promotion image of download ymail app
Promoted
Jedi Master ha chiesto in SportAttività all'apertoCaccia · 1 decennio fa

In cosa consistono le differenze tra i fucili per tiro al piattello e i fucili da caccia?

Aggiornamento:

Quanta pazienza!!! Intendevo le differenze tecniche visto che Beretta ha due linee di fucili, da caccia e da tiro.

6 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    Ciao, scusa se ti rispondo in ritardo, ma non sono stato a casa.

    Innanzitutto bisogna dire che i fucili da tiro sono tutti SOVRAPPOSTI eccezion fatta per i semiautomatici basculanti come l' UGB Beretta, mentre a caccia si usano semiautomatici (a presa di gas come i Beretta o a inerzia come i venerabili Benelli), raramente quelli a pompa, doppiette (monogrillo o bigrillo, a cani esterni o interni), sovrapposti e fucili monocanna (ovviamente se parliamo solo di caccia alla penna altrimenti a caccia si usano anche carabine semiauto, bolt action, a leva, a blocco cadente, a pompa invertita, express, ecc...ecc....)

    Dopo aver fatto una distinzione tra la tipologia dei fucili da caccia e quella da tiro, andiamo sullo specifico.

    Queste sono le principali differenze tra un fucile (parlo solo di armi a canna liscia) da caccia e uno da tiro:

    -un fucile da caccia è sempre più leggero di uno da tiro perchè deve essere trasportato per kilometri insieme a tutti l'equipaggiamento necessario (cartucce, abbigliamento pesante, zaino e altri accessori); il fucile da tiro, invece, deve essere sempre più pesante perchè in quei pochi secondi in cui lo si imbraccia deve garantire la massima stabilità e deve saper annullare o ridurre al minimo, grazie all'elevata massa, quei piccoli errori che spesso commettono i tiratori chiamati "strappate" che consistono in repentini movimenti del fucile che il tiratore fa per la tensione o per l'inesperienza.

    -mediamente un fucile da tiro è balisticamente più preciso di uno da caccia, in quanto le canne vengono realizzate appositamente per sparare un singolo tipo di cartuccia e garantire, a TOT metri, una TOT rosata. I fucili da caccia, invece, vengono realizzati per sparare un'infinità di tipi di cartucce che possono partire da 28 grammi fino ad arrivare a 56 grammi con le magnum, per non parlare poi delle cartucce a palla. I fucili da tiro a volo infatti vengono progettati per sparare cartucce caricate con 24 o 28 grammi di piombo (taglio 7,5 per la fossa olimpica, da 8,5 a 10 per lo skeet e 8 (prima canna) fino a 7 (seconda canna) per il double trap. Ti spiego meglio perchè un fucile da tiro è più preciso: prima di tutto ha una canna più lunga (solitamente un fucile da fossa o da double trap ha una canna da 75 o 76cm con strozzature da **/*** per la prima canna e * per la prima, quello da skeet da 66 a 71cm con strozzature da *****/****/***), mentre i fucili da caccia montano quasi sempre canne da 65 o 66cm con strozzature il più delle volte da ***** o addirittura cilindriche. Come hai notato un fucile da skeet è quello che "potrebbe" somigliare di più ad uno da caccia, ma ti assicuro che non è così. Infatti non ha praticamente senso paragonare un Beretta DT10 come questo http://www.beretta.it/Fucili/Fucili-da-tiro/Sovrap... con un Beretta 686 Gold Pigeon da caccia (sempre con canne da 71) poichè il DT10 è praticamente privo di "giochi" tra canne e bascula, è dotato di percussori speciali adatti a durare decisamente molto di più rispetto a quelli montati su un fucile da caccia, basti pensare che un tiratore medio in un anno spara almeno 10000 cartucce, mentre un cacciatore se è fortunato ne spara 200.

    -un'altra differenza è il prezzo che fondamentalmente è sempre più alto per quanto riguarda i fucili da tiro, si parte da 3000 per un modesto 682 Gold E Trap Beretta, per arrivare a 8000 per un Perazzi mx2000 e anche a 25000 con un Beretta so4 (giustificato dalla particolare progettazione e realizzazione) anche se comunque ci sono esemplari di fucili da caccia che costano centinaia di migliaia di euro come il giustapposto Imperiale della Beretta.

    -c'è anche da dire che i calci del fucili da caccia sono quasi sempre standard, mentre quelli da tiro sono personalizzati al massimo per garantire al tiratore la massima precisione e il massimo confort.

    Naturalmente la differenza più evidente è l'estetica; infatti prova a guardare questo fucile da double trap http://www.ilfaromag.com/sport/wp-content/uploads/... e poi guarda questo comune sovrapposto da caccia http://www.armerialabeccaccia.it/public/686.jpg le diversità si esplicano da sole :)

    Spero di esserti stato d'aiuto.

    Ringrazio @Olimex per avermi citato e per avermi definito "professionista" .

    Fonte/i: Ciao!
    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    ottime risposte, un solo avviso LEGALE: occhio a non sparare al piattello anche se con un fucile appunto da piattello magari in campagna nei tuoi campi. Le forse dell'ordine ti potrebbero contestare comunque attività venatoria abusiva, è un caso classico. Hai una buona prob di vincere il processo e mostrare che erano loro a non aver capito niente, ma a processo comunque ci vai, con costi e tempi che ti puoi immaginare.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    La principale differenza è nella piega del calcio molto più tesa nei fucili per tiro al piattello che permette di vedere il piattello quando si spara, il punto di mira sarà infatti sotto il piattello ed in caso di errore, sarà possibile sparare un secondo colpo (x la specialità Trap). Diversamente con un fucile da caccia per colpire il piattello dovremo coprirlo con le canne ed ogni eventuale errore verrebbe scoperto troppo tardi per poter doppiare il colpo. Ciò non vieta assolutamente di praticare con efficacia il tiro al piattello con armi da caccia e viceversa. La seconda differenza consiste nella lunghezza delle canne, maggiore nei fucili per tiro al piattello, solitamente oltre 70 cm; i fucili da caccia sono un pochino più "comodi". Ciò influisce sul peso, maggiore nei fucili per tiro al piattello.

    Qualcuno dice che i fucili per tiro al piattello sono più "robusti", ma nessuno ha ma saputo dirmi il perchè.

    Ci sono poi le differenze riguardo alle bindelle più alte/basse o larghe/strette ma più che differenze, le chiamerei personalizzazioni.

    Circa le strozzature, la più usata per tutte le specialità è la * * * / *, qualcuno afferma che sia meglio la * * / * ma anche in questo caso quale sia la migliore non è possibile dirlo in quanto dipende molto dalla tipologia di munizione impiegata: tipo di polvere e relativo dosaggio, tipo di borra, gradazione dei pallini e loro peso, orlo tondo o chiusura a stella.

    Le variabili sono tante, a volte è meglio la * * * / * ed altre la * * / *, è sufficiente fare qualche test delle rosate per rendersene conto.

    Ciao

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    Daniele ha dato una risposta - a mio avviso - molto esauriente. Vorrei soltanto aggiungere che nel tiro al piattello ci sono diverse specialità, le tre principali sono trap, skeet e sporting; per ciascuna ci sono fucili "specializzati" per quanto riguarda strozzatura, lunghezza delle canne, piega e nasello.

    La disciplina più simile alla caccia è lo sporting, che si chiama anche - appunto - percorso di caccia. In questa disciplina si usano tranquillamente sovrapposti, doppiette e semiautomatici da caccia. Chi però si allena spesso e partecipa a gare anche in questo caso sceglie un'arma specializzata, le cui caratteristiche salienti, rispetto al normale fucile da caccia, sono:

    - il peso (il fucile da caccia deve essere più leggero perché lo si deve portare in giro per tuta la giornata, mentre quello da tiro si usa per una serie di 25 piattelli e il maggior peso rende meno punitivo il rinculo e consente di rimanere in punteria quando si deve doppiare il colpo, o quando i piattelli sono due)

    - le canne: gli acciai sono più robusti e più adatti a disperdere il calore, perché in una giornata di caccia si parano pochi colpi (a volte nessuno) mentre in una giornata di tiro a volo si possono sparare centinaia di colpi. Non solo: la caccia è aperta pochi mesi, il tiro si fa tutto l'anno e ci si allena più volte la settimana.

    - il calcio e l'astina: Daniele ha già spiegato bene le differenze, aggiungo soltanto che nei fucili da tiro spesso il montecarlo e il calciolo sono regolabili per adattarsi esattamente alle misure e allo stile del tiratore. E anche alle giornate: c'è chi a seconda delle temperatura delle luminosità, del vento e dell'umidità sente il bisogno di cambiare le regolazioni di piega e deviazione- L'astina è generalmente più larga e molto zigrinata per offrire un maggiore grip.

    -Batterie: fisse nei fucili da caccia, estraibili in quelli da tiro.

    Quanto alla robustezza i fucili da tiro hanno chiavistello e tenoni più robusti proprio perché sono destinati a sparare moltissimi colpi, e le chiusure non devono avere giochi che comprometterebbero la precisione. Non dimentichiamo però che nei fucili di caccia si possono spare cartucce magnum e supermagnum, mentre al piattello di usano cartucce da 24 grammi.

    Le differenze sostanziali non sono visibili perché riguardano la qualità e il trattamento termico superficiale degli acciai. Sul sito della Perazzi (www.perazzi.com) puoi vedere immagini e schede tecniche dei fucili da caccia sovrapposti e dei fucili da tiro specializzati per le differenti discipline.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • ?
    Lv 4
    1 decennio fa

    Solitamente i fucili da tiro al piattello sono sovrapposti e differiscono dai sovrapposti da caccia principalmente nel fatto che i primi hanno solo 1 grlletto per tutte le due canne invece quelli da caccia due, uno per ogni canna, per decidere quale delle due usare, per la differente strozzatura.

    In questa sezione abbiamo un professionista di tirpo al volo @Holland&Holland che saprà rispondere con molta più precisione.

    • Oltre a quelli a due grilletti ci sono anche i sovrapposti da caccia o doppiette hanno un solo grilletto con estrattori automatici e selettore che fosse un pulsante che con cui puoi decidere con quale canna sparare.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    che con i primi si spara a un piattello, con gli altri alla selvaggina.......................ahahahahahahahahaha

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.