Allontanereste davvero da voi i vostri genitori se fossero insopportabilmente invadenti?

Con questa domanda mi rifaccio ad una di Vogue alla quale purtroppo non ho potuto rispondere perchè già chiusa...eccola qua, riguarda i rapporti tra madri e figlie bamboccione che anche se "fanno finta" di andare a vivere da sole in realtà continuano a d essere totalmente dipendenti da loro....http://it.answers.yahoo.com/question/index;_ylt=An...

La domanda di Vogue fa riferimento alle ragazze single, ma vi assicuro che il fenomeno è diffusissimo anche e (soprattutto mi verrebbe da dire) tra le donne sposate... Ve lo dico perchè l'elenco lunghissimo delle figli spostae le cui madrei avevano le chiavi di casa e andavano da loro a fare ogni tipo di pulizia e servizio (preparano anche il pranzo) me lo sciorinava mia madre, descrivendo le une e le altre come madri e soprattutto FIGLIE PERFETTE...la figlia perfetta che lei non ha mai avuto e che l'ha fatta soffrire perchè da lei non ha mai voluto alcun tipo di aiuto...

- ricordo ancora che la mattina dopo il matrimonio lei e mia nonna erano riuscita a far squillare il mio cellulare ben 36 volte senza che io rispondessi

- ricordo quando dopo circa tre mesi dal matrimonio dopo una gita a siena durata un week end avevamo lascitao lei le chiavi di casa "perchè non si sa mai " e ritrovammo la casa pulita e talmente profumata che l'odore del detergente ci dava fastidio: aveva addirittura cambiato copriletto e lenzuola e riempito un intero armadio con le lenzuola...

risultato??? da qual giorno la mia vita è cambiata....ho svuotato l'armadio piangend, disperata contnuavo a chiedermi "perchè non lo capisce che deve lasciarmi stare?? che non deve intromettersi nella mia vita? che così non avrò mai una mia vita? perchè mi costringe a diventare cattiva", ho preso l'auto ho svuotato tutta la roba in giardino e soprattutto ho preteso le chiavi di casa... ho detto che lei non avrebbe mai più rimesso piede in casa mia!! anni di urla pianti disperazione, di INSULTI anche pesanti a me e mio marito.... ricordo ancora il giorno del mio trentesimo compleanno... risposi al suo numero fu un continuio di "sei una delusione, nessuna figlia si comporta così, in ogni famiglia LA MADRE DEVE AIUTARE LA FIGLIA, nelle nostre famiglie si è sempre fatto così..." e poi giù insulti... ricordo ancora i pianti in stanza e nel bagno dell'ufficoo e le mie colleghe che addirittura si vergognavano quasi a darmi il regalo per il mio compleanno...

Io la mia famiglia di origine dalla mia vita l'hoa llontanata per il bene mio e della mia famiglia,e senza di loro il mio è un matrimonio felice: se ci fossero stati loro di mezzo come tante di voi avrei tanti problemi...

ma per allontanarla ho rischiato la depressione, cretemi, era un insulto continuo! Ho dovuto cambiare numero di cellulare...

il problema fondamentale è che mia madre è vissuta in totale dipendenza da mia nonna che le faceva tutto... e secondo lei io per forza DOVEVO fare lo stesso ... allucinante, non trovate?

Mio padre ha sempre accettato tutto...io invece ho scelto l'indipendenza , ma per nel loro vocabolario questa parola non esiste...

non sopporta il fatto che mia figlia vada al nid, ovviamente... ma ormai al telefono non rispondo più...

questo per dire che sì, il comportamento di coloro che accettano passivamente l'aiuto dei genitori è deplorevole, ma ci sono casi in cui vi assicuro in cui l'indiepndenza è una conquista dura e dolorosa da raggiungere, e non per vantarmi (dic he deve vantarmi di aver chiuso i rapporti con lei???), ma credo che pochi abbiano il coraggio di scegliere veramente di allontanare il terzo incomdo dalla nuova famiglia...

E voi come la pensate? I suoceri (anche se sono i propsi genitori) allonatnati se rischino di compromettere la felicità della vostra famiglia??

domanda anti eliminazione: mia figlia ha due piccole bollicine bianche nell'incavo tra il labbro superioere e inferiore? acqua e bicarbonato? altri consigli?

Aggiornamento:

@@giannafantasia... io ho già pianto tanto. ho rischiato la depressione...non so cosa sia più giusto. so che se la chiamassi in questo istante per dirmi "domani vieni a darmi una mano?" da domani si presenterebbe ogni giorno anche se non richiesto e comincerbebe a dirmi "così non si fà si fa colà"... scelgo la mia salute e la FELICITA'di mia figlia e di mio marito. punto. sono un essere umano imperfetto e non posso pretendere la perfezione dagli altri.

Aggiornamento 2:

@@@isabella centro italia

Aggiornamento 3:

@@@Monella, tu sai che io ti appoggio sempre quando scrivi dell'insopportabile suocera perchè mi sembra dello stesso stampo di mia madre... Gli uomini no credo si staccheranno mai dalla loro madre...

Aggiornamento 4:

@@@ Vogue, è evidente nella tua risposta una competenza professionale in materie. Se potessi metterei 10 stelle. Hai centrato il punto, in pieno... avrei ancora tanto tanto da dire...

Aggiornamento 5:

@@ francesca, quella delle lenzuola - se non l'hai capito - era la goccia che ha fatto traboccare il vaso... Ti assicuro che la "bontà" di cui parli tu non c'entra... Sai cosa vuol dire vivere per 28 anni con una che alle 4.00 del mattino inizia a pulire la casa e ti impedisce anche di andare in bagno e?? vabbhè, ma tu non puoi capire...

11 risposte

Classificazione
  • Vogue
    Lv 6
    1 decennio fa
    Risposta preferita

    Ciao.

    Sì, la mia domanda era strutturato sul mio modello, cioè single come me non più bambine, che fanno una vita autonoma, con tutte le difficoltà del caso (e oggi sappiamo quanto è dura pagarsi un fitto da sola, son contenta per le fortunate che hanno la casa ereditata), escono (perchè la vita sociale va costruita), hanno un certo tenore di vita (viaggetti, incontri con il fidanzato di turno), ma fanno il bucato a casa e portano le camicie da stirare dalla mamma, che magari abita a 50/60 Km di distanza. Parlo di persone che potrebbero benissimo permettersi 2 euro a camicia.

    Cmq tornando a te, mi spiace molto per la tua esperienza che rischiava di procurarti una dipendenza affettiva invalidante, oltre che invadente. Sappiamo che certi legami, se troppo forti e ossessivi, rischiano di rovinarci la vita. Perchè ci spezzano le gambe o le ali - fate vobis - impedendoci di crescere. E il rammarico di non aver vissuto una vita nostra resterà sempre.

    IL tuo è un caso drammatico, lo dico con solidarietà.

    In questi casi è difficile suggerire un dialogo dall'esterno, cioè da persone che non sanno, perchè non è facile 'restare' o 'ricucire' quando i rapporti sono lesi o percepiti così ingabbianti.

    Quindi, ti rispondo che ..se avessi sentito (se già non mi è capitato, ma non entro nel dettaglio) un'invadenza pesante (...quel protezionismo che uccide la volontà e la libertà) dai miei o da uno di essi, sì che mi sarei allontanata, se non altro finchè non ho compreso meglio come stanno le cose.

    Cioè che è un loro modo sbagliato di comportarsi, che dipende da una certa storia familiare, che ha le sue ragioni...e digerito questo, a poco a poco, si riesce a guardare quei genitori per quello che sono. Come persone normali. E quindi a poco a poco instaurare un dialogo più equilibrato.

    In bocca al lupo

    Fonte/i: Mi interesso di dipendenze affettive
  • Anonimo
    1 decennio fa

    creamy mia mamma mi sta aiutando ed è un aiuto che per ora resta "discreto", nel senso che lei propone, e io decido si o no, sia per quanto riguarda tenermi il bambino (dove spesso sabato sera la risposta è si - non per uscire, ma per far dormire meglio mio marito), sia per dover fare qualcosa in casa (ma qui spesso la risposta è no, non mi piace che si ficchino mani e naso nella roba mia).

    se un domani dovesse diventare più "pesante", propabilmente cercherei di metterle un freno, e se dovesse proprio degenerare tipo la tua non escludo la soluzione drastica che hai attuato anche tu.

    per come la vedo io, col matrimonio ci si forma una nuova famiglia, ed è quella a cui si deve dare la priorità, altrimenti sarei rimasta a casa dei miei (più comodo ed economico sicuramente) e sarei andata a dormire il sabato sera da mio moroso.

    facile fare le indipendenti nell'infrasettimanale e tornare bimbe di 6 anni nel week-end, o viceversa.

    se ti sposi l'indipendenza non solo è un tuo diritto, ma quasi un dovere.

    in sintesi: secondo me hai fatto bene.

  • Io vorrei che fossero più presenti.

  • Anonimo
    1 decennio fa

    certo che si viaggio premio sull' himalaya

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • .
    Lv 7
    1 decennio fa

    cara non sei l'unica...le mamme soprattutto (raramente i papà) non capiscono che c'è un confine tra la loro famiglia e quella che si fanno le figlie. mia madre non concepisce che vi sia un confine tra la mia vita e la sua e questo è un problema, perché ha la pretesa che le comunichi qualsiasi cosa io faccia, piagnucolando se mi rifiuto di coinvolgerla nelle mie faccende.

    questo con la scusa che vivo a casa sua, che quindi è tutto suo, e deve "sapere"..............=.=''

    dall'altro lato però, mi dice che le madri non devono fare da padrone nelle case delle figlie, una volta che queste sono uscite di casa. quando sente di madri che vanno a vivere con la famiglia del figlio o della figlia inorridisce anche lei. come ho detto prima certe mamme non vedono la linea di confine tra la propria vita e quella della figlia...e si permettono pure di mettere mano nella biancheria di un'altra famiglia, proprio perché non la vedono come "altra" ma come propria....tua madre non cambierà modo di vedere le cose, quindi seppur dolorosa la soluzione è quella di non lasciarla entrare. non sei perfetta tu, ma nemmeno lei...

  • 1 decennio fa

    Hai fatto bene a fare così, anche perché questa sì che è invadenza, non è un aiuto come può essere tenerti la bimba una mezza giornata ecc. Ma entrare e pulirti casa ti fa anche sentire inferiore, nel senso "te la pulisco io perché tu non sei in grado" e lasciami in pace via, fai la mamma non la mia serva.

    HAI FATTO BENE! e mi dipsiace per questa tua situazione, ma la cosa più importante è che tu sia felice.

  • Ana
    Lv 6
    1 decennio fa

    Creamy guarda, bisogna essere nella tua stessa situazione per riuscire a capire cosa hai passato.

    Ma per come leggo dalla tua storia, hai fatto bene a chiudere, anche se triste dirlo, per potere vivere la tua vita, la tua nuova famiglia, il tuo futuro.

    Io per fortuna non ci ho passato, ma per sfortuna mia mamma si: mia nonna (sua mamma) abita ancora oggi nell'appartamento accanto al suo, puoi immaginare che entra ed esce quando vuole. Certo, è stata anche un grosso aiuto per mia mamma, ci ha cresciuti a me e a mia sorella, ha fatto da mangiare a pranzo sempre, biancheria pulita, ecc. ecc, ma al costo di averla in mezzo ai piedi quando voleva. Ancora oggi, mia mamma ha 51 anni, e deve dire ogni volta dove va, a che ora torna, con chi esce, la chiama in continuazione all'ufficio e sul cellulare...senza contare che non ha creato pochi problemi quando ancora erano sposati mamma e papa.

    Io ho sempre pensato che la colpa è stata di mia mamma, per non aver avuto il coraggio di "tagliare" il cordone, certo, in tante cose faceva comodo, per cui penso si è lasciata andare fino ad un punto di non ritorno.

    Per tutto questa situazione, mia mamma ha imparato a non intromettersi nella mia vita, e mi ha sempre detto che vivere vicini vicini non andava bene, vista la sua esperienza, infatti me la sono presa cosi tanto che sono andata dall'altra parte del mondo!!!! Comunque so che lei c'è per qualsiasi cosa mi succeda, e mi manca un sacco. Vorrei che fosse più vicina, ma non nell'appartamento accanto!!!

    Un abbraccio e scusa il papiro!!!

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Che storia incredibile! Posso chiederti di che regione sei? Perchè tale mentalità, senza offesa, mi sembra un po' meridionale (e io lo sono di sangue ma nata al nord). Esiste ancora una specie di mentalità di famiglia MATRIARCALE soprattutto in regioni tipo calabria e sicilia secondo me, all'interno della casa... E allora si capisce il comportamento di tua madre e tua nonna. Io sinceramente non capisco perchè bisogna arrivare a tanto per capirsi a vicenda, se tu non gradivi il loro aiuto avresti potuto dirlo in modo pacato e loro avrebbero dovuto accettare le tue opinioni... anzi, poi, meglio così vuol dire che non sfrutti la famiglia di origine per appoggiarti sui lavori di casa... e loro non lo capiscono, anzi si sentono umiliate! Davvero scandaloso! Non dovrebbero esistere mentalità così e non dovrebbe mai succedere di dover arrivare a tanto per avere pace e calma nella propria nuova famiglia!!

    Di conseguenza ti do ragione sull'allontanamento, perchè a tali livelli è impossibile sopportare ma mi auguro che casi così limite ce ne siano pochi se no stiamo freschi!!!

    Ok ... comunque il concetto rimane quello che ho espresso.

    Il peggio è che gente così non capisce che fa soffrire te e ancora peggio soffre lei senza capire che ci sono soluzioni alternative più democratiche!!!!!!!!!!

  • 1 decennio fa

    Cavolo Creamy che esperienza!

    Comunque sì, con dolore ma la allontanerei finche' non cambia la solfa.

    Sinceramente ho gia' detto a mia madre e mio padre che se quando gli porto il bimbo continuano a menarmela con la storia che al nido s'ammala e non ce lo devo piu' portare e che insistono per fargli leccare il cucchiaino bagnato di caffe', il bimbo non lo vedono piu' per un po'.

    Quello che non capisco e' perche' noi abbiamo il coraggio di farlo coi nostri genitori mentre i nostri compagni non riescono con le loro madri.

    Stessa cosa non capisco come io faccia ad essere così ferrea e con le "palle" coi miei genitori e non nei confronti del marito quando giustifica la madre....forse troppa paura di perderlo mentre i genitori si sa che in fondo non li perderemo mai? Bo'.

  • 1 decennio fa

    l invadenza per me è una cosa insoppoortabile,ma prendersela con la propria mamma che gli ti ha fatto trovare la casa come uno specchio e lenzuola dentro l armadio per me è un esagerazione,io odio mia suocera ma se anche lei mi avesse fatto una cosa del genere la dovevo solo che ringraziare!!!

    non dico che le mamme devono essere pesanti e rompere i c.o.j.o.n.i....però nemmeno trattarle male solo perchè vogliono darci una mano...io non chiederei mai a mia mamma di pulirmi casa per carità,ma se lei gratuitamente me la pulisce non ci vedo niente di male anzi dovrei solo che ringraziarla..

    ricorda che più bene di una mamma non ti vuole nessuno!!!

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.