Anonimo
Anonimo ha chiesto in Scuola ed educazioneCompiti · 10 anni fa

Tecnica helpppppppppppppppppppp?

1. Cosa si intende per filato?

2. Quali sono le operazioni necessarie per ottenere un filato di cotone?

3. Cos'è la tessitura?

4. Quali sono le armature fondamentali?

5. Come avviene la tessitura con un telaio tradizionale?

6. Cosa sono le resine sintetiche?

7. Cosa sono le resine termoplastiche e indurenti?

8. Parla in breve delle materie plastiche.

Fate solo quelle che sapete =D

2 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    10 anni fa
    Migliore risposta

    1-il filato è un filo resistente e continuo lungo centinaia di metri e avvolto su un rocchetto

    2-x ottenere un filato di cotone sono necessarie le seguenti operazioni: se lo si vuole fare a mano: STIRO, TORSIONE,AVVOLGIMENTO. se lo si vuole fare a macchina : REGOLARIZZAZIONE, PREFILATURA, FILATURA VERA E PROPRIA.

    3-la tessitura è l'operazione che tramite l'intreccio dei filati porta alla formazione della stoffa . la tess. viene realizzata cn il telaio.

    4-il telaio!!!

    5-avviene così: APERTURA DEL PASSO , PASSAGGIO DELLA NAVETTA, BATTUTA DEL PETTINE, APERTURA DEL PASSO, PASSAGGIO DELLA NAVETTA, BATTUTA DEL PETTINE.

    6-le resine sintetiche sono quelle gomme ricavate dal petrolio come gli pneumatici.

    7-le resine termoplastiche sono quelle ke cn il calore si rammolliscono e si possono modificare all'infinito, mentre qll indurenti sn qll ke dopo una volta ke si fanno rimangono così x sempre.

    8-le materie plastiche sono materiali che diventano pastosi con il calore e possono essere modellate x creare diversi oggetti anche in uso quotidiano. le proprietà principali delle plastike sono: FACILITà DI STAMPAGGIO, DISCRETE CARATTERISTICHE MECCANICHE E BASSO COSTO.

    le ho risposte tt guardando dal mio ilbro di tecnologia... ci ho messo 30 minuti a risponderti.. qndi ti prego mi dai 10 punti??? ciao valina...

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 10 anni fa

    per filato si intende un insieme di fibre unite con un sistema di torcitura che ne garantisce la solidità. più è ritorto l'insieme delle fibre, più è resistente il filato.

    il cotone viene raccolto dalla pianta che lo produce, ha l'aspetto di un batuffolo, viene lavato, pressato e se ne ottiene una massa larga circa 60, 70 cm.

    questa massa viene quindi tagliata in nastri che vengono ritorti.

    nel caso della lana questi nastri sono chiamati lucignoli.

    la tessitura è l'operazione che, per mezzo di un intreccio di fili, genera il tessuto

    le armature fondamentali sono: la tela e il raso.

    la tela prevede un intreccio di ordito e trama in rapporto di 1/1, cioè la trama passa sotto un filo di ordito e ripassa subito dopo sopra, mentre nel passaggio successivo, ripassa al contrario

    il raso invece ha un andamento più lavorato. generalmente si usa un raso base 5, ma si può usare anche la base 8.

    cercherò di spiegarmi: la trama passa sotto un filo di ordito e subito dopo passa sopra a 4 fili.

    nel passaggio successivo passa sotto un filo di ordito distante 2 fili dal primo e lasciandone liberi altri 4. ogni passaggio successivo il filo di ordito sotto il quale passa la trama, è sempre spostato di 2 fili, creando in tal modo un segno piacevole a vedersi.

    proprio questo alternarsi di trama sopra e ordito sotto, poichè l'ordito risulterà libero ogni 4 trame, permette l'alternarsi di un disegno colorato. se per esempio la trama fosse rossa e l'ordito bianco, risulterà un tessuto sopra rosso, sotto bianco.

    con qualsiasi telaio otterrai una tessitura che prevede lo stesso movimento: il passaggio di una trama tra i fili di ordito, raccolti in un rocco molto grande, chiamato subbio.

    la differenza sta nel tipo di telaio.

    ci sono i telai a ratiére, che prevedono delle leve, detti licci, attraverso cui passano i fili dell'ordito.

    essi sono suddivisi in ordine su questi licci in modo che, quando i licci li sollevano, creano dei disegni semplici col passaggio della trama. ad esempio i tessuti a spina di pesce, o il tweed

    ci sono poi i telai Jaquard, su cui vengono creati dei disegni complicatissimi, come i damascati, poichè i fili di ordito sono mossi singolarmente da molle collegate ad un cilindro attorno cui passa un disegno diverso per ogni passaggio di trama.

    il disegno è riprodotto su carta continua per mezzo di punzonatura. ogni spazio corrisponde ad un filo, ogni vuoto corrisponde all'alzata di un filo, ogni pieno corrisponde al contrario ad un filo che rimane abbassato. inizialmente la carta non era continua ma era costituita da cartoni piuttosto spessi, bucati da punzoni di un calibro abbastanza sostenuto.

    oggi i disegni sono riprodotti su supporto elettronico, ogni bit acceso, ogni bit spento, comanderà l'alzarsi e l'abbassarsi dei fili dell'ordito

    mi spiace, a queste domande non so che rispondere.

    Fonte/i: in gioventù ho lavorato in un'azienda che produceva accessori per la tessitura ed io mi occupavo della riproduzione dei disegni tessili
    • Accedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.