Anonimo
Anonimo ha chiesto in Casa e giardinoCasa e giardino - Altro · 1 decennio fa

E' un mio diritto rendere il mio giardino, meno esposto a occhi indiscreti?

Il giardino, finestra di cucina e camera da letto, sono completamente esposte sull'orto di una casa di fronte alla mia palazzina, l'unica cosa che ci separa è una rete metallica e relativo muretto di 20 cm. I proprietari di questo orto passano le loro giornate li, a tagliare legni, strappare erbe, o semplicemente seduti a riposarsi...del resto è un orto ed è normale quello che fanno.

Ma con l'arrivo della bella stagione, vorrei sfruttare il mio giardino mettendo un gazebo e un tavolo per poter magiare fuori. Essendo io e mio marito abbastanza riservati, vorremmo mettere (in attesa che crescano i gelsomini, circa 2 anni) una palizzata di bamboo, alta quanto l'attuale rete (180 cm). La nostra intenzione è di appoggiare il bamboo ai pali piantati nel nostro giardino sui quali dovrebbero arrampicarsi i gelsomini, quindi ad una distanza dalla rete metallica (di proprietà dei signori dell'orto...così sostengono loro), di circa 30 cm. Per educazione abbiamo informato questi signori (di una certa età, non troppo giovani) delle nostre intenzioni, i quali al posto di ricambiare con altrettanta educazione, hanno pensato bene di arricciare il naso e accennare ad un "no", in quanto mettendo il bamboo, facciamo ombra al loro terreno. Sottolineo che dalla rete metallica, alla parete della loro casa ci sono circa 15 metri, quindi l'orto ha una bella profondità, che non può essere completamente oscurata da una palizzata di bamboo. Ci siamo arrabbiati ancora di più, dopo che tali persone, hanno spettegolato (se possiamo chiamarlo pettegolezzo) alla nostra vicina con la quale non c'è alcun tipo di problema, di aver visto mio marito,in boxer e maglietta, aprire le ante una mattina alle 8. Scrivo la frase:" vogliono mettere le barricate e poi escono in mutande ad aprire le ante". E che problema c'è, con l'aria frizzantina della mattina, mio marito non si è di certo trattenuto in giardino, ha aperto e subito rientrato. Loro però erano li, già pronti a guardare verso la mia abitazione........quindo cosa dovrei fare vestirmi decentemente per fare un favore a loro????

Scusate lo sfogo, ma certa arroganza e ignoranza non la tollero.

Cosciente del fatto che nel rispetto delle leggi, nella mia proprietà posso fare ciò che voglio, vorrei sapere se questi signori potrebbero aggrapparsi a qualche legge, per impedirmi di rendere il mio giardino con più privacy.

2 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    La tua domanda è regolata dall'art. 892 il quale ci dice che chi vuol piantare o seminare alberi in vicinanza del confine deve osservare le distanza stabiliti da regolamenti od usi locali oppure, se questi mancano, le seguenti distanze:

    Salto le varie essenze piante di alto fusto e arrivo alla tua siepe...Il legislatore prevede.......

    - Gli arbusti (anche più alti di tre metri), le viti, le piante rampicanti, le siepi vive, le piante da frutto di altezza, in concreto, non superiore a due metri e mezzo (pare che il legislatore si riferisca all'altezza del tronco prima delle biforcazioni), possono essere piantati a mezzo metro dal confine. A questa regola generale fanno eccezione:

    - le siepi di piante che vengono ottenute recidendole in modo da sfruttare i polloni del ceppo (castagno, ontano, ecc.), da piantare ad un metro di distanza;

    - le siepi di robinie, da piantare ad un metro e mezzo.

    Siepe non è solamente la siepe di recinzione, ma anche quella che serve ad altri scopi, quale tenere lontano animali, proteggere dal vento o dal rumore, ecc. Il legislatore contempla quindi tre tipi di siepi:

    - quella di canne, cespugli, arbusti, anche se più alti di tre metri; in questo tipo dovrebbero rientrare i bambù (distanza mezzo metro);

    - quella di ceppaie, cioè di piante di alto fusto tagliate periodicamente vicino al ceppo (distanza un metro); la Cassazione ha affermato che la regola vale per ogni tipo di pianta di alto fusto usata per siepi e che il taglio a ceppaia è solo un esempio; anche altri tipi di taglio o potatura possono portare allo stesso risultato;

    Suggerisco di rispettare la legge , metti a dimora i tuoi gelsomini ad una distanza di 50 cm dalla linea di divisone, (i 50 cm non credo che arretrare ulteriormente di circa 20 cm possa crearti dei problemi) lo spazio ti servirà come passaggio per la manutenzione della siepe, che potrà essere alta fino a 3 metri salvaguardando la tua privacy, e nessuno potrà avanzare delle riserve.

    Ciao spero di esserti stato d' aiuto.

    ciao

  • 1 decennio fa

    A parte che il sole gira alto nel cielo e non resta ad altezza palizzata! ..Cmq in attesa che cresca il gelsomino io metterei quei rametti verdi che si infilano nelle reti, così mascherano senza alterare il contesto del posto. Ce ne sono di vari tipi, a foglie più strette o più larghe, come l'edera, ma sono sintetiche, e devo dire che sono fatte molto bene e sono resistenti al sole e alle intemperie. (Si trovano anche nei negozi Tipo "Brico" o Leroy Merlin)

    Poi, i vicini, per evitare che vi facciano dei dispetti o si mettano a "sparlare" perchè si sentono esclusi, vanno fatti "fessi e contenti" (come si dice a Napoli). Cioè relazionare con loro, fargli i complimenti per l'orto, fare due chiacchiere quando siete tutti fuori.. così poi nel vostro giardino disponete come vi pare.

    Quando metterete il gazebo, puoi adornarlo con dei teli che scendono lungo i lati, vi riparano dal sole e anche dai loro occhi. :-))

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.