perche esistono le viti con la testa a taglio e a stella?

non ne bastava uno?

4 risposte

Classificazione
  • 10 anni fa
    Migliore risposta

    Il motivo è principale è dato dall'evoluzione tecnologica, infatti le nuove tecnologie permettono metodi complessi di fabbricazione costruzione di viti e il loro conseguente miglior utilizzo

    Agli albori della era meccanica per quanto riguardava la lavorazione a taglio di una vite richiedeva una semplice fresa , lima o una lama. Mentre l' operazione di fabbricazione di una qualsiasi altra lavorazione a stella a croce avrebbe richiesto apparati e procedure di lavorazione troppo complesse.

    Le viti a taglio presentavano dei problemi nel campo della automatizzazione di lavori (ripetitivi) quindi vi era la necessità di un nuova tecnologia, qualcuno ha inventato un nuovo metodo di avvitare le viti che si potesse trasferire una certa forza e contemporaneamente la punta del cacciavite (avvitatore etc) non "scappasse dal taglio " questo qualcuno ..J. P. Thompson, che vendette il brevetto a Henry Phillips..ha inventato le viti a testa stella le quali permettevano un buon serraggio con un ottimo ancoraggio della punta dell'utensile. (successivamente ne sono state inventate altre, onestamente non sono in grado elencare il numero dei molti profili, che vengono utilizzare a seconda degli usi. )

    Attualmente è in atto un processo che vede ridursi e quasi sparire viti a taglio di una certa dimensione, mentre si producono ancora viti di piccole dimensioni a taglio.

  • ckrok
    Lv 4
    10 anni fa

    vite a taglio, tecnologia europea (rivoluzione industriale 1900) ,vite a stella tecnologia americana nel dopo guerra erano solo questi i tagli usati ,poi con l' avanzamento tecnologico e soprattuto quello economico si sono resi necessari diversi tipi di taglio: taglio a triangolo, taglio a esagono ,taglio stellare ,insomma tipi di testa che necessitano di un utensile non a tutti fruibile ,in questo modo se si prova a smontare ,faccio un esempio tipo ,un elettrodomestico con le viti a testa triangolare non si riesce e ti costringono così ad andare dal loro tecnico specializzato ,quindi con esborso di soldi e di tempo (economico)ciao ciao

  • 10 anni fa

    E se proprio vogliamo essere completi bisogna aggiungere che le forme strane degli inserti per viti non sono dettate solo dalla sicurezza e dall'antivandalismo ma in buona parte anche dalla volontà di impedire l'apertura degli apparecchi a chiunque sia in grado di fare da se piccole riparazioni senza ricorrere ogni volta ai laboratori specializzati che costano anche parecchio.

  • 10 anni fa

    Alla esaudiente e ricca risposta, dell'amico Paolo, aggiungo che, le varie tipologie di utilizzo delle viti, oggi, i costruttori di apparecchiature ed oggettistica varia, nella fase progettuale, pensano alle viti, non solo come tenere unite le varie parti, ma anche alle viti, come un semi antintrusione, nelle parti più critiche che compongono l'oggetto, o a vandalismi gratuiti, pensa alle pulsantiere dei citofoni, alle pulsantiere degli ascensori, oppure, alle centraline elettroniche delle auto, ecc, ecc.... In questo frangente, la tecnologia riesce a fornire a nicchie di mercato, viti con la "testa" addirittura "Personalizzate" all'azienda che esprime le proprie esigenze, esempio: Testina a "brucola", e a "brucola con punzone centrale", Testina "torque", Testina a "stella elicoidale" (le puoi solo avvitare), Testina a 2 oppure 3 buchi e non ultima..Testina " a doppia testa clessidra" a strappo, cioè, avvitandola con la forza calcolata ed alla giunzione dei corpi da tenere uniti e solidali, si strappa al centro della "clessidra" e quella vite, non la togli più. Ovviamente e sempre la tecnologia, fornisce i vari inserti, per poterle lavorare queste varie viti. O anche bulloni che siano, poi rimane sempre lo scalpello da ferro, quando "il diavolo fa le pentole non pensando (volutamente) che servono anche i "coperchi"

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.