Fanpa ha chiesto in Mangiare e bereCucina e ricette · 1 decennio fa

cosa poteva essere quella forma amara e scura, mangiata a colazione in Norvegia?

A bordo del traghetto turistico/postale Hurtigruten, fra Bergen e Capo Nord, ho fatto colazione e assaggiato fra le altre cose, una fetta, scura (mix di colori marrone), dalla consistenza simile al Parmigiano e dal sapore amarissimo, tagliata da una forma simile a quella che si addice ai formaggi. Non sono riuscito a finirla dal gran che era amara. Non ho mai saputo cosa fosse a distanza di anni. Che poteva essere?

2 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Migliore risposta

    LEGGI QUESTO ARTICOLO E GUARDA SE E' QUELLO CHE HAI MANGIATO TU.

    Fra i vari tipi di formaggio tradizionale che vengono prodotti ho avuto l'occasione di assaggiare il Geitost. Questo viene prodotto da oltre 500 anni ad Undredal, piccolo centro nel fiordo di Sogne e la conservazione della tradizione è stata possibile perchè fino a pochi anni fa era possibile arrivarvi esclusivamente dal mare. Il nome significa formaggio di capra che per gli abitanti locali è sinonimo di Formaggio bruno prodotto con siero di capra. La tecnologia è molto particolare e praticamente sconosciuta in Europa: La locale razza caprina Sognefjord fornisce il latte per la lavorazione del Kvit kyost, un formaggio caprino da latte scremato almeno parzialmente e raramente salato.

    Il siero caprino rimanente, con aggiunta di panna di latte vaccino, viene portato ad ebollizione e dopo circa 8 ore, assume il colore marrone dovuto alla caramellizzazione degli zuccheri residui con circa l'80% di sostanza secca.

    Il prodotto ottenuto, una volta raffreddato, viene modellato a mano e inserito nei tradizionali stampi di legno intagliati a mano. Dopo un giorno il Geitost è pronto per il consumo, il suo aspetto è cubico, con i disegni degli intarsi nelle facce perimetrali, la pasta di colore marrone, deformabile ma poco elastica, friabile tanto che viene tagliato con il filo di nylon.

    Tenui i profumi, che ricordano un caramello salato e si ritrovano nelle particolari sensazioni gustative. Di primo impatto è la sapidità, corredata dal gusto di zucchero caramellato e mou, con sentori finali di tostato. Questo particolare prodotto viene consumato preferibilmente a fette sottilissime su di pane caldo, la sua produzione è tutelata da un presidio Slow - Food, il suo consumo quindi oltre che costituire un'interessante esperienza organolettica contribuisce alla prosecuzione di una tradizione ultracentenaria che ha rischiato di svanire in pochi decenni.

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Radon
    Lv 5
    1 decennio fa

    forse era gjetost, un formaggio bruno con latte di capra e vacca

    • Accedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.