Il sito di Yahoo Answers verrà chiuso il 4 maggio 2021 (ora della costa est degli USA) e dal 20 aprile 2021 (ora della costa est degli USA) sarà in modalità di sola lettura. Non verranno apportate modifiche ad altre proprietà o servizi di Yahoo o al tuo account Yahoo. Puoi trovare maggiori informazioni sulla chiusura di Yahoo Answers e su come scaricare i tuoi dati in questa pagina di aiuto.

? ha chiesto in Matematica e scienzeSpazio e astronomia · 1 decennio fa

almeno tu nell'universo?

perchè sento spesso dire: "L'UNIVERSO è MOLTO PIù GRANDE DI COME PENSAVAMO"...?

cioè...non dovrebbe essere infinito?....

e per universo conosciuto: si intende ciò che "conosciamo con certezza"? ma a tali "distanze" è davvero certo quel che sappiamo?

e ancora: ( scusate l'ignoranza ma...) se alcune distanze vengono espresse in "anni-luce"...allora la nostra mente è già vicina al comprendere i "viaggi nel tempo"!!...c'è qualcuno che mi illuminerebbe su questa cosa affascinante in particolare? (magari in modo chiaro e senza voler strafare con noiosi copia incolla)

grazie

Aggiornamento:

per LUDOVICA:

è ovvio che "anno luce" sia un unità di misura...mi chiedevo se non sia un buono spunto per vedere sotto altra ottica spazio e tempo capisci?

ciao bella!

Aggiornamento 2:

bè...devo ammettere di non essere per nulla insoddisfatta....credevo che in questa sezione ci fossero persone in grado di cogliere l'essenza del mio modo di "conversare"....ho cercato di esprimere dei dubbi, ma ovviamente le mie parole non vanno lette nel modo semplicistico e materiale in cui quasi tutti avete fatto.Voglio dire: chiaramente avete risposto con dati, delucidazioni ecc....ma sono cose che sappiamo già, nessuno ha risposto alla mia domanda; avrei gradito un approccio più "filosofico", mettiamola così...nel senso che comunque NESSUNO PUò DARE RISPOSTE CERTE (se non altro in molti ambiti)....è scontato che le vostre siano in gran parte OPINIONI!! non certezze sicuramente!....Nelle mie domande forse non mi spiego bene....ma credevo che in questa sezione non fosse necessario aprire 100000 parentesi e spiegare le cose a modi libro delle elementari.

concludendo...era solo una considerazione, un modo per conversare con i vari punti di vista:

Aggiornamento 3:

tenendo conto che per le grandi distanze l'uomo ha adottato questa unità di misura (i famosi anni-luce); cioè la distanza percorsa in un anno alla velocità della luce....numeri a parte, mi pare semplicemente un modo per concepire, se non altro, cosa possa significare percorrere una distanza in un tempo (e, la velocità è elevata, rispetto a quella massima che l'uomo è abituato a testare, altra cosa che può aiutare a pensare ad un "viaggio nel tempo" ).tutto qui. Poi ovviamente si potrà discutere di molte cose: sul COME, e sul SE, ad esempio, saremo in grado di compiere viaggi....sull'eventuali conseguenze, o sui motivi per i quali molti pensano non possano compiersi ecc....ma restano SOLO OPINIONI....credo valga comunque la pena continuare a studiare un simile, affascinante argomento (...) come molti ricercatori già fanno. Per cui invito coloro che danno risposte materialotte, scontate, fuori tema, o per di più arroganti (a volte), a leggere meglio le domande

Aggiornamento 4:

tenendo conto di questo promemoria esplicativo......esempio:

"la STRADA del successo"

non è sempre un indirizzo capite??? ; ) ahahah

ciao cervelloni! -La Dea Adirata-

10 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    Spero di riuscire ad essere chiaro:

    Che l'Universo NON possa essere infinito nello spazio e nel tempo lo dimostrò oltre un paio di secoli fa Olbers. Ora, noi vediamo un Universo che si sta espandendo, in maniera uniforme e crescente con la distanza. Dalle distanze più o meno accertate e dalla velocità misurata con precisione, uscì una constatazione MOLTO curiosa: Andando a ritroso (coi calcoli) nel tempo, si venne alla conclusione che un certo numero di anni fa (tra i dieci ed i quindici miliardi di anni fa) TUTTA la materia dell'Universo era concentrata nello stesso posto.

    Ciò diede origine alla teoria del Big Bang, circa mezzo secolo fa.

    Ora, poichè NESSUNA informazione e quindi nessun effetto di nessun genere può viaggiare a velocità superiore a quella della luce, (relatività di Einstein) di fatto TUTTO il nostro universo è quello da cui la luce ha fatto in tempo ad arrivarci.

    Quindi, in qualunque modo si voglia vedere la cosa, quello che (ammesso che esista) disti da noi PIU' di dieci/quindici miliardi di anni luce a tutti gli effetti per noi NON esiste.

    Dato che la luce impiega del tempo ad arrivare a noi, guardando un oggetto qualsiasi, lo vediamo NON come è adesso, ma come ERA quando ha emesso la luce.

    Ad esempio vediamo esplodere stelle, ma essere sono esplose anche UN MILIARDO di anni fa!

    E' un po' come il carotaggio degli archeologi: più lontano guardiamo nello spazio, più lontano guardiamo nel tempo.

    Ma non è cosa leggera, va studiata (e digerita) con MOLTA calma e MOLTO impegno.

    Se posso esserti utile, fammelo sapere.

    Ciao

  • 1 decennio fa

    i viaggi nel tempo la mente umano nn arriva a comprenderli per un semplicissima ragione: l' uomo crede nel destino ovvero: se io creassi una macchina del tempo e tornassi nel 20 aprile 1889 e uccidessi la madre di Hitler nn esisterebbe il nazismo, nn sarebbe avvenuta la seconda guerra mondiale e noi saremmo sotto la monarchia dei savoia, ciò entrerebbe in contrapposizione con la storia che studiamo tutti i giorni quindi, almeno in teoria, io nn potrei uccidere la madre di hitler senza distruggere lo spazio-tempo attuale. questo quanto riguarda i viaggi nel tempo. le distanze spaziali le abbiamo inventate noi e sono:Unità astronomica pari a 149.6 x 10alla sesta km; Anno luce pari a 9463 x 10alla nona km; Parsec pari 30900 x 10alla nona km, per noi sono corrette e reali; ma per un popolo extraterrestre una unità astronomica potrebbe essere pari a un parsec:questioni di punti di vista.

    nn si sa se l' universo è infinito dato che nn lo abbiamo esplorato tutto

  • 1 decennio fa

    si, certo Universoè infinito ma noi ne conosciamo una sola parte. Una sola parte s'intende non s'intende che sappiamo quanto è di distanza. Gli anno luce sono una misura e credo che siano 10000 anni, ma non credo l'uomo è capace di comprendere di "attraversare" il tempo io credo che sia impossibile. Comunque questa è la mia risposta.

  • per quanto riguarda gli anni luce credo semplicemente che sia un'unià comoda, come qualcuno ti ha spiegato prima di me se osserviamo un fenomeno a 1 anno luce da noi è perchè è avvenuto un anno fa se lo osserviamo ad un milione di anni luce è perchè è avvenuto un milione di anni fa, non credo che si possa leggere come un avvicinamento ai viaggi nel tempo.

    in ogni caso l'universo non è infinito, l'universo che conosciamo con certezza è quello che sappiamo che esiste con certezza cioè quello fin dove la luce ci arriva, come ti hanno spiegato sopra.

    comunque la luce non è detto che sia la cosa più veloce che esista, solo se esiste qualcosa di più veloce noi non abbiamo gli strumenti per misurarlo e per sapere che esiste.

    l'ultima teoria dell'universo è la teoria delle stringhe, è di qualche anno fa

    La teoria delle stringhe, talvolta definita teoria delle corde, è una teoria della fisica che ipotizza che la materia, l'energia e in alcuni casi lo spazio e il tempo siano in realtà la manifestazione di entità fisiche sottostanti, chiamate appunto stringhe o brane, a seconda del numero di dimensioni in cui si sviluppano"

    è la definizione di wikipedia, sinceramente non credo che sarei in crado di esprimerla in modo migliore

    ciao, domanda interessante

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 1 decennio fa

    Riguardo all' affermazione "L' universo è molto più grande di come pensavamo" ci si riferisce alla distanza delle altre galassie dalla nostra.

    Infatti diciamo verso gli anni '20 ci fu un susseguirsi di studi portati avanti da un gruppo di astrofisici tra i quali spiccano i nomi di Edwin Hubble e Milton Humason.

    Con questi studi si arrivò alla formulazione della famosa Legge di Hubble che mette in relazione la distanza di una galassia con il redshift, cioè lo spostamento verso il rosso delle righe dello spettro della luce emesse da quella galassia. Diciamo semplicemente che da questi studi si riuscì a capire che le distanze tra le galassie sono molto maggiori rispetto a quello che pensavamo.

    Poi sulla tua osservazione sul universo infinito non siamo ancora in grado di dire se l' universo è infinito ho meno quello che conosciamo è una relazione tra densità media dell' universo è forma, quindi in modo approssimativo anche dimenzioni dell' universo... ora bisogerebbe scoprire se la dansità media del univrso è quella che permetterebbe un universo piatto che si estenda al infinito....

    Infine gli anni-luce sono solo un unità di misura molto comoda e quindi molto usata ed è la lunghezza percorsa dalla luce in un anno quindi è solo una distanza, dire che è collegata ai viaggi nel tempo è un' affermazzione senza nessun fondamento...

    Comunque la mente umana può comprendere i viaggi nel tempo solo che comprendendoli arriva alla conclusioneche non è possibile viaggiare nel tempo.

    Il discorso è un po' complesso ed è tutto legato alla teorià della relatività.

    Secondo la teoria della relatività avvicinandosi alla velocità della luce il tempo si dilata e lo spazio, inteso come distanza tra due punti, si contrae. arrivati alla velocità della luce il tempo e dilatato al infinito quindi il corpo in movimento alla veloctà della luce si ferma, ora il passaggio mentale alla base del raggionamento è che se superassimo la velocità della luce dovremmo fare il percorso diciamo di andata al ritroso viaggiando nel tempo... ma la velocità della luce non puo' essere superata quindi non è possibile viaggiare nel tempo.

  • Gio
    Lv 4
    1 decennio fa

    E' logico che se si parla di qualcosa a noi ignoto, e non ne sappiamo l'estensione, lo consideriamo infinito, magari poi è una nostra sensazione, ma secondo me l'universo va oltre il nostro pensiero, pensa che una nuova teoria dice che siamo solo delle illusioni, e non esiste niente di tutto ciò, ovvero non esiste la realtà; io non so perchè trovo tutte le teorie più angoscianti, pensa che una volta mi sono chiesto: "e se adesso io sto sognando di vivere, ma sono morto?", oppure "io faccio parte del corpo di un gigante, che a sua volta fa parte, insieme a miliardi di giganti, al corpo di un gigante, ecc... e il mio corpo è popolato da "pianeti", e alieni??".

    Comunque, io non credo molto in quel che dicono gli scienziati di oggi sul lontano spazio, perchè più lontano guardiamo con i più potenti telescopi, più guardiamo indietro nel tempo, infatti se una stella lontano da qui esplodesse, noi vedremmo i risultati molto tempo dopo, e questo centra con quello che stai chiedendo, ma ho paura che tu ti stia confondendo un pochino: gli anni luce (al), sono una particolare unità di misura utilizzata dagli astronomi e dagli scienziati per non scrivere numeri enormi, (ha la stessa funzione dei tera).

    In ogni caso ci sei andata vicina, infatti, un al corrisponde alla distanza che un fotone percorre nello spazio vuoto in assenza di campo gravitazionale o magnetico in un anno giuliano (365,25 giorni di 86 400 secondi ciascuno).

    In parole povere sono distanze molto elevate (tra un corpo celeste e un altro).

    Però è possibile viaggiare nel tempo, è stato scientificamente provato: è necessario raggiungere la velocità della luce (circa 300 000 m/sec), infrangendo la barriera del tempo, ma ciò crerebbe al 99% dei casi un buco nero, e se in quel 1% di probabilità si riuscisse a tornare indietro nel tempo, il tuo corpo fisico ne risentirebbe, invecchiando degli anni, o mesi, o giorni, che vivi del passato o futuro, più l'arco di tempo per ritornare al presente (pari agli anni, mesi o giorni che ti separano dal momento che vuoi rivivere o previvere).

    E' stato un certo Einstein (xD) a dare questa possibilità, grazie alla sua formula famosissima.

    Ti consiglio vivamente di seguire quello che stanno facendo al CERN, in particolare l'acceleratore di particelle, la macchina nel quale, le particelle simili a quelle primordiali, andranno alla velocità della luce, per ricreare il momento in cui l'atomo primordiale innescò delle reazioni nucleari, ricreando il big bang, il quale mi permette di scriverti in questo momento.

    Infine, se volevi sapere esattamente a quanto equivale un anno luce, ecco qua = 9 460 800 000 000 000 m, un pò tanto eh?

    Spero di averti illuminato abbastanza :)

  • L'universo è finito , illimitato ma finito.

    Gli anni luce sono misure di lunghezza , cioè la distanza ricoperta dalla luce in una anno (9 460 800 000 000 000 m)

  • 1 decennio fa

    Nel 1965 viene scoperta la radiazione cosmica di fondo...una delle piu' grandi scoperte degli ultimi decenni, risultato di accurate osservazioni della radiazione cosmica di fondo, riguarda la geometria dell’Universo.Le fluttuazioni di densità che in essa si osservano sono quelle che ci si aspetta di osservare in un Universo piatto, cioè a curvatura nulla, dove vale la geometria euclidea.Se la

    curvatura fosse quindi rigorosamente nulla dovremmo affermare che l’estensione dell’Universo è infinita. Le nostre osservazioni sono xo' soggette ad errori di misura e riferite solo a quella parte di Universo che è osservabile, ci troviamo in una situazione , che difficilmente portera' ad affermare con assoluta certezza se l'Universo sia finito od infinito...oggi la teoria piu' comune e ke' l'Universo sia finito ed in continua espansione, e' ovvio ke se fosse finito in questo caso nn ha limiti o confini in quanto appunto si espande.... l'Universo ke conosciamo si s'intende cio' ke noi sappiamo per certo ...I nostri limiti di osservabilita' vengono definiti dall'orizzonte cosmologico(immagina una regione di spazio racchiuso in una sfera,ammesso ke sia una sfera....).Tuttavia esso nn e' il limite dell'Universo in quanto pone solo dei limiti osservativi, si ritiene infatti che quello osservabile sia un Universo più piccolo rispetto all'Universo che esiste oltre i limiti dell' osservazione percepita.Quindi e' solo una porzione di Universo indagabile dall'uomo,rappresentata da un limite fisico imposto dalla luce emessa dagli oggetti celesti che impiega una certa quantità di tempo per raggiungere ki osserva.Tempo ke nn puo' essere superiore all'eta' stessa dell'Universo(13,7 mld di anni luce). Tuttavia L'orizzonte cosmico, non si trova a 13,7 mld di anni luce di distanza, la sua distanza e' molto piu ampia xke' nel tempo trascorso affinche' la luce sia arrivata a noi ,l'Universo ha continuato ad espandersi!.Si stima quindi ke l'effettivo orizzonte cosmico si trovi tra i 45 e 50 mld di anni luce,tanta e' infatti la distanza ke la luce ha percorso in un tempo pari all'eta' stessa dell'Universo...in altre parole dunque col termine Universo s'intende in realta' all'Universo osservabile...Ciao.

    Ps. vorrei solo aggiungere una breve considerazione,questa domanda sono solito risponderla cosi',e spesso ricevo dei giudizi negativi e io nn dico mai nulla...tengo ora a precisare,ke io ho seguito altri studi universitari e ke quindi non sono un astronomo, quel poco poco ke so, e' frutto di quello ke ho studiato ed ovviamente di chi qualkosa puo' insegnare...quello ke dico l'ho studiato da alcuni saggi sull'astronomia di Francesco Bertola ,per chi non lo conoscesse questo e' il suo C.V. http://www.schio.it/dallacosta/CurrBertola.htm ,quindi criticare questa risposta specie da chi ora ha compreso che 2 + 2 =4 ...credetemi nn e' il caso..

    @vabe' e' evidente ke 2 son le cose ,ho nn capite un'H per nn dire altro...o almeno abbiate il coraggio di metterci la faccia e farmi capire dove e' ke nn va...ma kiaramente se nulla sapete nn potete nemmeno controbattere...

  • Gegè
    Lv 4
    1 decennio fa

    Si però ora noi siamo riusciti a superare di poco il sistema solare....ma è molto più grande e perciò si pensa che esistono altre forme di vita, su pianeti simili a quelli terrestri, L' universo viene definito infinito solo perché è in continua crescita ma in realtà ogni secondo ha una fine diversa, infatti ci sono teorie che quando avvera la fine della sua espansione avremo un altro big beng....

    Per universo conosciuto si intende quella parte che i nostri mezzi sono riusciti a rintracciare, quindi si è la parte dell' universo che abbiamo conosciuto......

    I viaggi nel tempo sono solo lavori di fantascienza è impossibile modificare l' andarsi della storia, come anno-luce s' intende la velocità percorsa nel vuoto da un pianeta ad un altro nel sistema solare.......

    Fonte/i: Studiato- studiato-studiato è la parte che mi piace di più del programma di scienze....XD ho letto tantissimo sul argomento ^_^
  • 1 decennio fa

    nella mia ignoranza so che quando si dice che l'universo è molto più grande di come pensavamo si pensa all'universo conosciuto, o meglio l'universo che l'uomo è riuscito a vedere perchè si dice che l'universo è infinito ma nessuno ha la certezza perchè io penso: qualcosa dovrà pure esistere!!! XD.. comunque gli anni luce non c'entrano con i viaggi nel tempo perchè "anno-luce" è l'unità di misura con la quale gli astronomi contano misure molto grandi proprio come la distanza da un pianeta all'altro.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.