Gesù entra in una chiesa..... (continua sotto)?

Gesù entra in una chiesa e vede le pie donne camminare da una parte all'altra per prostrarsi, toccare, baciare ogni statua. Gesù chiede: che fate? Esse rispondono: noi non adoriamo le statue ma veneriamo ciò che esse rappresentano. Come si comporterà Gesù?

Soluzione n° 1: Gesù rimprovera le pie donne.

Soluzione n° 2: Gesù si unisce al gruppo e cammina con loro da una parte all'altra della chiesa alla ricerca di una bella statua da sbaciucchiare.

Aggiornamento:

Pico in pratica stai dicendo che quando uno si prostra davanti ad una statua della madonna o di padre Pio sta semplicemente salutando la statua?

Bisogna capire quando l'atto di prostrasi significhi saluto o adorazione/venerazione

E nel caso delle "pie donne" mi sembra tutt'altro che un saluto.

15 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    Soluzione n° 3: accendono un falò tutti insieme e fanno un barbecue.

  • 1 decennio fa

    Il Signore,per fortuna,non è come gli uomini che si fermano all'esteriorità delle cose,ma guarda il cuore.

    Magari,quando gli inglesi si inginocchiano davanti alla regina,potrebbe accusarli di idolatria...........che dici?

  • 1 decennio fa

    Non ti farai idolo né immagine alcuna di ciò che è lassù nel cielo né di ciò che è quaggiù sulla terra, né di ciò che è nelle acque sotto la terra.

    Tutto chiaro?

    @ poco : un festone un mega rave avete organizzato serve marja? Tanto per restare in tema.....

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Propongo la terza: Gesù, turbato, va in confessionale per farsi spiegare come sono cambiati i tempi...ma trova un prete coi pruriti...XD

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    1 decennio fa

    E io che pensavo fosse una barzelletta :-(

  • ?
    Lv 6
    1 decennio fa

    Soluzione n° 3: Gesù rimprovera il Clero per aver permesso di venerare le Statue ed Immagini,in violazione della Sua Legge.

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Gesù dice:Non mi sembrate molto normali,mi ricordate quei sacerdoti idolatri che se la prendevano con me perchè proponevo delle idee innovative.Spero che in futuro non vadano nelle mani sbagliate.

    Ed invece.....

  • 1 decennio fa

    soluzione n 3: esce senza dir niente, sa bene che se i suoi fedeli non sono riusciti nemmeno ad andare semplicemente d'accordo tra di loro in 2000 anni, di certo non riuscirebbero neanche a seguire i suoi consigli...

    (dubito anche che lo riconoscerebbero...)

  • Gesù sgrida le pie donne e poi si fa aiutare a bruciare tutte le statue mentre legge il comandamento che la chiesa non ci ha fatto imparare a memoria al catechismo,non ti fare scultura alcuna e non ti prostrerai davanti,Esodo 20.3,4 e 5,ciao

  • Pico
    Lv 6
    1 decennio fa

    Soluzione 3: dopo aver venerato i santi, adoriamo insieme Gesù vivo dentro il tabernacolo e guardiamo insieme il crocifisso

    ***

    i sapienti evangelici mi spiegano perchè allora Dio qui non ha fatto una strage?

    1Re 6,23-35

    23 Nella cella fece due cherubini di legno di ulivo, alti dieci cubiti. 24 L'ala di un cherubino era di cinque cubiti e di cinque cubiti era anche l'altra ala del cherubino; c'erano dieci cubiti da una estremità all'altra delle ali. 25 Di dieci cubiti era l'altro cherubino; i due cherubini erano identici nella misura e nella forma. 26 L'altezza di un cherubino era di dieci cubiti, così anche quella dell'altro. 27 Pose i cherubini nella parte più riposta del tempio, nel santuario. I cherubini avevano le ali spiegate; l'ala di uno toccava la parete e l'ala dell'altro toccava l'altra parete; le loro ali si toccavano in mezzo al tempio, ala contro ala. 28 Erano anch'essi rivestiti d'oro.

    29 Ricoprì le pareti del tempio con sculture e incisioni di cherubini, di palme e di boccioli di fiori, all'interno e all'esterno. 30 Ricoprì d'oro il pavimento del tempio, all'interno e all'esterno.

    31 Fece costruire la porta della cella con battenti di legno di ulivo; il frontale e gli stipiti formavano un pentagono. 32 I due battenti erano di legno di ulivo. Su di essi fece scolpire cherubini, palme e boccioli di fiori, che ricoprì d'oro, stendendo lamine d'oro sui cherubini e sulle palme. 33 Lo stesso procedimento adottò per la porta della navata, che aveva stipiti di legno di ulivo a forma quadrangolare. 34 I due battenti erano di legno di abete; un battente era costituito da due pezzi girevoli e così l'altro battente. 35 Vi scolpì cherubini, palme e boccioli di fiori, che ricoprì d'oro lungo le linee dell'incisione.

    1Re 7,25-51

    1Re 7,25-51

    25 Questo poggiava su dodici buoi; tre guardavano verso settentrione, tre verso occidente, tre verso meridione e tre verso oriente. Il bacino poggiava su di essi e le loro parti posteriori erano rivolte verso l'interno. 26 Il suo spessore era di un palmo; il suo orlo fatto come l'orlo di un calice era a forma di giglio. Conteneva duemila bat.

    27 Fece dieci basi di bronzo, ciascuna lunga quattro cubiti, larga quattro e alta tre cubiti. 28 Ecco come erano fatte le basi: si componevano di doghe e di traverse incrociate con le doghe. 29 Sulle doghe che erano fra le traverse c'erano leoni, buoi e cherubini; le stesse figure erano sulle traverse. Sopra e sotto i leoni e i buoi c'erano ghirlande a forma di festoni. 30 Ciascuna base aveva quattro ruote di bronzo con gli assi di bronzo; i suoi quattro piedi avevano sporgenze, sotto il bacino; le sporgenze erano di metallo fuso e situate al di là di ogni ghirlanda. 31 L'estremità della base, dalla parte della sporgenza e sopra, era di un cubito; tale estremità era rotonda, fatta in forma di sostegno, alta un cubito e mezzo; anche su tale estremità c'erano sculture. Le traverse erano di forma quadrata, non rotonda. 32 Le quattro ruote erano sotto le traverse; gli assi delle ruote erano fissati alla base; l'altezza di ogni ruota era di un cubito e mezzo. 33 Le ruote erano lavorate come le ruote di un carro; i loro assi, i loro quarti, i loro raggi e i loro mozzi erano tutti di metallo fuso. 34 Quattro sporgenze erano sui quattro angoli di ciascuna base; la sporgenza e la base erano di un sol pezzo. 35 Alla cima della base c'era un sostegno rotondo, alto mezzo cubito; alla cima della base c'erano i manici; le traverse e la base erano di un sol pezzo. 36 Sulle sue pareti scolpì cherubini, leoni e palme, secondo gli spazi liberi, e ghirlande intorno. 37 Fuse le dieci basi in un medesimo stampo, identiche nella misura e nella forma.

    38 Fuse poi anche dieci bacini di bronzo; ognuno conteneva quaranta bat ed era di quattro cubiti; un bacino per ogni base, per le dieci basi. 39 Pose cinque delle basi sul lato destro del tempio e cinque su quello sinistro. Pose la vasca sul lato destro del tempio, a sud-est.

    40 Chiram preparò inoltre caldaie, palette e vassoi. E terminò tutte le commissioni del re Salomone per il tempio del Signore, 41 cioè le due colonne, i globi dei capitelli che erano sopra le colonne, i due reticolati per coprire i due globi dei capitelli che erano sopra le colonne, 42 le quattrocento melagrane sui due reticolati, due file di melagrane per ciascun reticolato, 43 le dieci basi e i dieci bacini sulle basi, 44 il bacino e i dodici buoi sotto il bacino, 45 le caldaie, le palette, i vassoi e tutti quei vasi che Chiram aveva fatti al re Salomone per il tempio del Signore; tutto era di bronzo rifinito. 46 Il re li fece fondere nella valle del Giordano, in suolo argilloso, fra Succot e Zartan. 47 Salomone installò tutti gli arredi in quantità molto grande: non si poteva calcolare il peso del bronzo.

    48 Salomone fece anche tutti gli arredi del tempio del Signore, l'altare d'oro, le tavole d'oro su cui si ponevano i pani dell'offerta, 49 i cinque candelabri a destra e i cinque a sinistra di fronte alla cella d'oro purissimo, i fiori, le lampade, gli smoccolatoi d'oro, 50 le coppe, i coltelli, gli aspersori, i mortai e i bracieri d'oro purissimo, i cardini per le porte del tempio interno, cioè per il Santo dei santi, e i battenti d'oro per la navata. 51 Fu così terminato tutto il lavoro che il re Salomone aveva fatto per il tempio. Salomone presentò le offerte fatte da Davide suo padre, cioè l'argento, l'oro e i vari oggetti; le depositò nei tesori del tempio.

    Fonte/i: i fratelli di Giuseppe vennero da lui e gli si prostrarono davanti con la faccia a terra. (Genesi 42,6) Giosuè cadde con la faccia a terra, si prostrò e gli disse: «Che dice il mio signore al suo servo?». (Giosuè 5,14) Saul comprese che era veramente Samuele e si inginocchiò con la faccia a terra e si prostrò. (1Samuele 28,14) Fu annunziato al re: «Ecco c'è il profeta Natan». Questi si presentò al re, davanti al quale si prostrò con la faccia a terra. (1Re 1,23) i figli dei profeti di Gerico dissero: «Lo spirito di Elia si è posato su Eliseo». Gli andarono incontro e si prostrarono a terra davanti a lui. (2Re 2,15) Ornan guardò e, riconosciuto Davide, uscì dall'aia, prostrandosi con la faccia a terra davanti a Davide. (1Cronache 21,21) Tutta l'assemblea benedisse il Signore, Dio dei suoi padri; si inginocchiarono e si prostrarono davanti al Signore e al re. (1Cronache 29,20) Allora il re Nabucodònosor piegò la faccia a terra, si prostrò davanti a Daniele e ordinò che gli si offrissero sacrifici e incensi. (Daniele 2,46) «Gabriele, spiegagli la visione!» Ed egli venne vicino al luogo dove stavo io; alla sua venuta io fui spaventato e mi prostrai con la faccia a terra (Daniele 8,17) Guarda, in Apocalisse 3,9 è addirittura Gesù stesso ad ordinare la prostrazione ai piedi agli Eletti della Chiesa di Filadelfia....
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.