biker ha chiesto in SportCiclismo · 1 decennio fa

LA corsa puo essere un buon supporto / sostituto per il ciclismo ?

siccome in inverno ho poco tempo per andare in bici riesco a gestire molto meglio la corsa ... secondo voi si riesce ad essere abbastanza allenati ( fare salite di 5 o 6 km a tutta con vAM di 1300 circa ) in estate facendo 2 sedute di corsa da 1 ora circa a sett e una seduta max 2 di bici week end durante inverno / primavera ?

Aggiornamento:

specifico meglio : ade faccio circa 10000 km all anno faccio solo i ciclismo e sono una amatore il mio stato di forma e discretto riesco a compiere salita di 5 / 6 km a tutta con VAM di 1300 circa per dare piu o meno un indicazione del mio livello ... il mio problema e che l anno prossimo avrò specie inverno abbastanza meno tempo da dedicare alla bici ... quindi vorrei capire se con 2 belle sedute di corsa da un ora a settimana e ciclismo nel week end sedute nn piu lunghe di 3 ore poi magari avvicinandosi la primavera ritornando a fare qualche uscita durante la sett max 2 ore ... vorrei capire se e possibile avere lo stesso rendimento che ho adesso ! so che e una domanda molto teorica e diffilmente puo avere una risposta però voi cosa ne pensate ?

1 risposta

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    quando facevo ciclismo mi è sempre stato detto: non puoi fare altri sport che implicano la corsa, perché questi usano altri muscoli e rischi di avere dei dolori muscolari inutili e problemi di articolazioni.

    In effetti, il ciclismo e la corsa sono due sport decisamente diversi. Mi è capitato di fare della corsa d'orientamento quando ero allenatissimo per ciclismo, e ho avuto dei dolori notevoli. La mia corsa era lenta, i movimenti macchinosi, e l'unica cosa che mi andava bene era la capacità aerobica ovviamente notevole che il ciclismo fornisce, e che è utile per la corsa.

    detto questo, per darti una risposta un po più ponderata bisognerebbe sapere quale è il tuo sport, a che livello lo pratichi, ecc.

    se pensiamo ai triatleti, questi ovviamente hanno bisogno di allenamento in ciclismo, corsa e nuoto. Piccola parentesi tra l'altro, la durezza del triathlon è dovuta proprio alla differenza degli sforzi, che implicano la combinazione di allenamenti abbastanza diversi.

    se tu pratichi ciclismo a livello agonistico, ti sconsiglio vivamente la corsa. Fanne una volta alla settimana in inverno, ma non eccedere. Per il resto ti consiglio piuttosto nuoto, spinning, e un rinfornzamento in palestra. Per variare dalla bicicletta, in inverno, abitando quasi sulle alpi, andavamo a fare sci di fondo. lo sci di fondo, al contrario della corsa, è si molto utile ed è praticato da molti ciclisti in inverno (e viceversa). Il fare le salite a corsa potrebbe ovviare a un po di problemi che la corsa in pianura da. Potrebbe essere una soluzione ma attenzione a fare le discese camminando. Fare solo salita la vedo quindi un po scomoda...

    se invece sei un ciclista amatore il mio consiglio non e solo di fare della corsa, ma di praticare pure tutti gli sport che ti garbano. Fai del nuoto, della vela, dell'equitazione, della corsa, della scherma. fai quello che vuoi. Per un amatore, anche per non eccedere e perdere la voglia di uscire in bici, cosa impagabile, beh, importante a mio avviso è il variare. Io sono passato appunto dal solo ciclismo a tutta una moltitudine di sport che pratico quando e come voglio, il che mi ha portato a vivere meglio con me stesso e ad avere una forma generale migliore.

    riguardo al vam, beh quello dipende tutto dal tuo stato di forma e per quello riferisciti alle varie tabelline che trovi. calcola che 5 km in salita li fai in 30 minuti, che penso siano, se volessi scegliere di praticare la corsa, una soluzione ottima. Non eccederei i 30 minuti in ogni caso.

    aggiunta: vuoi fare 3 ore di corsa 2 volte a settimana? quando dico che la corsa ti fa male alle articolazioni, fidati :) ho fatto per alcuni periodi anche 5/6 allenamenti a corsa a settimana, ma anche da allenatissimo non ho mai superato i 20km, e in media stavo sempre sui 10. Il che vuol dire un'ora di corsa. tre ore di corsa non riusciresti fisicamente a farle (o magari si ma ti distruggeresti. io sempre dopo l'ora mi piantavo e cominciavo a sentire dolorini ovunque, specialmente alle ginocchia. si tratta di uno sport che non puoi praticare come il ciclismo per 30 ore a settimana, questo è escluso. Se sei comunque amatore ma vuoi qualche risultato prova con la palestra. fai spinning, pesi alle gambe, e poi si esci un'oretta a correre una o due volte a settimana, ma non più! magari corri in salita (cosa che facevo io quando mi allenavo seriamente in bici), fai scalinate e salite su sentieri in montagna. avrai lo stesso rendimento se non migliore l'anno prossimo perché: sarai riposato mentalmente in primavera e darai di più, avrai più potenza, avrai comunque tenuto il tuo tono muscolare e il tuo allenamento aerobico. ovviamente alla ripresa, in gennaio/febbraio, delle uscite in bici, dovrai, se vuoi effettivamente rendere meglio, puntare sulla distanza. verso fine primavera/estate si tratta poi di fare i soliti allenamenti, con un'uscita lunga a settimana, e diverse uscite con ripetute, potenziamenti ecc (FONDAMENTALI PER MIGLIORARE). non fare come quelli che si fanno 200km ad ogni uscita e appena devono variare ritmo muoiono, davvero.

    Fonte/i: ho fatto 4 anni di ciclismo agonistico, e diversi anni di corsa d'orientamento (orienteering), che vabbeh in allenamento=podismo, per la quale ho anche il diploma di monitore. non ho tuttavia nessuna laurea in medicina dello sport per intenderci quindi non so quanto posso risponderti professionalmente :)
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.