti).

    Leggi al più presto la saga! Harris sarà capace di farti sentire Hannibal da tutte le parti xD

    Fonte/i: Wikipedia
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.