Come fanno alcuni animali a ritrovare la strada verso un luogo precedentemente fequentato...?

...nonostante siano molto distanti da esso?

2 risposte

Classificazione
  • 10 anni fa
    Migliore risposta

    Ci sono studi su animali marini, insetti, uccelli; essi usano diversi tipi di Bussole (sole, luce polarizzata, luce stellare, magnetismo). I campi magnetici, in particolare danno tre tipi di informazione: polarità (nord/sud) Angolo di inclinazione (varia in funzione della latitudine)e intensità. le informazioni magnetiche sono recepite in modo diverso dai diversi animali; vi possono essere dei recettori magnetici, un sistema di sensori elettrici (in alcuni pesci) delle particelle magnetiche, un sistema chimico(reazione chimica alla luce dovuta a magnetismo). Ci sono uccelli che durante la migrazione usano la rotazione delle stelle intorno al polo per effettuare la calibrazione del loro sistema di navigazione.

    Baker ( nel 1980) fece una serie di esperimenti con studenti bendati e concluse che anche l'uomo ha un sistema innato di navigazione.

    quello che tu chiami "ritrovare la strada" si può classificare in due modi: "pilotaggio" e "navigazione pura"; il primo è ritrovare la strada seguendo dei punti noti, il secondo è andare in giro per ritrovare punti familiari (quando ovviamente si è in zona non nota). esperimenti con le api hanno dimostrato che esse ritrovavano la strada se allontanate dall'arnia e lasciate in campo aperto; se portate in una zona che impediva la visibilità circostante non riuscivano a ritornare.

    Molto importante è anche l'olfatto; alcuni animali percepiscono un odore particolare a distanza di varie migliaia di metri. Alcuni pesci sentono le onde della barriera corallina a varie miglia di distanza.

    Di studi nel campo ce ne sono tanti, ma penso che questo basti a soddisfare la tua curiosità.

    Fonte/i: lavori di Lohman and Lohman sulle tartarughe marine;Walker sulle balene;Tautz et alii; Collett and Zeil, sulle api; etc.
  • 10 anni fa

    Ci sono studi su animali marini, insetti, uccelli; essi usano diversi tipi di Bussole (sole, luce polarizzata, luce stellare, magnetismo). I campi magnetici, in particolare danno tre tipi di informazione: polarità (nord/sud) Angolo di inclinazione (varia in funzione della latitudine)e intensità. le informazioni magnetiche sono recepite in modo diverso dai diversi animali; vi possono essere dei recettori magnetici, un sistema di sensori elettrici (in alcuni pesci) delle particelle magnetiche, un sistema chimico(reazione chimica alla luce dovuta a magnetismo). Ci sono uccelli che durante la migrazione usano la rotazione delle stelle intorno al polo per effettuare la calibrazione del loro sistema di navigazione.

    Baker ( nel 1980) fece una serie di esperimenti con studenti bendati e concluse che anche l'uomo ha un sistema innato di navigazione.

    quello che tu chiami "ritrovare la strada" si può classificare in due modi: "pilotaggio" e "navigazione pura"; il primo è ritrovare la strada seguendo dei punti noti, il secondo è andare in giro per ritrovare punti familiari (quando ovviamente si è in zona non nota). esperimenti con le api hanno dimostrato che esse ritrovavano la strada se allontanate dall'arnia e lasciate in campo aperto; se portate in una zona che impediva la visibilità circostante non riuscivano a ritornare.

    Molto importante è anche l'olfatto; alcuni animali percepiscono un odore particolare a distanza di varie migliaia di metri. Alcuni pesci sentono le onde della barriera corallina a varie miglia di distanza.

    Di studi nel campo ce ne sono tanti, ma penso che questo basti a soddisfare la tua curiosità

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.