saldatrici elettriche ???? urgente!!!?

Devo comprare una saldatrice per usare alla rete di casa però nei negozi ne ho trovate di due tipi: una poco costosa di circa 50euro ad aelettrodi che ha una potenza di 3000W (e penso che scatti subito il contatore) mentre altre che costano circa 200euro sempre ad elettrodi. Qual'è la differenza tranne che nel prezzo??? se ne riesco a trovare una da 50 euro che funziona a meno di 3000W non è paragonabile a una di circa 200 euro ???

1 risposta

Classificazione
  • 10 anni fa
    Migliore risposta

    Le saldatrici più economiche utilizzano un trasformatore a ferro saturo con il nucleo meccanicamente collegato ad un "volantino", mediante il quale si potrà variare la riluttanza del circuito magnetico quindi la massima corrente dell'arco. Elettrodi più sottili richiederanno correnti minori mentre elettrodi più grossi avranno bisogno di correnti di intensità maggiore. Per usi hobbistici vanno più che bene elettrodi da 1.5 a 2.5mm e le correnti necessarie per una buona colata sono piuttosto basse perciò la saldatrice consumerà meno di 3KW, la quale è intesa come potenza massima e non come potenza d'esercizio la quale dipenderà dalla regolazione della corrente d'uscita; Se non tieni la corrente al massimo ed eviti di saldare contemporaneamente con lavatrice, lavastoviglie, forno o altri elettrodomestici di grosso assorbimento accesi, non avrai alcun problema di contatore.

    Le saldatrici a trasformatore hanno il pregio di costare poco in quanto molto semplici dal punto di vista costruttivo ma hanno i seguenti difetti:

    - peso eccessivo (oltre 20 Kg)

    - rendimento basso che tende a farle scaldare parecchio se usate ininterrottamente

    - prestazioni mediocri. La maggior parte di queste saldatrici non ha la possibilità di regolare la polarità e forniscono all'elettrodo la sola corrente alternata. Ciò preclude alcune tipologie di saldatura.

    Tieni presente che la mia saldatrice è di questo tipo e la uso tranquillamente da quasi 30 anni; però si tratta di una vecchia ELTO (Italiana), già famosa all'epoca per la sua affidabilità e robustezza. Non ti so dire come funzionino la attuali saldatrici economiche ma temo siano di provenienza orientale, la cui affidabilità è molto discutibile.

    Le saldatrici di pari taglia più costose non sono a trasformatore ma con tecnologia ad inverter.

    Hanno rendimenti più alti ed il calore che generano viene velocemente smaltito da ventole e dissipatori. La regolazione della corrente e della polarità dell'elettrodo è controllato in maniera elettronica. Le prestazioni sono soddisfacenti, non solo per usi hobbistici ed il loro peso ed ingombro sono molto limitati.

    Il mio consiglio è quello di acquistare una buona saldatrice ad inverter, costa un pò di più ma prestazioni e qualità sono migliori.

    Un'ultima raccomandazione ..... tieni gli elettrodi in un luogo privo di umidità ... altrimenti il rivestimento ne soffre e le conseguenti saldature saranno di pessima qualità ...... poi la colpa viene data alla saldatrice.

    Ciao

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.