C'è differenza con il rugby?

2 risposte

Classificazione
  • Alє
    Lv 4
    1 decennio fa
    Risposta preferita

    Sì, se intendi la differenza tra rugby e football australiano c'è :

    Le regole del football australiano sono le seguenti :

    Il campo (field, ground o paddock) è di forma ovale. Le dimensioni sono: lunghezza (asse maggiore) da 135 a 185 metri; larghezza (asse minore) da 110 a 155 metri. Il motivo di questa escursione nelle misure risiede proprio nell'utilizzo di campi da cricket: difatti tale sport non prevede dimensioni standard per i campi da gioco.

    Gli atleti attivi in campo sono 18 per squadra (in realtà il regolamento permette di utilizzarne un numero tra 14 e 18), più quattro riserve (interchange players) da utilizzare durante la gara per cambi senza limite di numero (un giocatore può sostituire o essere sostituito più volte). La partita dura 80' semi-effettivi di gioco divisi in 4 periodi da 20' con intervallo di 20' tra secondo e terzo periodo, di 6' tra primo e secondo periodo così come tra terzo e quarto. L'inizio e la fine dei periodi, così come i minuti mancanti al loro inizio, sono segnalati da un sistema di suoni di sirena.

    Il pallone è ovale, più allungato e più pesante di quello usato nel rugby. Ancora oggi è fabbricato in vecchio stile, cioè con la zona intorno alla valvola di gonfiaggio non cucita ma legata da stringhe. La forma e le dimensioni dell'attuale pallone da football australiano risalgono ai primordi di questo sport, in Australia, durante il XIX secolo: furono ideate da Tom Sherrin, un artigiano sellaio che occasionalmente riparava anche i palloni da rugby che erano usati allora. Sherrin diventerà poi il capostipite dell'omonima azienda. In passato la scelta del pallone prima di una partita era sancita in modo ufficiale dal regolamento: la squadra di casa presentava all'arbitro un minimo di due palloni, che dopo il loro controllo venivano sottoposti all'attenzione del capitano della squadra ospite: quest'ultimo sceglieva la palla che sarebbe stata usata nell'intero match. Attualmente più palloni vengono utilizzati durante le partite: quando viene segnato un behind, se il pallone tarda ad essere riconsegnato, per la ripresa del gioco può esserne utilizzato un altro, posto in una sacca vicino ai pali. Nelle partite diurne si usa un pallone di colore rosso, mentre in quelle notturne se ne usa uno di colore giallo.

    I giocatori possono passarsi il pallone in due modi: con un calcio (kick) o con un passaggio alla mano (handball). Il calcio è la propulsione del pallone con una qualsiasi parte della gamba al di sotto del ginocchio; un handball è il lancio del pallone, tenuto su di una mano, colpendolo con l'altra chiusa a pugno. Ogni altro modo di passarsi la palla è vietato, a meno che non sia fortuito o costretto dalla situazione di gioco (ad esempio nella conquista di un pallone vagante da parte di più giocatori). Non esiste fuorigioco: quindi i passaggi possono avvenire in ogni direzione, così come i giocatori possono disporsi sul campo a loro piacimento.

    File:Aussie rules ground positions medium.png Diagramma di campo di gioco e posizioni dei giocatori Il pallone di gioco ufficiale della AFL in pelle di canguro, il classico sherrin

    Alle due estremità del campo (asse maggiore) sono piazzati 4 pali (posts), che vanno a formare le porte: 2 pali centrali più lunghi (goal posts, con altezza minima di 6 metri) e 2 laterali più corti (behind posts, con altezza minima di 3 metri). Questi pali sono disposti in linea retta (cioè non seguono la curva dell'ovale), ad una distanza di 6.4 metri l'uno dall'altro. La linea tra i pali centrali viene chiamata goal line; quella tra un palo centrale ed uno laterale viene chiamata behind line. Un calcio che manda il pallone nella porta centrale avversaria è un goal e vale 6 punti, in una delle porte laterali è un behind e vale 1 punto. Se il pallone viene toccato da un altro giocatore (di una qualsiasi delle due squadre), o viene giocato con la mano, o viene portato direttamente in qualsiasi porta, vale sempre un behind anche se il pallone entra tra i pali centrali (se la palla tocca in modo fortuito un arbitro, un giudice di gara od un massaggiatore, il goal è valido, così come se il pallone prima di entrare in porta tocca il terreno). Non esiste autogoal: se un giocatore, volontariamente ed al solo scopo di ritardare il gioco, calcia o gioca di mano un pallone in una delle proprie porte viene accordata una punizione nell'area antistante le porte (goal square) alla squadra avversaria; se un giocatore tocca il pallone in una qualsiasi delle proprie porte (compresa quella centrale), senza la chiara intenzione di perdere tempo, ma solo per impedire un goal agli avversari, viene accordato solamente un behind (che in questo caso prende il nome di rushed behind). Se il pallone calciato colpisce i pali centrali, viene accordato un behind; se colpisce i pali laterali, nessun punto ed il pallone viene considerato uscito dal campo.

    Dalla base dei goal posts è tracciato un rettangolo (goal square, della lunghezza di 9 metri). Da questo rettan

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Si, molta

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.