Il sito di Yahoo Answers verrà chiuso il 4 maggio 2021 (ora della costa est degli USA) e dal 20 aprile 2021 (ora della costa est degli USA) sarà in modalità di sola lettura. Non verranno apportate modifiche ad altre proprietà o servizi di Yahoo o al tuo account Yahoo. Puoi trovare maggiori informazioni sulla chiusura di Yahoo Answers e su come scaricare i tuoi dati in questa pagina di aiuto.

Anonimo
Anonimo ha chiesto in Casa e giardinoFai-da-te · 1 decennio fa

vorrei un consiglio su dei legni per costruire la pipa?

salve a tutti propio oggi pomeriggio ho trovato un pezzo di legno di pino allora invece di buttarlo mi sono detto ma proviamo a costruire na pipa ancora sono nella cosidetta mer..... :D ma gia la base e fatta ma vi volevo chiedere se c'e qualcuno che se ne intende , cioe secondo me co sto legno di pino non e fumabile perche ha un odore troppo pungente penso che si rovinerebbe il tabacco allora ho pensato visto che non ho la radica ma da poco ho tagliato nella mia campagna un albero di limone se fosse possibile usare magari non so un pezzo di tronco parlo da ignorante aul campo datemi un consiglio mi appassiona tanto fare le pipe e il mio primo prototipo e in pino ma se ci riesco a farla bene vorrei cominciare un bel hobby :D.....certo se usassi la radica sarebbe ideale :D cmq spero possiate aiutarmi grazie

4 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    1 decennio fa
    Risposta preferita

    Si possono utilizzare molti tipi di radici di piante il cui legno è duro e compatto, ad esempio: pero, melo, corniolo, bosso ecc. Le radici di bosso erano quelle con cui i nostri vecchi si auto costruivano le pipe, la radica neppure sapevano che esisteva. Formato il braciere lo bruciavano dalla parte interna, quella dove va messo il tabacco, con un ferro rovente di adeguate dimensioni. Una parte del legno carbonizzato veniva grattata via, ma ne tenevano un po, così non dovevano perdere molto tempo per cuocerla.

    La cannula veniva fatta con un legno compatto a vena fine, sovente usavano il faggio o frassino. La parte che sitiene in bocca, quasi sempre lo facevano con la punta di un corno. il tutto veniva forato con un ferro incandescente.

  • 1 decennio fa

    Credo tu sia già passato da noi...

    Sbaglio?

  • 1 decennio fa

    Nel Cilento, si usano le radiche di erica che per chi non lo sa è un arbusto che cresce nella macchia mediterranea, c'è un negozio a Palinuro (non so se hanno un sito) che fanno pipe ed altri oggetti tutto con radiche di erica

  • Gianni
    Lv 7
    1 decennio fa

    Occorrono radiche (radici) molto dure e oltre tutto ben stagionate altrimenti è solo una perdita di tempo a meno che tu, in prima battuta, non voglia semplicemente esercitarti.

    La radica forse migliore migliore che si può trovare in Italia è quella di scopa.

    Il cespuglio con questo nome si trova nelle aree marine costiere e collinari.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.